Condividi
Terza prova, ora tocca a te
Condividi su

Terza prova, ora tocca a te

Di Andrea
pubblicato il 29 giugno

Fatta la prima e la seconda, ecco un resoconto di un nostro maturando sulla terza prova svolta pochi giorni fa. Come sarà andata?

Terza prova, ora tocca a te

Bene, ottimo, fantastico. Per questa terza prova non sono agitato. Proprio per nulla. Ho dormito 8 ore questa notte senza MAI svegliarmi e soprattutto non ho contemplato la bottiglia dell’acqua sul mio comodino per almeno 3 ore. Niente di tutto questo è successo. Okay, penso di essere nel panico.

terza-prova-filosofia

Mi sveglio, o meglio, mi alzo dopo una notte completamente insonne. Sto per uscire dalla stanza quando il mio sguardo cade sulla pila di libri che ho sul comodino. Dovete sapere che mi ritengo una persona abbastanza organizzata. Ho fatto due gruppi, uno per le materie già ripassate e uno per le materie da ripassare. Guardo i libri delle materie che non ho ancora fatto ed è lì. È lì che mi guarda. ME*DA. Insieme ai libri di italiano c’è anche quello di scienze della terra. Me ne sono completamente dimenticato. Neanche il tempo di realizzarlo e sono già rimbalzato come una molla contro il comodino, afferro il libro con una mano, mentre con l’altra accendo la luce e inizio a leggere. MER*A, sono più di 100 pagine e ho dieci minuti. Stai calmo, Andrea, è il momento di fare una scelta. Cosa ripasso? Vabbe’, apro a caso e riguardo solo il capitolo che mi capita sotto mano, vada come vada. Apro, la pressione atmosferica. Va bene, tanto non ho molta scelta.

Mi fiondo fuori di casa con il proverbiale ritardo e, tempo cinque minuti, sono a scuola. Ci fanno entrare, prendo il mio solito posto e mi arriva la prova. MERD*, hanno deciso di chiederci scienze. Calma Andrea, non ho detto che abbiano chiesto proprio… MER*A, la seconda domanda è su scienze della terra. Okay, sono nel panico. Risolviamo la cosa. Scienze la faccio per ultima, al massimo invento qualcosa. Faccio Inglese, mi sembra abbastanza buona. Mi impegno a fare bene anche Storia dell’arte e Filosofia, mi serve per recuperare il disastro che farò in scienze.
È arrivato il momento di affrontare il mio incubo. Prendo il foglio. 3 domande da 10 righe. Rispondo alle due che sapevo, almeno posso stare più tranquillo. Ottimo, adesso restiamo solo io e te, e uno solo dei due può sopravvivere. Leggo la domanda e mi viene un colpo al cuore:
Scienze della terra: Il candidato definisca la pressione atmosferica e indichi da cosa può essere influenzata“.
Non ci potevo credere. Su 100 pagine di programma, sono andati a prendere proprio quello che avevo studiato pochi minuti prima. Che botta di fortuna!

E a voi come è andata? Come erano le domande? Fatecelo sapere.

Andrea
Curioso e deciso, riesco sempre ad ottenere ciò che voglio. Alla costante ricerca di nuovi modi per sentirmi realizzato, ho avuto esperienza in cortometraggi e come rappresentante d'istituto, adesso invece mi dedico alla scrittura, sfogando la mia fantasia con una penna e un foglio bianco. Sempre disposto ad accettare nuove sfide, non so dove mi porterà il domani.
Leggi altri articoli in Terza Prova Maturità Maturità