Condividi
Primo giorno di scuola 2018: 7 consigli per superare l’ansia
Condividi su

Primo giorno di scuola 2018: 7 consigli per superare l’ansia

Di Nadia Pieri
pubblicato il 31 agosto

Chi non ha mai avuto l’ansia di ricominciare la scuola? Volete sapere come superarla? Leggete questo articolo e troverete le risposte al problema!

Primo giorno di scuola 2018: 7 consigli per superare l’ansia

Primo giorno 2018: come sconfiggere l’ansia da inizio

Il primo giorno di scuola 2018 é un motivo di grande ansia. C’é chi torna da un’estate indimenticabile, c’é chi pensa di essere ancora a giugno e chi ormai si é dimenticato di come usare la penna! Le stesse parole “primo giorno di scuola” dicono tutto, l’inizio di un nuovo anno e quindi l’inizio di nove mesi di studio intenso, di pomeriggi passati in casa e di sclerate contro i prof. Se volete delle dritte per sapere come mandare via ogni paura e terrore e non farvi prendere dal panico siete nel posto giusto! Qui vi daremo i 7 consigli per superare l’ansia da primo giorno di scuola 2018!

Scopri quando inizia la scuola nella tua città, leggi qui:

Non perdere:

Back to school 2018: le soluzioni se hai paura dell’inizio della scuola

Ecco qui in tuo aiuto sette consigli per superare l’ansia da primo giorno di scuola:

  1. Pensa positivo. La scuola non é solo studio ma un luogo dove si possono incontrare persone interessanti. Pensa a questo nuovo anno scolastico come un’opportunità per allargare il tuo cerchio di amicizie, fare nuove esperienze e magari chissà trovare un nuovo amore!
  2. Fai dello shopping pre-scuola. Per distrarti e non stare a pensare al nuovo anno che rincomincia vai a fare del buono e sano shopping. Scegli accuratamente il tuo nuovo materiale scolastico, sceglilo colorato e un po’ stravagante in modo che ti porti allegria. Compra dei nuovi vestiti e inizia a pensare al look perfetto per iniziare.
    Diario ScuolaZoo 2017 2018: classico & personalizzato
    Come vestirsi il primo giorno di scuola superiore: guida ai look
    Scegli il tuo slime preferito per ingannare il tempo durante le ore noiose di lezione
    La penna cancellabile perfetta per nascondere tutti gli errori!
  3. Fissati degli obiettivi. In vista del nuovo anno é molto importante porsi degli obiettivi, essere organizzati e sapere ciò che si vuole. Pensa a tutti i traguardi che vuoi raggiungere, agli sbagli che non vuoi ripetere e metti in pratica tutto ciò con grinta e motivazione.
  4. Non pensare all’estate ormai finita. Hai passato un’estate indimenticabile, adori le stagioni calde e il solo pensiero di ritornare a mettere i maglioni ti fa venire l’ansia. Non continuare a pensare all’estate passata e a tutte le cose meravigliose che ti sono successe, questo ti farà venire ancora meno voglia di tornare a scuola. L’estate non é una sola, quindi non preoccuparti che presto tornerà!
  5.  Trova delle distrazioni. Non passare i tuoi ultimi giorni di vacanza in preda all’ansia dell’inizio. Goditi i tuoi ultimi momenti di libertà; esci con i tuoi amici, vai alle feste e divertiti, insomma svagati più che puoi. Gli ultimi giorni di vacanza sono davvero preziosi non sprecarli!
  6. Circondati di persone solari. Non trovarti un vicino di banco pessimista, uno che non ha voglia di fare niente e che vede tutto nero. Circondati di persone energiche, che possano metterti di buon umore e che ti facciano iniziare con positività ed entusiasmo. Iniziare con energia é la chiave per vivere al meglio!
  7.  Fai un po’ di training autogeno. Prima di andare a scuola prenditi qualche minuto per te, accendi della musica rilassante e fai dei respiri profondi. Lascia andare via dalla mente tutti i pensieri negativi e concentrati sugli aspetti positivi che la scuola ti può offrire.
    Quindi, cosa stai aspettando? Segui i miei consigli e vivrai un anno indimenticabile!
Nadia Pieri
Nel tempo libero mi piace uscire con gli amici, ascoltare la musica, leggere e andare in palestra. Da grande mi piacerebbe diventare una giornalista. Il mio motto è: "Non rinunciare ad un sogno solo perché pensi che ti ci vorrà troppo tempo per realizzarlo"
Leggi altri articoli in News Scuola