Condividi
Otello di Shakespeare: riassunto atti e trama dell’opera
Condividi su

Otello di Shakespeare: riassunto atti e trama dell’opera

Di Valeria Rombolà
pubblicato il 03 ottobre

Se a scuola vi hanno dato come compito la lettura di una delle più famose tragedie del Bardo, su ScuolaZoo trovate la sintesi di tutti gli atti dell’opera.

Otello di Shakespeare: riassunto atti e trama dell’opera

Se state studiando in letteratura inglese le opere di William Shakespeare e avete bisogno di un riassunto dettagliato degli atti e della trama dellOtello, siete nel posto giusto. La tragedia è stata scritta agli inizi del diciassettesimo secolo ed è stata oggetto di moltissime rappresentazioni teatrali, nonché di rivisitazioni cinematografiche (ad esempio O come Otello) ed è una delle più famose tra quelle del Bardo: i protagonisti sono Otello, Iago e Desdemona, al centro di una storia incentrata sulla gelosia e l’inganno che, ovviamente, non avrà lieto fine.

Riassunto Otello Atto I

Otello è un moro al quale è stato affidato il compito di comandare l’esercito veneziano contro i turchi nell’isola di Cipro. La prima scena del primo atto si apre con una lite furiosa tra Iago e Roderigo. Da subito si percepisce, da parte di entrambi gli uomini, l’odio per Otello, anche conosciuto come il Moro: Iago è arrabbiato perché Otello ha scelto Cassio come nuovo Luogotenente invece che lui, suo Alfiere, e ha portato via a Roderigo la ragazza che amava, la figlia di Brabanzio. Intanto i due si dirigono presso la casa di Brabanzio e gli comunicano che sua figlia, Desdemona, è fuggita di casa per congiungersi ad Otello. Brabanzio, verificata la fuga della figlia, si getta alla forsennata ricerca di Otello insieme a Roderigo ed altri uomini. Intanto Iago avverte Otello della furia del padre della sua sposa nei suoi confronti. Otello si mostra sereno e sicuro del loro amore. In quel momento viene anche comunicato ad Otello che l’isola di Cipro è in pericolo. Sulla scena arriva il padre della giovane sposa che accusa Otello: così viene deciso che la situazione verrà sottoposta alla valutazione del doge. L’accusa del padre è che la figlia Desdemona sia stata corrotta dalle arti magiche di Otello. Ma egli si difende portando alla luce il suo amore. Viene chiamata Desdemona, che conferma l’amore verso il marito. Il padre è distrutto. Intanto i Turchi puntano su Cipro, e Otello deve partire a difendere l’isola, portando con sé la moglie. Intanto Iago e Roderigo cercano di mettere in piedi un buon piano contro Otello.

Riassunto atto II Otello di Shakespeare

Nella prima scenda del secondo atto si vede che Cassio è sbarcato sull’isola e la flotta turca è affondata: la guerra è già finita. Al volgere della sera i presenti si dirigono al castello, tranne Roderigo e Iago. Il piano ideato da Iago è quello di convincere Otello che Desdemona sia innamorata di Cassio. Tentano così di provocare il Luogotenente la notte stessa mentre questo si sta occupando della guardia generale del luogo. La beffa sta diventando realtà. Infatti Cassio si fa convincere dai due ad unirsi ai festeggiamenti per il pericolo della guerra scampata. L’uomo si ubriaca con qualche bicchiere e, dopo la baldoria, inizia il turno di guardia. Il clima è agitato e ne scaturiscono molte liti. Roderigo, istruito da Iago, corre per le strade mettendo in allarme la popolazione, per cui non tarda ad arrivare Otello che subito ferma la contesa e chiede spiegazioni a Iago. Dopo la confusa verità raccontata dall’uomo, Otello destituisce Cassio dal suo grado e torna a dormire dalla moglie. Una volta tornato cosciente, Cassio ricorda solo lo scontro e l’onore perduto. A quel punto, Iago gli consiglia di chiedere aiuto a Desdemona.

Riassunto atto III Otello

Dopo vari tentativi Cassio riesce ad incontrare Desdemona, la quale lo rassicura sulla sia eventuale mediazione tra lui ed il marito. Nel frattempo sopraggiungono Iago e Otello e, alla vista di questi, Cassio, sentendosi a disagio, si allontana. Il gesto viene notato da Iago che ne parla subito con Otello, cercando di farlo insospettire della presunta relazione tra Cassio e Desdemona. Il Moro, pur essendo certo dell’onestà della sua sposa, comincia a turbarsi, e un’ombra avvolge le sue parole quando sopraggiunge la sua sposa. L’angoscia del Moro cresce sempre più, fino ad intimare al suo Alfiere di trovare le prove concrete del tradimento. A quel punto Iago riferisce di aver udito Cassio parlare nel sonno, mentre rivolgeva dolci frasi alla donna. Inoltre riferisce di aver visto Cassio asciugarsi la barba col fazzoletto di Desdemona. L’odio di Otello è arrivato al culmine: affida a Iago (che nomina Luogotenente) il compito di uccidere Cassio, riservando per sé l’assassinio di Desdemona. Intanto, la donna si  si accorge di aver perso il fazzoletto. Entra Otello, col cuore a pezzi, e, fingendo di avere un forte raffreddore, chiede alla moglie il fazzoletto regalatole tempo addietro. Ai tentennamenti di questa, prorompe in tutta la sua furia, dicendo che quel fazzoletto aveva delle proprietà magiche e perderlo l’avrebbe resa odiosa ai suoi occhi. Nella scena successiva Cassio rimane solo e incontra Bianca, la sua amante, alla quale affida il compito di copiare il ricamo del fazzoletto di Desdemona che ha trovato nella sua camera (appositamente lasciato lì da Iago). Gli equivoci delle relazioni continuano ad imperversare nella storia.

Otello di Shakespeare: riassunto atto IV

Iago continua la sua opera di depistaggio. L’uomo, infatti, propone al suo padrone di tendere una trappola a Cassio: Otello si nasconderà lì vicino mentre Iago lo farà parlare riguardo i suoi rapporti con Desdemona. Iago, in realtà, comincia a parlargli di Bianca, per cui Cassio si scioglie. Otello, però, scambia queste parole per segnali chiari dell’amore tra la moglie e l’uomo e va su tutte le furie. I due vengono raggiunti proprio da Bianca, che restituisce il fazzoletto a Cassio: alla vista di ciò, Otello si infervora ancora di più. Pensa, ormai, di aver raccolto tutte le prove del tradimento della moglie. Intanto, arrivano l’accusata e il cugino Lodovico, che reca a Otello l’ordine di richiamo a Venezia e della nomina a Governatore di Cassio. Il Moro, leggendo la lettera, va su tutte le furie, e ai rallegramenti della moglie per il passaggio di grado dell’amico la schiaffeggia pubblicamente, mandandola poi lontano dalla sua vista. Lodovico decide di fermarsi a cena per capire il perché delle reazioni dell’uomo. Intanto, Otello decide di parlare con Emilia, la dama di compagnia della moglie, la quale giura sulla fedeltà della donna. Otello, ancora annebbiato dalla situazione, riempie di offese ed ingiurie la sposa che, a causa della brutalità del gesto, sviene. Intanto Roderigo chiede spiegazioni a Iago su come mai non sia ancora riuscito nell’intento messo appunto dai due. Questo decide di utilizzare a suo vantaggio le nuove notizie appena sopraggiunte, proponendo a Roderigo di assassinare Cassio (ancora ignaro della sua nomina) per trattenere Otello sull’isola.

Riassunto atto V

I due si avventurano nel bosco vicino e Roderigo, dopo essersi nascosto dietro un muro, ferisce Cassio, ma questi, protetto da una spessa armatura, lo ferisce a sua volta; mentre l’assalitore agonizza, Iago pugnala Cassio ad una gamba e fugge. Al termine, Iago uccide anche Roderigo, per fare bella figura davanti alle varie persone accorse sulla scena. Siamo alla scena finale dell’opera: Otello, steso sul letto nunziale accanto a Desdemona, le esplica la sua volontà di ucciderla. La donna cerca di convincerlo dell’estrema fedeltà con cui l’abbia sempre amato. L’uomo, accecato dalla gelosia, decide di strangolarla e la donna inizia ad urlare, fino ad ucciderla. Accorrono sulla scena Iago ed Emilia, che rivela ad Otello di aver consegnato lei stessa il fazzoletto di Desdemona a Iago, il quale ha architettato tutta la vicenda. Inoltre, sul corpo di Roderigo, verranno trovate numerose lettere in cui vengono spiegati i nodi della vicenda. Iago viene fatto prigioniero, ma Otello decide di togliersi la vita, dando un ultimo bacio alla sua amata: ha capito gli equivoci dietro al comportamento della donna e si rende conto di essersi privato del suo bene più grande. Al termine dell’opera sarà lo stesso Cassio che giudicherà Iago, in qualità di governatore di Venezia, e racconterà questa triste vicenda.

Trama dell’Otello: il riassunto in breve

Dopo aver visto il riassunto dettagliato di ogni atto, ci soffermeremo anche su un generico sunto della trama dell’opera, così che possiate avere un’idea generale della storia. Otello è il protagonista della vicenda: il Moro è il governatore della Repubblica di Venezia e deve guidare l’esercito contro i turchi che stanno invadendo l’isola di Cipro. L’uomo è sposato con la bella Desdemona. Tutta la vicenda ruota attorno all’odio che Iago e Roderigo nutrono verso il Moro. Infatti, Iago mette appunto un piano per tentare di convincere Otello del tradimento della sua sposa con Cassio. Dopo una serie di equivoci, Otello (ormai convinto dell’infedeltà della donna) decide di uccidere la moglie ma proprio in quel momento viene a conoscenza della verità sui fatti. Distrutto, si uccide a sua volta.

Valeria Rombolà
Da sempre sono una grande appassionata di libri e giornalismo, tento oggi di realizzare i miei sogni tra mille peripezie e tanta positività. Energica,solare e sempre spiritosa con tanta voglia di imparare e buttarmi in nuove avventure!
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola