Condividi
Frasi contro bullismo e cyberbullismo: le migliori per i tuoi slogan
Condividi su

Frasi contro bullismo e cyberbullismo: le migliori per i tuoi slogan

Di Selena
pubblicato il 07 febbraio

In occasione della Giornata Nazionale Contro il Bullismo del 7 febbraio vi hanno assegnato un compito o un tema su questo argomento? Ecco le frasi più belle da usare come slogan e per riflettere.

Frasi contro bullismo e cyberbullismo: le migliori per i tuoi slogan

Pensieri contro il Bullismo e il Cyberbullismo

Come ogni anno, il 7 febbrai ricorre la Giornata Nazionale contro il Bullismo e il Cyberbullismo, un argomento purtroppo ancora d’attualità e su cui è importante riflettere anche (e soprattutto) a scuola, dove molti degli episodi di bullismo avvengono. Può darsi quindi che stiate cercando delle frasi per scrivere un tema sul bullismo oppure di partire da citazioni e pensieri per sviluppare le vostre riflessioni oppure creare gli slogan per una manifestazione scolastica o campagna contro il bullismo e il cyberbullismo.

Abbiamo creato un filtro Instagram per dire no alla violenza e al bullismo:

frasi-contro-bullismo-cyberbullismo (2)

Bullismo e Cyberbullismo: le frasi più belle per riflettere

Vediamo allora insieme le frasi sul cyberbullismo e sul bullismo più belle e profonde di alcuni personaggi dello spettacolo per i vostri slogan e per riflettere su questi argomenti:

  • Massimo Gramellini: “Agli insegnanti e ai genitori: avete tutto sotto i vostri occhi. Occorre solo la voglia di guardare, di vedere davvero. E ai ragazzi e alle ragazze che vivono questo inferno, un abbraccio da un fratello che vi dice: tenete duro, un giorno l’inferno finirà.”
  • Conchita Wurst: “È facile diventare la preda di un bullo, bastano un paio di occhiali, oppure l’apparecchio ai denti, qualche chilo in più, o dichiararsi gay o lesbica. Dico sempre che nasciamo liberi e senza pregiudizi fino all’età della pubertà. Poi, per il resto della nostra vita, cerchiamo di curare le ferite che ci siamo procurati in quel periodo.”
  • Harry Styles: “Ci vuole un secondo per chiamare grassa una ragazza e lei impiegherà la sua vita a morire di fame. Pensa prima di agire.”
  • Alberto Pellai: “Molti adulti preferiscono non immischiarsi nelle storie di bullismo, considerandole sciocche questioni di poco conto oppure necessari esercizi di sopravvivenza al quale il debole deve necessariamente sottoporsi per diventare un adulto capace di navigare nelle tempeste della vita.”
  • J-AX “I bulli online sono dei perdenti. Non sono più forti di voi e non sono più fighi. Sono persone marce e sofferenti e l’unico modo che conoscono per trovare un minimo di serenità interiore e autostima è quello di cercare di farvi sentire miserabili tanto quanto si sentono loro. Vi odiano perché sono gelosi di voi. Vi odiano perché odiare è facile, essere originali e diversi richiede intelligenza.” 
  • Mika “Ero il soggetto preferito dei bulli. Vestivo bizzarro, ero dislessico e molto timido. Facevo di tutto per essere popolare, ma non funzionava. Allora mi sono detto: “Devo trovare un modo perché la mia stranezza lavori per me, invece di distruggermi”. Mia madre era molto preoccupata in quel periodo, mi diceva: “Tu, o finisci in galera o diventi molto speciale”. “

I professori vi hanno assegnato un tema sul bullismo e il cyberbullismo? Allora leggete qui:

Se nella tua scuola ci sono stati episodi di bullismo di cui sei stato vittima tu o i tuoi compagni, leggi come fare per aiutare o farti aiutare:

Fonte immagini Pixabay

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola