Condividi
Giornata mondiale dell’acqua: come nasce, dati e spunti per un tema
Condividi su

Giornata mondiale dell’acqua: come nasce, dati e spunti per un tema

Di Chiara Greco
pubblicato il 22 marzo

È la Giornata Mondiale dell’acqua 2019! Scopri che cosa significa, come nasce l’idea, i dati dell’ONU e spunti per una traccia svolta per la scuola!

Giornata mondiale dell’acqua: come nasce, dati e spunti per un tema

Giornata dell’acqua 2019: cosa sapere, i dati ufficiali e traccia svolta per la scuola

Oggi si celebra una ricorrenza molto importante: è la Giornata mondiale dedicata all’acqua. Ma di cosa si tratta? Diversa dalle altre ricorrenze del calendario, questa è una giornata che invita tutti a riflettere sul bene prezioso che è l’acqua e di quanto sia preziosa per tutti gli esseri viventi. Spesso la si dà per scontata, ma ciò avviene solo nei paesi considerati “sviluppati”. Esistono tante zone del mondo dove l’acqua non solo scarseggia, ma è tenuta in condizioni al limite che la fanno diventare un’arma di distruzione più che un bene necessario al benessere dell’uomo. Noi di ScuolaZoo vi illustreremo i dati ufficiali dell’ONU sulla situazione acqua nel nostro pianeta e vi daremo degli spunti per un tema svolto per la scuola!

Hai voglia di scrivere un tema tutto tuo prendendo spunto da quello che abbiamo scritto per voi? Allora qui trovate le dritte per scrivere un testo perfetto:

giornata mondiale acqua 2019 cosa sapere dati onu tema svolto scuola

ONU, Giornata Mondiale dell’acqua: cos’è e come nasce

Negli ultimi anni, la presa di coscienza dei beni inestimabili che il nostro pianeta ci offre ha aperto la strada verso nuove consapevolezze. Una tra tutte è la consapevolezza dell’importanza dell’acqua: un bene così diffuso (consideriamo che ogni essere vivente sulla Terra è fatto di acqua) ma anche a rischio. Le Nazioni Unite, nel 1993, hanno istituito questa giornata per ricordare alle persone che questo bene non è scontato né inesauribile e una cosa è certa: se non vogliamo arrivare ad un punto di non ritorno bisogna iniziare a prendere delle misure perché l’acqua come la conosciamo noi, con le sue componenti chimiche utili alla vita, è presente solo sul nostro pianeta.

L’acqua nel mondo: i dati dell’ONU per riflettere nella Giornata Mondiale dell’Acqua 2019

Ogni anno ricorre questa giornata speciale dedicata all’acqua, il bene primario senza cui nessun essere vivente riuscirebbe a sopravvivere. È un elemento così prezioso ma quanti ne riescono a percepire realmente il suo valore? Da quanto emerge dai dati dell’ONU, ancora non si ha la consapevolezza che l’acqua non è infinita e questa condizione d’incoscienza si verifica soprattutto nei paesi considerati sviluppati, che continuano a non rendersi conto della drammaticità in cui vivono alcuni esseri umani in determinate zone del mondo, dove l’acqua pulita e sicura è davvero una rarità. Dai dati dell’ONU emerge che:

  • 1/2 delle persone che consumano acqua non sicura vive in Africa Subsahariana;
  • circa 2 miliardi di persone non hanno accesso all’acqua corrente;
  • 6/10 persone non hanno accesso a servizi igienico-sanitari sicuri;
  • i costi dell’acqua potabile per la cottura sono più alti nei paesi dove questa è difficile da trovare, che nei paesi dove si ha l’accesso diretto dal rubinetto di casa;
  • la domanda di acqua potabile continua a salire mentre la sua disponibilità diminuisce;
  • 2 miliardi di persone vivono in paesi con una condizione di stress delle risorse idriche (tra cui l’Italia che si trova in una zona “gialla”);
  • 4 miliardi di persone sono costrette a rinunciare all’acqua almeno una volta l’anno.

Tema svolto sull’acqua: spunti e riflessioni sulla Giornata mondiale dell’Acqua

Se la vostra prof d’italiano vi chiede di scrivere un tema sull’acqua, sulla suabimportanza e in che modo si può salvare questo bene inestimabile, questi sono degli spunti per un tema svolto:

  • Introduzione: spiegate che cos’è l’acqua per gli esseri viventi, i dati che emergono dagli studi e che la scarsità dell’acqua sta diventando un problema da risolvere al più presto.
  • Svolgimento: iniziate a stilare i punti di vista per un dibattito: chi crede che l’acqua sia un bene infinito e non si cura di preservarla per le generazioni future; poi chi invece ha la consapevolezza che se ora viviamo in un’epoca in cui l’acqua è ancora un bene disponibile senza limiti, le generazioni future potrebbero vivere una realtà diversa da quella attuale. Stilate anche delle ipotesi per risolvere il problema dell’acqua partendo dalle piccole azioni quotidiane fino ad arrivare al mondo delle industrie e dei grandi.
  • Conclusione: fate una piccola riflessione su quello che voi credete sia giusto per risolvere il problema dell’acqua.

(Foto Credits: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola