Condividi
Orgoglio e Pregiudizio: scheda libro romanzo di Jane Austen
Condividi su

Orgoglio e Pregiudizio: scheda libro romanzo di Jane Austen

Di Valeria Rombolà
pubblicato il 20 ottobre

Devi scrivere una scheda libro su Orgoglio e Pregiudizio, ma non sai come farla? Ecco cosa sapere su personaggi, ambientazione, tematica e commento del romanzo di Jane Austen!

Orgoglio e Pregiudizio: scheda libro romanzo di Jane Austen

Orgoglio e Pregiudizio di Jane Austen: la scheda libro con autore, personaggi e analisi

Pride and Prejudice è il titolo originario dell’opera di Jane Austen pubblicato nel 1813 e conosciuto in Italia con il più noto Orgoglio e Pregiudizio. Jane Austen nasce il 16 dicembre 1775 a Steventon in Inghilterra, lì vivrà per venticinque anni e rimarrà nubile. Al padre è affidata la sua istruzione che le insegna il francese, le basi della lingua italiana e le fa scoprire i classici della letteratura inglese. Il suo romanzo più celebre è proprio Orgoglio e Pregiudizio, terminato nel 1797 e pubblicato solo nel 1813. L’incipit del romanzo è particolarmente emblematico “È una verità universalmente riconosciuta che uno scapolo in possesso di un solido patrimonio debba essere in cerca di moglie”. Andiamo a scoprire tutti i segreti di Orgoglio e Pregiudizio.

Se avete bisogno di approfondire le opere di Jane Austen, non perdete:

Orgoglio e pregiudizio: tutto quello che c'è da sapere

Scheda libro Orgoglio e Pregiudizio: dettagli dell’opera

  • Titolo originale: Pride and Prejudice
  • Titolo italiano: Orgoglio e pregiudizio
  • Autore: Jane Austen
  • Nazionalità Autore: inglese
  • Data di Pubblicazione: 1813

Riassunto Orgoglio e Pregiudizio

La vita della famiglia Bennet, che vive a Longbourne, in Inghilterra, viene sconvolta quando un giovane nobile, Mr. Bingley, si trasferisce vicino alla loro casa. Mrs. Bennet, che ha come obiettivo far sposare le sue figlie con scapoli d’oro, cerca di far conoscere le ragazze all’uomo facoltoso. Nasceranno da qui storie d’amore tormentate, storie di incomprensioni dettate dall’orgoglio e pregiudizio dei personaggi principali – in primis Elizabeth e Mr. Darcy – che troveranno solo nel finale un lieto fine. Leggi qui il riassunto completo:

Analisi Orgoglio e Pregiudizio: le tematiche

Le principali tematiche affrontate nel libro sono quelle che troviamo in tutti i romanzi ambientati tra il 700 e l’800:

  • il matrimonio,  è visto in un’ottica qualitativa perché all’epoca le unioni erano dettate dal bisogno di autoaffermazione e sicurezza che da veri sentimenti, in particolare i rapporti tra i coniugi Bennet e il matrimonio tra Charlotte e il Signor Collins sono fortemente criticati dall’autrice.
  • i rapporti tra i due sessi, sempre conflittuale e molto complessi.
  • il ruolo della donna, messa spesso ai margini della società e perennemente divisa tra il desiderio di affermarsi e quello di badare alla famiglia a cui è inevitabilmente destinata.

Personaggi Orgoglio e pregiudizio

Sono molti i protagonisti del libro della Austen, ma sicuramente sono le donne ad avere la meglio tentando di esprimere le loro complessità e le loro più profonde intimità. Vediamo quelli principali:

  • Elizabeth Bennet, detta Lizzy: protagonista incontrastata è una ragazza di 23 anni molto carina ma non bellissima, almeno se confrontata alla sorella Jane. Il Signor Bennet stravede per lei. La sua simpatia, la franchezza e la decisione di Lizzy conquistano Darcy, uomo altezzoso, ma in fondo leale e buono. Pur avendo molti pregi, si fa condizionare dagli altri e tende a giudicare la simpatia e l’antipatia delle persone in base a pregiudizi, come è accaduto per Darcy. Lei è un personaggio moderno ed ironico, che incarna la donna dolce e sensibile ma anche forte ed intelligente.
  • Fitz-William Darcy: il gentiluomo di cui tutte le donne del mondo potrebbero innamorarsi, dai lineamenti bellissimi e di nobile aspetto. Inizialmente appare come un personaggio negativo, ma il suo carattere è ben diverso e si scoprirà solo più avanti che egli è un uomo comprensivo, benevolo e sensibile che nasconde un’inaspettata tenerezza.
  • Charles Bingley: è un giovane uomo le cui ricchezze lo rendono un buon partito per qualsiasi ragazza. Molto simpatico ed intelligente inizialmente si innamora di Jane ma il loro amore subirà qualche piccolo passo falso prima di arrivare a compimento.
  • Jane Bennet: è la più bella fra le sue cinque sorelle, oltre che per l’aspetto esteriore si fa ammirare anche per il carattere.  Inizia una tormentosa storia d’amore con Mr. Bingley.

La famiglia Bennet:

  • Mr Bennet: un uomo singolare, per il quale non si può che provare simpatia. Fortemente cinico e disilluso dal mondo.
  • Signora Bennet: madre di 5 figlie, l’unica sua occupazione è quella di farle maritare, possibilmente con ricchi partiti. Un personaggio frivolo ma capace di infondere la gioia e l’allegria nelle sue figlie.
  • Mary Bennet: terzogenita delle sorelle Bennet. Persona che dedica il suo tempo a uno studio sterile. Un personaggio spesso disprezzato e messo in disparte dalla sua stessa famiglia perché reputata pesante.
  • Catherine Bennet: quartogenita della famiglia Bennet, chiamata anche Kitty, è succube della sorella Lydia.
  • Lydia Bennet: è la più giovane delle sorelle Bennet, ha appena sedici anni ma già partecipa alla vita in società. Molto matura ed intelligente incappa in Wickam, il cui incontro, oltre che a far prendere un patema d’animo alla sua famiglia, le porta anche una fama disonorevole, che rischia di compromettere i matrimoni di Jane ed Elizabeth. Darcy cerca di risolvere lo scandalo per poter sposare Elizabeth.

Altri personaggi del romanzo:

  • Signor Wickam: è un giovane ufficiale di aspetto oltremodo distinto. Elizabeth si invaghisce di lui, ma capisce solo in seguito, quando scoppia l’amore per Darcy, che tipo di persona è, arrogante e meschino. Sposa Lydia solo per ricavare dei vantaggi economici ed è, in generale, un personaggio fortemente negativo della storia.
  • William Collins: cugino di Mr Bennet, parente più prossimo tanto da ereditare la sua tenuta alla morte di quest’ultimo. Superbo, poco umile ed antipatico, viene fortemente disprezzato da molti personaggi del libro.

Orgoglio e pregiudizio: ambientazione e commento

Il testo è ambientato nell’Inghilterra negli ambienti tipici della borghesia inglese in cui è collocata l’autrice. La tenuta Bingley è una delle location principali del romanzo, circondata da un meraviglioso giardino. Il secolo è quello tra il 1700 ed il 1800, proprio quello in cui visse la scrittrice che è profondamente influenzata dalle tematiche e dalle problematiche di quel periodo. Per capire la bellezza del libro, riportiamo qui il commento che ne diede W.Somerset Maugham il quale scrisse: “Il più grande merito di questo incantevole romanzo é l’essere esso incredibilmente leggibile. Il libro, infatti, è godibile, ironico e spassoso, oltre che coinvolgente. Jane Austen è attenta alle cose comuni, i sentimenti e i personaggi della vita ordinaria e ha la capacità di provocare un sentimento di impazienza nel lettore che è il più grande dono che un narratore possa avere. La storia è un classico d’amore e narra le vicende di Elizabeth e Darcy i cui rapporti non si presentano facili all’inizio perché le barriere sociali li pongono in contrasto. Da una parte c’è l’orgoglio di Darcy che subisce un colpo terribile quando si rende conto di essere innamorato di una donna di ceto inferiore e con parentele così poco “degne”. Dall’altra c’è il pregiudizio di Elizabeth nei confronti di un uomo che in un primo momento l’aveva considerata appena passabile e che dopo l’aveva chiesta in matrimonio in un modo così offensivo. Entrambi però nel corso della storia crescono interiormente, si ricredono e si rendono conto dei propri errori.” Il testo, oltre ad indagare sulla complessità dei rapporti tra sessi, del matrimonio e della donna, è una perenne lotta tra i pregiudizi della società e l’orgoglio dei personaggi, che sembrano non voler cedere. Spesso, le donne si preoccupano di modulare le loro azioni a seconda di cose è conveniente fare o non fare. I loro matrimoni sono fortemente influenzati dal desiderio di fare un vero affare a prescindere dai sentimenti. Questi è una delle tematiche che sta più a cuore all’autrice, la quale critica fortemente questo modo di fare e non considera degno un atteggiamento del genere. Inoltre la donna cerca di affermarsi nella società e di avere un ruolo: per tale ragione le donne del romanzo sono così ironiche ed intelligenti, proprio per dimostrare che queste non hanno niente di meno degli uomini.

Se vuoi vedere i film ispirati a Orgoglio e Pregiudizio, non perdere:

(Foto Credits: UIP)

Valeria Rombolà
Da sempre sono una grande appassionata di libri e giornalismo, tento oggi di realizzare i miei sogni tra mille peripezie e tanta positività. Energica,solare e sempre spiritosa con tanta voglia di imparare e buttarmi in nuove avventure!
Leggi altri articoli in Copiare a Scuola Scuola