Condividi
Sciopero Scuola 17 maggio: i sindacati autonomi confermano la protesta contro il MIUR, i motivi
Condividi su

Sciopero Scuola 17 maggio: i sindacati autonomi confermano la protesta contro il MIUR, i motivi

Di Selena
pubblicato il 06 maggio

Alla fine lo sciopero della scuola del 17 maggio pare essere confermato: alcune sigle sindacali infatti non sono d’accordo con le decisioni del MIUR e portano avanti la protesta.

Sciopero Scuola 17 maggio: i sindacati autonomi confermano la protesta contro il MIUR, i motivi

Scuola, sciopero del 17 maggio 2019 confermato: i motivi e la decisione dei sindacati

Sciopero sì o sciopero no? La scuola doveva fermarsi il 17 maggio per una protesta da parte di alcune sigle sindacali che volevano manifestare il loro disaccordo con la legge sull’assenteismo, la rabbia per l’assenza di stipendi adeguati ai professori e il desiderio di cancellare le logiche regionali per la scuola. Una serie di motivi più che validi che avevano unito tutti i professori appartenenti a diversi sindacati e avevano quindi lanciato questo sciopero della scuola per il 17 maggio 2019. La proteste si era però calmata qualche settimana fa, grazie ad un accordo con il MIUR, ma ora pare che lo sciopero della scuola del 17 maggio si farà nuovamente! Cerchiamo quindi di capire meglio cosa succederà!

Il primo giorno di scuola 2019/2020 è a rischio! Ecco perché:

sciopero-scuola-17-maggio-2019-confermato (1)

Motivi Sciopero 17 maggio 2019: la decisione dei sindacati autonomi contro il MIUR

Il MIUR, con una nota ministeriale del 2 maggio, ha dichiarato che il 17 maggio, alcune sigle sindacali autonome sciopereranno coinvolgendo tutto il personale a tempo determinato e indeterminato delle scuole. Niente da fare quindi. Per Cobas Scuola, Confasi, Anief, Unicobas Scuola, Cub Sur e Udir quel lungo incontro con il Ministero che sembrava aver portato ad un momento di “quiete” tra professori e governo, non basta e lo sciopero della scuola del 17 maggio 2019 diventa fondamentale. Secondo alcuni sindacati infatti quell’accordo conquistato nella notte tra il 23 e il 24 maggio è fumoso e non va ad eliminare realmente il problema del precariato.  Inoltre, sempre a detta dei sindacati, questo “contentino” di 100 euro in più nello stipendio servono a chiudere la pratica sotto campagna elettorale, ma non sono realmente utili per adeguare i compensi alle medie europee.

Sciopero Scuola 17 maggio: cosa fare se non si va in classe?

Cosa fare allora in occasione dello sciopero scuola del 17 maggio 2019? Come sempre voi siete tenuti a presentarvi in classe. Qualora decidiate di rimanere a casa dovreste poi portare la giustificazione nei giorni successivi. Il modo migliore per capire se lo sciopero del 17 maggio si farà o meno e se i vostri professori aderiranno oppure no, è scoprire a quale sindacato appartengono. Così facendo potrete farvi un’idea e capire se quel giorno sciopereranno o se le lezioni si svolgeranno normalmente.

(Fonte immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola