Condividi
Bando IMAT 2018: cosa sapere sul Test di Medicina in lingua Inglese
Condividi su

Bando IMAT 2018: cosa sapere sul Test di Medicina in lingua Inglese

Di Chiara Greco
pubblicato il 28 agosto

Cosa sapere sul bando del test di Medicina in lingua Inglese 2018: data della prova, domande e tutto sulle modalità di svolgimento della prova d’ammissione IMAT.

Bando IMAT 2018: cosa sapere sul Test di Medicina in lingua Inglese

Test Medicina in Inglese 2018: tutte le informazioni sull’IMAT

Il Miur ha pubblicato il bando IMAT 2018 che ha reso note tutte le informazioni relative al test d’ingresso di Medicina in Inglese 2018. Il documento contiene le indicazioni su come iscriversi al test nazionale, la data in cui si terrà il la prova d’ammissione e le modalità di svolgimento.
Gran parte del bando del test di Medicina in lingua inglese è dedicato poi agli argomenti delle domande su cui verranno testati tutti i candidati e il programma con le cose da studiare per arrivare preparati all’IMAT 2018.
Il bando IMAT 2018 spiega anche come funziona il calcolo del punteggio e quali sono i criteri per entrare in graduatoria. Vediamo insieme le informazioni principali del bando di Medicina in Inglese che dovete sapere per il test d’ingresso IMAT 2018.

Medicina in Inglese 2018 : data del test d’ingresso IMAT

La prova di ammissione per l’anno accademico 2018/2019 si svolgerà il 13 settembre 2018 presso tutte le università italiane le cui sedi verranno rese pubbliche successivamente sia sul sito dei vari atenei che sul sito del Miur. La prova inizierà alle ore 9.00 e durerà 100 minuti.

IMAT 2018: tutto sull’iscrizione al test di Medicina in lingua Inglese

Per l’iscrizione al test IMAT 2018 dovete andare sul sito di Universitaly non appena si apriranno le iscrizioni il 2 luglio 2018. Lì dovrete inserire tutti i dati personali richiesti per l’iscrizione al test nazionale. Sempre sul sito di Universitaly dovrete pagare la tassa di iscrizione, ricordandovi di conservare la ricevuta del pagamento che farà parte della documentazione necessaria da portare il giorno del test. Vi ricordiamo che nel momento dell’iscrizione potrete specificare in ordine di preferenza le sedi per cui vorrete concorrere e potrete modificarle fino a che non si chiuderanno le iscrizioni, cioè il 24 luglio 2018.

Se volete sapere tutti i dettagli su come iscriversi al test di Medicina in Inglese, leggete qui:

Bando test di Medicina in Inglese: numero posti disponibili

Trattandosi di un test nazionale, i posti disponibili sono decisi dal Miur ogni anno, poi questi vengono ripartiti tra le sedi che ospitano la facoltà di Medicina in Inglese. Per quanto riguarda quest’anno non sappiamo ancora quanti posti disponibili ci saranno perché nel bando viene specificato che questo dettaglio si potrà sapere successivamente con un decreto ministeriale. Per ora possiamo quindi solo ipotizzare quanti posti ci saranno a disposizione, conisderando che l’anno scorso erano 501.

Test di Medicina in Inglese 2018: domande, quali sono gli argomenti dell’IMAT e cosa studiare

Come ogni anno, il Miur specifica nel bando quante domande ci saranno nel test e su cosa verteranno i quesiti. Nel test di settembre ci saranno 60 domande che si baseranno su:

  • cultura generale (2 quesiti)
  • biologia (18 quesiti)
  • fisica e matematica (8 quesiti)
  • logica (20 quesiti)
  • chimica (12 quesiti)

Se volete sapere nello specifico quali sono gli argomenti su cui dovrete essere preparatissimi:

Test d’ingresso Medicina in Inglese 2018: punteggio per essere ammessi e come funziona la graduatoria

Il punteggio minimo da ottenere per tirare un sospiro di sollievo dopo il test è 20 punti. Vi ricordiamo che però ogni risposta giusta vi attribuirà 1 punto, ogni risposta non data varrà 0 punti mentre quelle sbagliate incideranno sul punteggio globale in negativo con un -0,4 punti. Ottenere 20 punti non significa però essere ammessi perché poi tutto si giocherà in base alla vostra posizione in graduatoria. Questa sarà unica e nazionale e verrà stilata successivamente alla correzione del test. In caso di parità di punteggio, il Miur si muoverà in questo modo:

  • punteggi ottenuti in ordine decrescente in ragionamento logico, cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica;
  • possesso di certificazioni linguistiche ottenute prima dell’iscrizione al test;
  • come ultimo caso, nella situazione in cui si dovesse arrivare ad un’ulteriore parità nonostante questi criteri elencati sopra, si procederà per età, cioè passerà il candidato più giovane.

Per capire se siete stati presi dovete vedere quali delle tre categorie appartenete:

  • Assegnato: significa che è andato tutto bene. Avete ottenuto un posto disponibile a Medicina in Lingua Inglese, ma anche nella tua sede preferita.
  • Prenotato: hai ottenuto il posto a Medicina in Lingua Inglese, ma non nella facoltà che volevi. A questo punto puoi accettare la nuova sede, oppure aspettare gli scorrimenti per sperare di entrare nella tua sede prescelta.
  • In attesa: sei idoneo, ma non sei riuscito al momento a ottenere un posto disponibile in nessuna università.

Per quanto riguarda la questione dello scorrimento delle graduatorie, nel bando è specificato che la chiusura viene disposta con successivo provvedimento ministeriale, che verrà emanato nel secondo semestre accademico per consentire agli studenti di raggiungere la frequenza obbligatoria minima per poter sostenere i singoli esami.

Per tutti i dettagli vi raccomandiamo di fare riferimento solo al bando ufficiale del Miur, che potrete trovare qui.

(Credits immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso