Condividi
Riassunto La Lupa di Giovanni Verga: personaggi, analisi e commento
Condividi su

Riassunto La Lupa di Giovanni Verga: personaggi, analisi e commento

Di Selena
pubblicato il 09 marzo

I professori vi hanno assegnato il riassunto de La Lupa, la novella di Verga? Se non sapete da che parte cominciare qui trovate il riassunto svolto pronto per voi!

Riassunto La Lupa di Giovanni Verga: personaggi, analisi e commento

La Lupa: riassunto e analisi

A scuola vi hanno assegnato il riassunto della novella La Lupa di Giovanni Verga e all’idea di leggere quelle righe vi sta venendo un attacco d’ansia? Non disperatevi, perché noi di ScuolaZoo lo abbiamo già fatto per voi. Il riassunto de La Lupa, novella inserita nella raccolta Vita di Campi, di per sé, non è difficile, ma bisogna fare molta attenzione alla descrizione del personaggio principale e soprattutto prestare una cura particolare all’analisi e commento della novella di Giovanni Verga. Come in tutte le sue opere, infatti, vi è un significato nascosto e un linguaggio molto particolare che viene adottato per rendere il testo realistico e veritiero al 100%. La protagonista de La Lupa è una donna diversissima da tutte quelle descritte solitamente nelle sue opere in quanto è un personaggio quasi simile a una strega con una carica sessuale animalesca quasi estrema. La Lupa, infatti adescherà un giovane conducendolo quasi alla follia e lui, esasperato, la ucciderà. Ora che abbiamo un’idea un po’ generale della trama de La Lupa, vediamo insieme il riassunto breve di questa novella di Giovanni Verga.

Leggi anche:

riassunto-lupa-giovanni-verga(2)

credits immagine wikipedia

La Lupa: riassunto breve

Gnà Pina, la protagonista della novella, viene chiamata dai suoi concittadini “La lupa”. È una donna alta, magra, con una fisicità molto sensuale nonostante non sia più giovanissima. La figura della lupa desta un misto di invidia e paura nelle altre donne del paese le quali, quando la vedono camminare da sola, come un cane randagio, arrivano a farsi il segno della croce. Gnà Pina è quindi una donna esclusa dalla società per colpa probabilmente proprio del suo atteggiamento conturbante e a tratti diabolico. Nonostante questo, La Lupa ha una figlia, Maricchia, una dolce e bella ragazza rassegnata a rimanere sola a causa della nomea e del comportamento della madre.

Un giorno La Lupa si imbatte in un giovane appena tornato dal servizio militare, Nanni. Il ragazzo lavora come bracciante nei campi vicino alla sua abitazione e, in realtà, è innamorato della figlia della Lupa, Maricchia. Gnà Pina, follemente innamorata del giovane, decide di dargli in sposa la figlia con l’unico scopo di avere Nanni in casa, il più vicino possibile a lei, per poterlo sedurre. Il diabolico piano della Lupa si compie: Nanni sposa Maricchia e i due vanno a vivere proprio in casa di gnà Pina. In un primo momento, davanti ai tentativi di seduzione della madre nei confronti del marito, Maricchia tace, ma alla fine esasperata cerca di fermare la madre, intimandole di smettere di provare a corrompere Nanni.

La Lupa però è inarrestabile e continua a cercare di sedurre il marito della figlia. Maricchia a quel punto denuncia la madre alle forze dell’ordine chiedendo che gnà Pina venga allontanata da casa. Nanni, nel mentre, viene convocato dalla Polizia per giustificare i motivi del suo ripetuto adulterio nei confronti della moglie e davanti alle forze dell’ordine l’uomo si lascia andare alla sua totale disperazione non negando i tradimenti, ma limitandosi a piangere a strillare che la donna era la “tentazione dell’inferno” e che dovevano mettere lui in galera affinché non la vedesse mai più. Le forze dell’ordine così intimano alla Lupa di lasciare l’abitazione, ma la donna non se ne vuole andare. Ad un certo punto, però, Nanni viene ferito gravemente da un mulo e rischia di morire: il prete, tuttavia, non vuole dare al ragazzo l’estrema unzione se la Lupa è in casa e solo a quel punto gnà Pina decide di andarsene. Inizia un brevissimo periodo di serenità per Maricchia e Nanni, ma quando le condizioni del giovane sono migliorate, La Lupa torna a casa. Nanni disperato la implora di lasciarlo stare, di non perseguitarlo più, ma è tutto inutile. Nanni alla fine uccide la Lupa e questo gesto brutale ed estremo chiude, con altrettanta rapidità, la novella.

Commento La Lupa di Giovanni Verga

Questa novella di Giovanni Verga, La Lupa, è molto particolare. La figura femminile qui descritta è caratterizzata da questa sessualità così estrema e animalesca da essere paragonata al diavolo o a una strega. La donna sembra riuscire ad ammaliare il povero Nanni, che non riesce a resistere alla donna e cede alle sue tentazioni come se fosse sotto l’effetto di un incantesimo che si può rompere solo in modo brutale e quindi con un assassinio. L’uomo è una vittima, la donna una creatura diabolica e il potere di seduzione è fatale. Questo personaggio femminile di Verga è insolito e si contrappone a tutti gli altri nati dalla sua penna. Non vi è attaccamento alla famiglia o alla “roba“: gnà Pina è pronta a sacrificare tutto per il proprio piacere.

Analisi La Lupa: il personaggio di gnà Pina

La Lupa, gnà Pina è il personaggio su cui incentrare l’analisi della novella. Viene descritta usando molte metafore sessuali e diaboliche. Tutte le parole sono scelte con cura per rappresentare il carattere della donna: le labbra rosse, gli occhi di satanasso che vi mangiavano. È un personaggio che rappresenta l’estraneo dalla comunità, una reietta malefica. La Lupa è un elemento disturbante nel nucleo familiare di Nanni e Maricchia poiché trasgredisce ogni tabù morale e sfida tutte le convenzioni sociali della Sicilia dell’epoca e per questo viene dipinta come una strega nell’immaginario popolare. La Lupa, il soprannome datole dalla comunità, rappresenta tutto questo: una belva affamata che spolpa l’uomo. Nella narrazione, poi, non mancano i proverbi, tipici della scrittura di Verga, tra cui ricordiamo:”Tra le quindici e l’imbrunire le donne oneste non si fanno vedere in giro”.

Novelle e romanzi Giovanni Verga: riassunti, commenti e analisi

Oltre a La Lupa, state cercando il riassunto delle altre opere di Giovanni Verga? Li trovate di seguito, con tanto di commento e analisi:

(Credits immagine di copertina Bookrepublic)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Copiare a Scuola Scuola