Condividi
Il 25 e 27 ottobre ci sarà uno sciopero della scuola
Condividi su

Il 25 e 27 ottobre ci sarà uno sciopero della scuola

Di Selena
pubblicato il 09 ottobre

Due giornate di proteste nel mondo della scuola: cosa fare con la giustificazione e cosa sapere.

Il 25 e 27 ottobre ci sarà uno sciopero della scuola

Di cosa Parliamo:

  • Vedremo quali sono i giorni dedicati allo sciopero dei professori e del comparto scolastico
  • Capiremo le motivazioni della protesta
  • Scopriremo se in caso di assenza sarà obbligatoria o meno la giustificazione.

Sciopero della scuola per due giorni ad ottobre

Dopo il grandissimo successo dello sciopero per il clima, il mondo della scuola scende di nuovo in piazza. Questa volta però non saranno gli studenti a scioperare ma il personale ATA e docente e le date da segnarsi sul calendario sono il 25 e il 27 ottobre. Vediamo allora insieme le motivazioni dello sciopero, se le lezioni saranno a rischio e come comportarsi con la giustificazione.

Per approfondire quali sono gli scioperi di novembre, leggete qui:

sciopero-scuola-25-27-ottobre-2019 (2)

Quali sono le motivazioni degli scioperi?

Due giornate dedicate agli scioperi: il 25 e il 27 ottobre. Ma quali sono le motivazioni dietro a queste giornate di proteste? Il 25 ottobre ad organizzare lo sciopero sono stati i sindacati Cub, Sgb, Si-Cobas, Usi-Cit. Lo scopo è quello di cancellare il precariato e puntare ad un aumento degli stipendi di tutti i lavoratori del mondo della scuola. Per quanto riguarda invece il 27 novembre lo sciopero è stato fortemente voluto da FederAta le cui motivazioni sono svariate:

  • immissione in ruolo degli assistenti amministrativi
  • creazione della figura di un assistente tecnico per ogni istituto
  • aumento di livello retributivo e contrattuale per i lavoratori

Sciopero 25-27 ottobre 2019: cosa fare in caso di assenza

Come sempre, durante le giornate di sciopero, gli studenti dovrebbero andare a scuola poiché la protesta interessa solo i professori e il personale scolastico. Tuttavia, se non volete ritrovarvi bloccati in classe con dei supplenti, e decidete di non andare a scuola sappiate che il giorno dopo sarete comunque obbligati a portare la giustificazione dell’assenza il giorno successivo.

Leggi anche:

(Fonte Immagini Pexels)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola