Condividi
Tema svolto sull’amicizia per la scuola media
Condividi su

Tema svolto sull’amicizia per la scuola media

Di Alice Giusti
pubblicato il 24 luglio

Tema sull’amicizia: cosa scrivere in un tema sugli amici e il valore dell’amicizia per la scuola media? Prendi spunto dal nostro tema svolto!

Tema svolto sull’amicizia per la scuola media

Tema sull’amicizia

Tempo di vacanze, ma anche di compiti scolastici! Certo, l’idea di passare il tempo a studiare d’estate non alletta nessuno, ma con qualche piccolo trucco si può ridurre i tempi che i nostri genitori, tate o nonni vogliono puntualmente che dedichiamo alla scuola anche durante il periodo di vacanze estive! Se sei uno studente di scuola media, è probabile che la tua insegnante di italiano ti abbia chiesto di scrivere un tema sull’amicizia, oppure potrà averti assegnato la scrittura di alcuni testi liberi per rimanere esercitato. Per obbligo o per scelta vuoi scrivere un tema su cos’è l’amicizia e sugli amici? Noi di ScuolaZoo siamo sempre qui al tuo servizio per aiutarti: ecco un tema svolto sui valori dell’amicizia per la scuola media!

Leggi anche:

Cerchi altri temi? Leggi: Temi d’attualità, argomenti, tracce svolte

tema amicizia

Tema sui valori dell’amicizia: introduzione

Si può vivere senza amici? È una domanda che mi pongo spesso, ogni volta che guardo la mia compagna di banco fare una faccia buffa, facendomi ridere anche dopo che sono a terra per un brutto voto o ho la giornata storta. Io e Eva siamo amiche da quando eravamo piccole e non potrei immaginarmi senza di lei al mio fianco. Perché? C’è sempre, anche quando nessuno lo ha chiesto; perché mi capisce, senza che io abbia bisogno di parlare; perché insieme ci divertiamo e abbiamo così tante avventure da raccontare ai nostri figli e nipoti (se mai li avremo) un giorno.

Tema sugli amici per la scuola media: svolgimento

Che cos’è l’amicizia se non condivisione, supporto e anche scontro fatto a fin di bene? L’amicizia è un bel sentimento e a essere sinceri, soprattutto nell’età dell’adolescenza, avere qualcuno a tuo fianco spesso salva la vita, in modo più o meno letterale. Secondo diversi miei compagni l’importante è avere tanti amici, ma io non sono poi così d’accordo. Certo, avere un bel gruppo con cui uscire, farsi fotografie, studiare e ritrovarsi è senz’altro positivo, ma siamo sicuri che siano davvero così amici? Quanti del gruppo di classe con cui esco spesso adesso continuerò a frequentare e perfino a salutare quando andrò alle superiori e non saremo più in classe o a scuola insieme? Quanti di loro potrò chiamare nel cuore della notte quando avrò un problema, starò male o mi sarò lasciata da un ragazzo? Forse tutti, molto più probabilmente pochi, probabilmente nessuno. Per non parlare poi di coloro che fanno gli amici e poi spariscono o parlano male di te alle spalle. A volte dubito perfino di Eva: cioè, mi chiedo, durerà o cambierà il nostro rapporto di amicizia? La verità è che non ho una risposta alla prima domanda: forse resteremo amiche, forse un giorno ci allontaneremo, forse avremo altre amicizie, chissà. Anche se non credo. Alla seconda penso di avere una risposta sicura: la nostra amicizia cambierà. Da una parte il pensiero mi fa paura perché il nostro rapporto è bello così com’è, ma se la nostra amicizia sarà così forte (come spero) da reggere l’urto degli anni, di sicurò cambierà con la fine della scuola, l’università, il lavoro, eventuali famiglie, i sogni da realizzare nel cassetto, la vita di ognuna delle due che va avanti.

Cos’è l’amicizia tema svolto: conclusione

Anche se la nostra amicizia cambierà, tuttavia, questo non vuol dire che sarà in peggio. Mia sorella, che di anni ne ha quasi trenta, ha come migliori amiche alcune sue compagne delle medie e del liceo. Prima si vedevano 24 ore al giorno, adesso forse riescono a vedersi una o due volte al mese, ma fanno di tutto per organizzarsi, si trovano anche quando sono stanche e si sentono il più possibile. E ogni volta che si ritrovano, è come se non si fossero mai lasciate. Ecco, penso che l’amicizia sia proprio questo: sapere di non essere da soli, ma di avere qualcuno, al di fuori dei familiari, che per qualche motivo ti vuole bene e ti ha scelto e non ti abbandona. Nei momenti felici e nei momenti bui, che sia sempre presente oppure lontano fisicamente, l’importante è esserci con il cuore. E con un pacco di biscotti al cioccolato, preferibilmente.

Preferisci fare da solo? Leggi:

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola