Condividi
Inizio autunno 2018: perché è il 23 settembre e non il 21
Condividi su

Inizio autunno 2018: perché è il 23 settembre e non il 21

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 21 settembre

Quella del cambio di stagione è una scienza esatta, nonostante le apparenze. Volete sapere perché l’addio all’estate dovrà essere dato domenica? Ve lo spieghiamo noi in modo semplice!

Inizio autunno 2018: perché è il 23 settembre e non il 21

Equinozio di Autunno: quand’è e cosa sapere

Ragazzi, siete convinti che l’autunno inizi il 21 settembre? Stiamo per stravolgervi una delle poche certezze della vita con una notizia bomba: l’inizio della stagione autunnale è quest’anno domenica 23 settembre. Insomma, non ci sono più le mezze stagioni e non si può più contare sulla facile regola del 21 come giorno del mese di inizio delle varie stagioni. Perché accade questo? Qual è il suo significato? La ragione è di tipo astronomico ed è legata all‘equinozio di autunno. Volete saperne di più? Armatevi di pazienza e ve lo spieghiamo.

Avete bisogno di un tema sull’autunno, la sua descrizione e significato? Non perdete le nostre tracce svolte:

autumn_leaves_autumnal_leaves_fall_colorful_trees_autumn_mood_red-1251802.jpg!d

Foto: PxHere

Perché l’autunno non inizia il 21 settembre?

In realtà la spiegazione è molto più semplice del previsto, e non c’è nulla per cui perdere la testa. Il cambio di stagione dall’estate all’autunno avviene durante l’evento astronomico dell’equinozio d’autunno, ovverosia quel giorno durante il quale le ore diurne sono uguali a quelle notturne a seguito dalla rivoluzione terrestre.

L’equinozio però non è fisso, e dunque non deve cadere per forza il 21 settembre; al contrario può spostarsi e spesso e volentieri finisce per verificarsi il 22 o il 23 settembre. Anche le altre stagioni non cadono sempre il 21 del corrispettivo mese in quanto il movimento della Terra attorno al Sole non è esattamente equivalente all’anno, ma dura 365 giorni e 6 ore (anzi, per la precisione 5 ore, 48 minuti e 49 secondi).

Ogni 4 anni questo scarto viene sanato con l’aggiunta di un giorno in più… esatto si tratta proprio dell’anno bisestile con tanto di 29 febbraio fantasma. La faccenda è un po’ più complessa, perché per l’appunto ballano quasi 12 minuti, e infatti secondo le regole bisogna togliere un giorno ogni 100 anni e raggiungere un giorno ogni 400. Non preoccupatevi se vi è venuto il mal di testa, capita.

Quest’anno l’autunno inizierà allora il 23 settembre alle 3.54 del mattino, almeno per quanto riguarda l’Italia. Come si fa a capire quando inizia la stagione? Basta sapere cosa vuol dire equinozio: dal latino “aequa-nox”, dunque “notte uguale“, quindi l’esatto momento di passaggio è segnato dal Sole e dalla sua posizione nell’esatto zenit rispetto all’equatore. I raggi dell’astro sono così perpendicolari alla Terra, con perfetta distribuzione delle ore di luce e di buio, e in quel momento Polo Nord e Sud sono tagliati dalla stessa linea d’ombra.

Nel caso questa spiegazione vi sia piaciuta vi diamo un’anticipazione: allacciate le cinture, perché la primavera del 2019 inizierà il 20 marzo! In realtà è così da 80 anni a questa parte, ma tutti preferiscono far finta di niente…

Foto Copertina: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in News Scuola