Erasmus: opportunità per un futuro migliore o fuga?
Condividi su

Erasmus: opportunità per un futuro migliore o fuga?

Di Enrica Denasio
pubblicato il 01 febbraio

Sempre più studenti italiani partono per studiare e fare tirocini all’estero con il progetto Erasmus, ma pochi di loro tornato. Buono o cattivo segno?

Erasmus: opportunità per un futuro migliore o fuga?

Avrete già sentito parlare di Erasmus, ovvero, per chi ancora non lo sapesse, un periodo che di solito va dai 6 ai 12 mesi passati a studiare all’estero durante l’università (ma anche durante le scuole superiori!). Forse però pochi di voi sanno che ultimamente il progetto Erasmus si è ampliato e adesso i giovani, oltre che a studiare all’estero, possono anche svolgere i tirocini. Questa nuova parte di programma Erasmus prende il nome di Traineeship e sono già tantissimi gli studenti italiani ad essere partiti per affrontare questa esperienza. Addirittura uno su due tra di loro ha ottenuto un lavoro nell’impresa in cui ha lavorato dopo aver effettuato il tirocinio .

Tutto questo successo dei giovani studenti italiani, dicono gli esperti, è probabilmente dovuto al fatto che qui in Italia abbiamo delle buone scuole superiori, che spesso il resto del mondo (ma anche gli stessi italiani) criticano perché mancano di strutture tecnologiche rispetto a quelle degli altri paesi, ma che in fondo sanno formare alunni pronti ad affrontare nuove sfide e ad avere una forma mentis in grado di renderli dei vincenti in molti settori.

Nonostante il fatto che i vantaggi che potrebbero portare queste esperienze siano davvero molti (per saperne di più leggi anche: I vantaggi dell’Erasmus: non solo trovare lavoro, ma anche innamorarsi!), c’è anche da dire che ciò che spaventa di più è che molti studenti partono per poi rimanere a vivere e lavorare all’estero e questo rappresenta una grande perdita per l’Italia. Una fuga di cervelli incontrollabile sembrerebbe, che potrebbe essere fermata – diciamo noi – solo da più fiducia riposta nei nostri confronti.

Le statistiche dicono che noi studenti italiani infatti, proprio grazie a queste esperienze, diventiamo più intraprendenti, sicuri di noi stessi, capaci di affrontare le situazioni anche più difficili che la vita ci porta davanti. E allora perché non puntare su di noi?

Ma voi vorreste affrontare l’Erasmus? E poi vi fermereste a vivere all’estero o tornereste in Italia? Scrivetecelo nei commenti qui sotto!

Enrica Denasio
Studentessa di Farmacia dell'Università di Torino. Segno zodiacale: Bilancia. Passerei il tempo a viaggiare, leggere, scrivere, cucinare (e mangiare) dolci e cantare nel coro dei Fizzy Black di cui faccio parte! Fermamente convinta nel potere della parola, dell'istruzione e delle donne e nell'uguaglianza dei diritti. Il mio motto: "Memento mori", ricordati che un giorno morirai. Un po' lugubre, ma un'ottimo incoraggiamento a vivere la vita appieno!
Leggi altri articoli in Orientamento Universitario Orientamento