Condividi
Maturità 2019: 6 categorie di prof che affronterai all’esame di Stato
Condividi su

Maturità 2019: 6 categorie di prof che affronterai all’esame di Stato

Di Redazione ScuolaZoo
pubblicato il 10 giugno

Dal Finto Buono a Godzilla ecco tutte le caratteristiche di 6 possibili prof in cui potresti imbatterti all’esame di Maturità 2019.

Maturità 2019: 6 categorie di prof che affronterai all’esame di Stato

Maturità 2019: categorie di professori all’esame

Rieccoci qui amici maturandi, bentrovati nel nostro ormai consueto appuntamento ravvicinato con l’ansia. State tranquilli, questa volta non vi parlerò della Maturità 2019 in quanto tale (prometto di non infierire ulteriormente sul vostro stato nevrotico), ma di qualcosa che ci accomuna in questa folle avventura… in questo articolo vi presenterò i portatori sani di ansia per eccellenza: i prof.
In realtà, amici miei, i protagonisti della Maturità non sono gli studenti in crisi, bensì queste strane creature mitologiche che, a partire da aprile, cambiano le loro sembianze e i loro atteggiamenti retrocedendo ad uno stato di nevrosi primordiale che rasenta la psicopatia. Come avrete avuto modo di sperimentare anche voi, puntualmente, con l’avvicinarsi dell’esame di Stato si assiste ad una radicale evoluzione dei prof: da gentili, disponibili e comprensivi, assumono il famoso atteggiamento “Godzilla” di distruzione totale. Niente più scuse, niente più risate, i professori diventano belve dalle fattezze irriconoscibili il cui unico obiettivo è terminare il programma scolastico. Tale situazione, che da decenni affligge i liceali di ogni età, si amplifica ancor di più durante la Maturità poiché l’obiettivo, in questo caso, è quello di fare bella figura durante all’esame orale con i commissari esterni, completando gli argomenti, nella speranza che, questi vengano anche ben esposto da noi povere anime pie spremute fino all’osso. Questa corsa irrazionale contro il tempo, che ogni anno causa migliaia di vittime,  ha l’unico fine di esaltare quelle doti d’insegnamento che tutti i nostri cari prof pensano di possedere… ma che in realtà sono note solo a loro.

maturità-2019-prof-tipi-commissari-interni-esterni

Esame di Stato 2019: 6 tipi di prof da Maturità

Lo so che vi riconoscete esattamente nella situazione sopra descritta ragion per cui, consapevole del problema comune, ho deciso di stilare una classifica dei 6 tipi di prof elencandone gli atteggiamenti prematurità irritano maggiormente gli studenti:

  1. Lo scansafatiche: tutti noi studenti abbiamo avuto a che fare con questo tipo di prof almeno una volta nella vita. Si tratta de classico prof che prende tutto con filosofia, tanto che durante tutto l’anno non spiega, impiegando le sue ore di lezione nella visione di film, sperando (proprio come noi) che la sua materia non sia alla Maturità. Puntualmente però, a febbraio, dopo aver scoperto che proprio la materia da lui insegnata non solo sarà all’esame di Stato, ma anche soggetta alla valutazione di un commissario esterno, inizia a spiegare imperterrito tutto il programma che non è stato svolto dall’inizio dell’anno scolastico. Frase tipo: “Non è che mi fate fare brutta figura”?
  2. Il Finto Buono: tutti noi abbiamo quel prof che ama considerarsi il protettore degli studenti, che gode della fama da supereroe, che tranquillizza tutti affermando che lotterà per i nostri diritti alla Maturità 2019 e che mai e poi mai oserebbe sabotarci durante uno dei giorni più importanti della nostra vita. Tuttavia, il finto buono, in sede d’esami sfodera la sua vera natura arcigna e passa da paladino ad acerrimo nemico dei maturandi, facendo un’infinita serie di domande su argomenti sconosciuti alle quali è quasi impossibile rispondere. Insomma, una cattiveria degna dei più grandi Villains della Marvel: a confronto con la sete di sangue del finto buono, la brama di potere di Thanos risulta essere quasi innocua.
  3. Il Disinteressato: è l’unico tipo di prof che viene giudicato positivamente all’interno di questa classifica. Si tratta del tipico prof che prende tutto alla leggera, la cui materia non è soggetta a valutazione durante gli esami. Il disinteressato spiega poco, pretende ancora meno ed è molto generoso nei voti; inoltre tende a non stressare i maturandi in crisi. Comprende l’importanza di essere presentato agli esami di Stato con un buon voto e, proprio per questo dà tutti, senza alcuna discriminazione, un bel 10 che risulta essere l’ancora di salvezza per l’attribuzione del famigerato credito “+1” che, con la l’ultimo anno più che mai decide le sorti dell’esame di Stato.  Un applauso a tutti i professori che rientrano in questa categoria, rappresentate la nostra unica gioia in questo clima di disperazione.
  4. Il Nichilista o Disfattista: è il classico prof insoddisfatto della vita che sfoga le proprie frustrazioni sui suoi studenti. Egli gode nel demoralizzare noi ragazzi, calpestando imperterrito la nostra già fragile autostima e, ancora più fragile (per non dire inesistente) speranza di riuscire ad ottenere un 60 alla Maturità. Il suo motto è: “È inutile che studi tanto l’esame non lo passi”, seguito da “ Tanto nella vita non farai mai nulla”. Se fate parte di questa categoria, tranquilli, sappiate che in un universo parallelo esiste un girone dell’Inferno preparato ad hoc solo per voi.
  5. L’Ansioso: di tutti i prof elencati fino ad ora, forse questa è la categoria più innocua, il cui unico obiettivo non è demoralizzarci o distruggere la nostra autostima, bensì ricordarci quotidianamente che la Maturità è vicina per spronarci a studiare di più e a farci valere. L’ansioso è quel tipo di prof che già da settembre inizia ad inondare gli studenti di informazioni sull’esame di Stato maciullandone le poche cellule cerebrali rimaste e amplificando i loro disturbi psichici. L’85% delle sue ore scolastiche è volto all’analisi dettagliata della riforma del Miur apportata alla nuova Maturità 2019; il restante 15% viene impiegato nella spiegazione del programma. Ogni tre parole, l’ansioso sente le necessità di pronunciare la parola “esame”, per un totale di 37493808494 volte l’anno. Non temete però, solitamente l’ansioso è colui che tiene maggiormente ai propri alunni: il suo obiettivo è quello di aiutarli a superare lo scoglio della Maturità. La formazione di atteggiamenti nevrotici negli studenti che vi hanno a che fare, provocata dal suo perenne stato d’ansia, è solo una conseguenza involontaria del suo amore nei loro confronti. Quindi grazie a tutti i prof ansiosi d’Italia che svolgono il proprio lavoro con passione e dedizione. Voi rappresentate la buona scuola.
  6. Godzilla : termino questa classifica con il più temuto fra i professori: Godzilla. Egli deve il proprio soprannome alle tecniche decisamente poco ortodosse d’insegnamento e di valutazione che utilizza, nonché al senso di terrore e di desolazione che la sua presenza suscita in tutti gli alunni che hanno la sfortuna di incrociarlo. Questo tipo di prof è l’evoluzione del Disfattista, il classico sadico che gode nel vedere i propri alunni in difficoltà ma che, oltre a demoralizzare, distrugge. Nessuno sfugge alle sue grinfie, rientrare nelle sue grazie risulta essere impossibile! Godzilla provoca morte e distruzione ovunque passa, con le sue verifiche impossibili da svolgere e le interrogazioni a sorpresa. Tipico di questo prof è l’atteggiamento di menefreghismo nei confronti degli alunni, considerati carne da macello di cui cibarsi. Il più delle volte la materia insegnata dal Godzilla non è soggetta ad alcun tipo di valutazione durante la Maturità,ma nonostante questo pretende però di spiegare e interrogare fino all’ultimo giorno di scuola. Il suo piacere più grande si concretizza nell’ammettere agli esami, tutti i suoi alunni con 5, rovinando volontariamente la media scolastica in segno di rivolta verso una vita insoddisfacente. In più si illude di  precludere il futuro ai giovani che, a differenza sua, hanno infinite possibilità dinnanzi a sé che sicuramente si realizzeranno. Sperate di non incontrarlo mai durante il vostro percorso scolastico, ma se così non dovesse essere non lasciatevi demoralizzare mai: volere è potere!

E voi? Quale categoria di prof proprio non sopportate?

A presto

Mariaconsuelo Tiralongo

Redazione ScuolaZoo