Condividi
Rientro a settembre 2020, al via i lavori per ingrandire aule e spazi: a quali Regioni sono stati dati più fondi?
Condividi su

Rientro a settembre 2020, al via i lavori per ingrandire aule e spazi: a quali Regioni sono stati dati più fondi?

Di Alice Giusti
pubblicato il 16 luglio

Ci hanno detto più volte che a settembre rientreremo in sicurezza a scuola… e il Ministero dell’Istruzione stanzia i fondi per allargare aule e spazi didattici nelle scuole.

Rientro a settembre 2020, al via i lavori per ingrandire aule e spazi: a quali Regioni sono stati dati più fondi?

Primo giorno di scuola 2020 in sicurezza: il MI pubblica online le graduatorie per l’edilizia scolastica “leggera”

Il rientro a scuola a settembre 2020 è un bel grattacapo per il Ministero dell’Istruzione e per tutti i presidi delle scuole italiane che, per permettere agli studenti di tornare in classe in sicurezza, devono adeguare classi e spazi per mantenere il distanziamento fisico e sociale ed evitare il più possibile di arrivare a soluzioni come la turnazione mattina/pomeriggio o in DAD. Per permettere i lavori necessari nelle scuole ad aule e spazi didattici, il MI ha stanziato 330 milioni di euro: si tratta di edilizia “leggera” e quindi non di ristrutturazione totale delle scuole. Nella giornata di ieri, giovedì 15 luglio, è stata pubblicata la graduatoria con la distribuzione dei fondi tra le varie Regioni d’Italia, in base al numero di richieste arrivate al Ministero.

Come sono stati distribuiti i fondi per l’adeguamento delle classi?

Gli Enti Locali hanno avuto la possibilità di partecipare a 2 avvisi per ricevere questi fondi che rientrano nell’ambito del Programma Operativo Nazionale (PON) “Per la scuola, competenze e ambienti per l’apprendimento” 2014-2020 (in sostanza si tratta dei famosi Fondi strutturali dell’Unione Europea, cioè fondi che arrivano dall’UE per finanziare specifici progetti nazionali) per un totale di oltre 326milioni di euro, pari al 98% delle risorse disponibili. Ecco qualche dato in più:

  • sono 5.664 gli Enti che hanno richiesto i finanziamenti per le scuole (84% del totale)
  • La Lombardia è la Regione che ha presentato il numero più alto di candidature (1.033)
  • La cifra finale allocata è di 326.319.000,00 euro

Qua la tabella completa con le richieste delle Regioni e le risorse stanziate:

fondi-graduatorie-rientro-settembre-2020

«A settembre potremo tornare a scuola in presenza e in sicurezza», il commento della Ministra Azzolina

«Stiamo lavorando in modo spedito e concreto per la ripresa delle attività didattiche a settembre», ha spiegato la Ministra Azzolina, «Stiamo dando agli Enti Locali, che sono i proprietari degli edifici scolastici, le risorse e gli strumenti per intervenire. Il Protocollo d’Intesa siglato con il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture, in accordo con i sindacati, assicurerà lavori celeri, spediti. Grazie alla collaborazione di tutti potremo tornare a scuola in presenza e in sicurezza». Sembra quindi che adesso Comuni, Città Metropolitane, Province e scuole possono attivarsi per finire i lavori entro settembre permettendo così il normale rientro a scuola di tutti gli studenti.

Leggi anche:

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Scuola