Condividi
Maturità 2014: gli errori da non fare in prima prova
Condividi su

Maturità 2014: gli errori da non fare in prima prova

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 08 novembre
Maturità 2014: gli errori da non fare in prima prova

Tracce prima prova maturita 2013 scuolazooOggi è il 18 giugno, giorno della prima prova di maturità 2014.

Immaginate di dover affrontare il tema d’italiano per la maturità e seguite questi piccoli consigli per non commettere degli errori stupidi e banali in sede d’esame.

Con l’avvento dei cellulari, dei messaggi di testo e di Whatsapp, per risparmiare caratteri si tende ad utilizzare delle abbreviazioni e dei simboli che, se utilizzate con i vostri amici possono anche andar bene, ma che sono fortemente sconsigliati in prima prova: “Perchè” e non “Xchè”, “Non” va bene, “nn” è una tragedia da vedere per i commissari di maturità.

Venite da Roma, Napoli, Milano…? Ricordatevi di non utilizzare il dialetto nel vostro scritto di prima prova. So che molti di voi utilizzano il dialetto come lingua principale per la comunicazione ma in sede di esame ricordatevi di utilizzare la lingua italiana, dimenticandoci per un secondo del dialetto. Evitate ovviamente anche le volgarità e colloquialismi vari.

Rileggete sempre più volte quello che state scrivendo, evitando errori e ripetizioni di frasi o di semplici parole.

Utilizzate in maniera corretta la punteggiatura, evitando di utilizzare spesso i puntini di sospensione, che potrebbero darvi l’impressione di dare più emozione al nostro scritto, ma che vengono interpretati male dalla commissione di maturità. A volte si tende a tradurre in scritto la lingua parlata, dimenticandoci che lo scritto ha delle regole da seguire.

Questi sono solo alcuni consigli per la prima prova, se volete allenarvi in maniera adeguata per il giorno della prima prova di maturità CLICCATE QUI e provate a svolgere le tracce di maturità del passato!

orologio bigliettino

Scritto da La Francy

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità