Condividi
Maturità 2019: buste e domande, la guida definitiva per l’orale
Condividi su

Maturità 2019: buste e domande, la guida definitiva per l’orale

Di Chiara Greco
pubblicato il 21 giugno

Colloquio Orale Maturità 2019: tutto sulle buste e materiali, ma anche sulle domande della commissione, per capire una volta per tutte come sono strutturati gli orali.

Maturità 2019: buste e domande, la guida definitiva per l’orale

Orale Maturità 2019: cosa sapere su materiali buste e domande

Finalmente gli scritti di Maturità 2019 sono finiti e così una parte dell’esame è andata. Ora manca solo il colloquio orale con la commissione che, a dire il vero, mette una certa ansia a tutti i maturandi. Dopo la riforma, le novità sono state tante: le buste, i materiali contenuti nelle buste, le domande di Cittadinanza e Costituzione e la relazione sull’alternanza. Ma non facciamo confusione: noi di ScuolaZoo abbiamo preparato una guida per le buste e i materiali dell’esame orale pronta per voi così da sapere tutto prima dell’interrogazione con la commissione!

Volete controllare i risultati delle prove scritte? Qui trovate tutti gli svolgimenti e le soluzioni:

maturità 2019 orale colloquio buste commissione cosa sapere come funziona esempi

Buste all’esame orale 2019: cosa sono e contenuto

Le buste del colloquio orale sono il vero mistero della Maturità 2019: dal primo momento in cui sono state introdotte, non è stato chiarito in che modo funzionavano e cosa contenevano. Ora però il Ministero ha fornito una spiegazione che è andata a togliere tutti i dubbi. Le buste non contengono domande ma materiali, cioè spunti da cui partire per il colloquio con la commissione esterna. I materiali possono essere di questo tipo:

  • immagini (foto o dipinti);
  • documenti;
  • esperienze;
  • testi;
  • progetti;
  • problemi.

Struttura colloquio orale Maturità 2019: dall’analisi e commento alle domande della commissione

La struttura del colloquio orale, con l’introduzione delle buste, è ovviamente cambiata ma noi vi spiegheremo come si procederà:

  1. ogni candidato sceglierà una busta tra le tre presenti;
  2. si estrarranno i materiali e il candidato partirà il suo percorso multidisciplinare in base agli spunti forniti dai materiali contenuti (di base quindi avrete la possibilità di decidere voi di cosa parlare e da quale materia partire);
  3. dopo, i commissari esterni e interni inizieranno a fare delle domande sempre relative agli spunti forniti dai materiali o dagli argomenti toccati dall’alunno nel momento in cui ha esposto il percorso multidisciplinare.
  4. Per le materie non collegabili ai materiali nelle buste, i commissari procederanno con delle domande autonome.
  5. se i professori non hanno altre domande possono chiedervi di approfondire qualche aspetto del percorso multidisciplinare quindi fate attenzione a non inserire spunti di cui non sapete un granché altrimenti la cosa si potrebbe rivelare un’arma a doppio taglio.
  6. Una volta terminata l’esposizione della parte di analisi e commento, si procederà con le domande di Costituzione e Cittadinanza e l’esposizione della relazione sull’alternanza scuola-lavoro.

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi