Condividi
Sciopero studenti 16 e 17 novembre 2018: manifestazioni, motivi e assenze a scuola
Condividi su

Sciopero studenti 16 e 17 novembre 2018: manifestazioni, motivi e assenze a scuola

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 14 novembre

Sono quattro le date degli scioperi della scuola previsti per novembre: scopriamo insieme tutte le motivazioni dello sciopero degli studenti del 16 e 17 novembre 2018. 

Sciopero studenti 16 e 17 novembre 2018: manifestazioni, motivi e assenze a scuola

Sciopero studenti 16 e 17 novembre 2018: manifestazioni, motivi e assenze a scuola

Il 16 e 17 novembre 2018 è previsto un nuovo sciopero della scuola, il secondo (dopo quello del 12 novembre) di quattro agitazioni sindacali previste in questo mese e promosse da professori e studenti. In questa data a scioperare saranno gli studenti, che potranno prendere parte ad una delle manifestazioni previste nelle più importanti piazze italiane. State già festeggiando all’idea di rimanere a casa evitando una giornata di lezione? Prima di programmare il vostro giorno off da scuola il 16 e 17 novembre, cerchiamo però di rispondere a tutte le domande che vi frullano in testa: perché si protesta? Devo portare la giustificazione in caso di assenza per lo sciopero? Sono a rischio le lezioni? ScuolaZoo vi fornirà tutto ciò che c’è da sapere sullo sciopero di venerdi 16 e sabato 17 novembre 2018 in questo articolo.

Lezioni a rischio anche a dicembre: è stato proclamato uno sciopero della scuola lunedì 10 dicembre. Ecco cosa sapere:

sciopero-scuola-12-novembre-2018

Sciopero scuola 2018: perché si protesta il 16 e 17 novembre?

In questo mese ricco di scioperi, qui vi parleremo dello sciopero nazionale del 16 e 17 novembre che riguarderà gli studenti. Lo sciopero è stato promosso dall’UDU e dalla Rete degli Studenti Medi. Lo sciopero vedrà gli studenti scendere in piazza per protestare contro la situazione dell’edilizia scolastica, l’abbandono scolastico, il sistema dell’alternanza scuola lavoro e i tagli decisi dal governo in tema di Istruzione e ricerca.

Lezioni a rischio 16 e 17 novembre 2018: decidi di rimanere in piazza? Porta la giustificazione!

Nel caso di questo sciopero, essendo protagonisti gli studenti, i docenti svolgeranno normalmente lezione. Decidi di restare a casa per dormire di più la mattina ed evitare di prender parte alle lezioni in una classe semivuota? Se decidi di non andare a scuola, il giorno successivo sarai comunque tenuto a portare la giustificazione per l’assenza: è obbligatorio! E, se vi state chiedendo se lo sia anche nel caso in cui siate scesi in piazza a protestare contro tagli e problemi scolastici, è obbligatorio anche in questo caso!

Scritto da Camilla Ficchì

(Foto Credits: Pixabay)

Redazione ScuolaZoo
Leggi altri articoli in News Scuola