Condividi
Eclissi lunare: dove vederla a Milano, Roma, Firenze e Napoli
Condividi su

Eclissi lunare: dove vederla a Milano, Roma, Firenze e Napoli

Di Chiara Greco
pubblicato il 16 luglio

Eclissi lunare 16 luglio: stasera non perdetevi l’eclissi di luna: il nostro satellite si colorerà di rosso regalandoci uno spettacolo mozzafiato! Ecco tutti i punti in città e fuori da cui osservarla al meglio!

Eclissi lunare: dove vederla a Milano, Roma, Firenze e Napoli

Eclissi lunare 16 luglio 2019: come vederla dalle principali città italiane e eventi

Questa sera tutti con il naso all’insù: nel cielo potrete osservare uno dei fenomeni astronomici più affascinanti di sempre, l’eclisse di Luna. Quella di oggi, 16 luglio 2019, non sarà un’eclisse totale, come quella osservata l’anno scorso, visto che la Luna entrerà nel cono d’ombra generato dalla Terra solo per una parte. L’eclissi parziale sarà visibile dopo le 22 e lo spettacolo durerà fino alle 2 di notte, con un picco alle 23. Scopri dove osservarla meglio dalle principali città italiane e quali eventi sono stati organizzati per celebrare questo fenomeno!

Vuoi scoprire gli orari in cui osservare il fenomeno e di cosa si tratta? Non perdere:

dove vedere eclissi di luna 2019

Luna: dove osservare l’eclissi nelle città italiane

Questa sera volete passare una serata speciale? Allora dovete assolutamente programmare una gita in un luogo poco luminoso e che permetta una visione chiara e limpida del cielo. Nuvole permettendo, il fenomeno dell’eclissi sarà visibile ad occhio nudo quindi non avete bisogno di materiali sofisticati per osservarlo. Scopri come e dove andare nelle principali città italiane.

Eclissi di Luna a Milano: eventi e dove vederla

Le città sono il posto peggiore dove osservare le eclissi per via del forte inquinamento luminoso che crea un filtro tra il cielo e chi lo osserva. La Luna, fortunatamente, è abbastanza grande da esser vista anche se in un posto molto luminoso, ma per godere al meglio del fenomeno dovete esser bravi a trovare lo scorcio giusto! Ecco alcune dritte:

  • i parchi. Solitamente l’inquinamento luminoso è ridotto nelle zone ricche di vegetazione, come i parchi. Grazie anche all’assenza di edifici che ostruiscono la visuale del cielo, i parchi sono i posti migliori dove osservare un’eclisse di Luna. Vi consigliamo di raggiungere i più grandi così da avere un’area maggiore d’osservazione, come Parco Sempione e Indro Montanelli.
  • zone periferiche. Man mano che ci si allontana dalla coltre fitta di palazzi del centro città il cielo diventa più limpido, ciò accade perché seppur l’illuminazione urbana continua ad essere presente, l’assenza di grosse strutture permette una visione più chiara del cielo. Da qui potrete osservare meglio la Luna. Ecco alcune zone strategiche: City Life o Bicocca.
  • raggiungete i punti più alti della città. Se ne avete la possibilità perché abitate in un palazzo composto da più di 7 piani, uno dei punti migliori da cui osservare la Luna sono le terrazze dei palazzi. Più in alto siete, meno ostruzioni visive avrete e risentirete meno dell’inquinamento luminoso, visto che le luci urbane sono poste più in basso.

Il Circolo Astrofili di Milano ha preparato un evento per osservare al meglio il fenomeno astronomico. A Rozzano questa sera è previsto un evento presso il prato di Cascina Grande, in via Togliatti 105, dove saranno posti diversi telescopi per osservare gratuitamente l’eclissi da vicino.

Eclissi a Roma: come osservarla e eventi

L’eclissi sarà visibile da tutta Italia quindi se vi trovate a Roma basta seguire le dritte che vi abbiamo dato precedentemente e riuscirete a non perdervi questo evento. Per la capitale, vi segnaliamo i posti migliori da cui osservare il fenomeno:

  • Villa Borghese, Monte Mario, Parco degli Acquedotti, Parco della Caffarella;

Roma non si trova così lontana dalle località marine, come Ostia, quindi se siete automuniti organizzate una spedizione sulla spiaggia perché quello è il punto migliore da cui osservare l’eclisse: niente inquinamento luminoso e visuale completa. A Roma, inoltre, è stato organizzato un evento pubblico gratuito dall’Accademia delle Stelle: questa sera potrete osservare con dei telescopi l’eclissi di Luna, e i pianeti Giove e Saturno, al Santuario del Divino Amore.

Firenze, eclissi di Luna: eventi organizzati per il 16 luglio

Se vi trovate a Firenze ecco le dritte per poter osservare meglio l’eclissi di Luna:

  • recatevi negli spazi aperti come parchi e giardini, o andate nei punti più alti della città: Parco delle Cascine, Tomba etrusca della Montagnola, Villa Bardini;

A Firenze verrà celebrata l’eclissi ricordando anche l’allunaggio, avvenuto proprio nella giornata di oggi di 50 anni fa. Alle 19.30 non perdete la Moon Talk, un evento organizzato dal Circolo Astrofili di Firenze per raccontare qualche aneddoto sulla Luna, fare un aperitivo insieme e poi osservare l’eclissi con i telescopi. L’appuntamento è al Parco Museo di Poggio Valicaia, a Scandicci.

Eclissi di Luna Napoli: dove andare e eventi organizzati

Siete a Napoli e non vi volete perdere l’eclissi di Luna per nulla al mondo? Oltre a sfruttare tutti i parchi aperti, come il Bosco di Capodimonte o il Parco del Poggio, e i punti più isolati della città, l‘Osservatorio Astronomico di Napoli ha organizzato un evento imperdibile: Stregati dalla Luna. Si partirà alle 19.30 con un aperitivo di benvenuto, seguito poi da una breve chiacchierata con Massimo della Valle e Patrizia Caraveo, due astronomi dell’Istituto Nazionale di Astrofisica, in cui si parlerà anche dell’allunaggio. Dopo la breve conferenza, si passerà all’aperitivo e poi all’osservazione dell’eclissi, guidata dall’Unione Astrofili Napoletani.

(Credits Immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola