Condividi
Giornata della lotta alla mafia 2019: le frasi di chi ha sempre lottato
Condividi su

Giornata della lotta alla mafia 2019: le frasi di chi ha sempre lottato

Di Selena
pubblicato il 20 marzo

Il 21 marzo 2018 si celebra la Giornata della Lotta alla Mafia e del ricordo delle vittime innocenti: qui trovate le frasi più belle ed interessanti scritte da chi ha sempre lottato contro questa piaga.

Giornata della lotta alla mafia 2019: le frasi di chi ha sempre lottato

Giornata legalità 2019: frasi contro la mafia per il 21 marzo

Come ogni anno, il 21 marzo si celebra la Giornata della Memoria dell’Impegno per ricordare tutte le vittime innocenti morte per lottare contro la mafia o che hanno perso la vita a causa e per mano delle organizzazioni malavitose. Falcone e Borsellino sono solo i nomi più famosi di un lungo elenco di persone che hanno combattuto e combattono, ogni giorno e nel loro piccolo, contro le associazioni mafiose come Cosa Nostra, Camorra, ‘Ndrangheta e Sacra Corona Unita, e che troppo spesso vengono dimenticate e operano o muoiono in silenzio. Per questo motivo, in occasione della Giornata della lotta alla Mafia 2019 del 21 marzo a scuola i professori potrebbero assegnarvi un tema o un compito in classe su questo argomento. Noi di ScuolaZoo così abbiamo preparato per voi una serie di frasi contro la mafia scritte da chi ha sempre lottato contro questa piaga che attanaglia la nostra società. Potrete usare queste citazioni e aforismi come incipit nel tema o come ispirazioni per una verifica a scuola…

frasi-contro-mafia-21-marzo-2018

Giornata della lotta alla mafia: citazioni famose per il 21 marzo

Per iniziare quindi ad approfondire un po’ l’argomento della lotta alla mafia in occasione del 21 marzo, la Giornata della Memoria e dell’Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, ecco un po’ di citazioni famose di chi ha sempre lottato contro i mafiosi. Sono moltissimi gli autori, i magistrati come Falcone e Borsellino, gli attori e  gli scrittori che si sono impegnati e che continuano a impegnarsi per debellare la mafia dal nostro paese. Sentiamo, o meglio, leggiamo tramite le loro parole i pensieri più forti per dire “no” alla mafia.

  • La mafia non è affatto invincibile; è un fatto umano e come tutti i fatti umani ha un inizio e avrà anche una fine. Piuttosto, bisogna rendersi conto che è un fenomeno terribilmente serio e molto grave; e che si può vincere non pretendendo l’eroismo da inermi cittadini, ma impegnando in questa battaglia tutte le forze migliori delle istituzioni. Giovanni Falcone
  • Nelle fiabe non si insegna ai bambini che esistono i draghi, quello lo sanno già, si insegna ai bambini che i draghi si possono sconfiggere. Ed è quello che fanno scrittori come Saviano. Non dicono che la mafia c’è, ma dicono che la mafia può essere sconfitta. Roberto Benigni
  • Io voglio scrivere che la mafia è una montagna di merda! Noi ci dobbiamo ribellare. Prima che sia troppo tardi! Prima di abituarci alle loro facce! Prima di non accorgerci più di niente! Peppino Impastato
  • L’impegno contro la mafia, non può concedersi pausa alcuna, il rischio è quello di ritrovarsi subito al punto di partenza. Paolo Borsellino
  • Una delle cose che le organizzazioni temono di più è l’agire da uomini, l’agire con dignità, il non piegarsi, il non chiedere come un favore ciò che ci spetta di diritto. Roberto Saviano
  • Il popolo siciliano è un popolo forte, generoso, intelligente. Il popolo siciliano è il figlio di almeno tre civiltà: la civiltà greca, la civiltà araba e la civiltà spagnola. E’ ricco di intelligenza questo popolo. Quindi non deve essere confuso con questa minoranza che è la mafia. E’ un bubbone che si è creato su un corpo sano. Sandro Pertini
  • Per me da bambino la mafia era lontana pur essendo dietro casa. Chissà quante volte ero vicino a un mafioso, senza saperlo. Giocavo a calcio di fronte alla casa dove Vito Ciancimino riceveva Provenzano: magari è arrivata qualche pallonata sulla sua macchina. Il rischio è abituarsi. Se il negozio vicino a scuola prende fuoco perché non pagano il pizzo, la prima volta fa impressione, la decima ti abitui. E invece bisogna scandalizzarsi: abituarsi significa rassegnarsi. Pif
  • Quando si dice che i giudici sono antropologicamente matti, diversi. Berlusconi dice una cosa vera. Perché bisogna essere matti come Falcone, Borsellino, Livatino, Chinnici e tanti altri eroi civili, per sacrificare la propria vita in nome della legalità. In questo i giudici sono diversi, per combattere la mafia hanno il coraggio di rischiare la vita. Spero che mi facciano giudice ad honorem, per condividere ed onorare questa diversità dei giudici. Andrea Camilleri

Se volete avere quanti più elementi possibili per non arrivare impreparati alla Giornata della Lotta alla Mafia leggete qui:

Temi sulla mafia in occasione del 21 marzo 

Se a scuola i professori proprio in occasione della XXIII Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti di mafia  vi dovessero assegnare un tema sulla mafia non preoccupatevi. Noi di ScuolaZoo abbiamo pronte per voi diverse tracce! Eccole:

(Fonte immagine: Wikipedia e Flickr)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola