Condividi
Storia dell’Unione Europea: schema semplice con cronologia
Condividi su

Storia dell’Unione Europea: schema semplice con cronologia

Di Chiara Greco
pubblicato il 19 marzo

Com’è nata l’Unione Europea e la sua storia fino ad oggi.

Storia dell’Unione Europea: schema semplice con cronologia

Unione Europea: com’è nata? La storia in sintesi con cronologia

L’Unione Europea di oggi è il frutto di un lungo processo nato tanti anni fa. È il 1945 quando alcuni personaggi storici molto importanti, per citarne alcuni Churchill e De Gasperi, decisero di creare un organo finalizzato a garantire la pace e la sicurezza del continente appena uscito da un disastroso conflitto, la Seconda Guerra Mondiale. La storia dell’Unione Europea è tanto affascinante quanto complessa ma qui cerchermo di mettere in evidenza i punti principali e le tappe fondamentali della sua formazione, raccontata in sintesi dal 1945 ad oggi, con un riferimento alla cronologia dei fatti più importanti.

storia unione europea cronologia sintesi riassunto

(Credits immagine: europa.eu)

Storia dell’Unione Europea: riassunto e spiegazione facile

Qui di seguito riporteremo le tappe principali che hanno fatto sì che l’Europa sia quello che oggi viviamo e vediamo con i nostri occhi. Ecco qui uno schema della storia in sintesi:

Gli albori dell’Europa: 1945-1969

L’Europa è un concetto nato dall’esigenza di voltare pagina dopo la guerra e nasce dalla volontà di unire tutti i paesi appartenenti al continente europeo sotto un’unica ala così da evitare l’insorgere di nazionalismi o movimenti radicali e, di conseguenza, altre guerre. Il primo volto dell’Europa degli anni Cinquanta è quello della Comunità europea del carbone e dell’acciaio di cui fanno parte i 6 paesi fondatori e firmatari del Trattato di Roma del 1957 che istituisce la Comunità Economica Europea:

  • Belgio
  • Francia
  • Germania
  • Italia
  • Lussemburgo
  • Paesi Bassi

Nel corso degli anni ’60 si assiste ad un boom economico in tutti i paesi della CEE,  motivo per cui l’Europa diventerà il fulcro di nuove idee e tanta innovazione.

L’Europa cresce: 1970-1979

Gli anni Settanta rappresentano una crescita per l’Europa sotto diversi aspetti: nuovi paesi entrano a far parte del Mercato Comune:

  • Danimarca
  • Irlanda
  • Regno Unito

Dall’europa spariscono tutte le dittature, con la caduta del regime di Salazar in Portogallo nel 1974 e la morte del generale Francisco Franco in Spagna nel 1975. Il Mercato Europeo inizia a muoversi ma l’evento più importante di questo decennio è l’istituzione del Parlamento Europeo, nel 1979.

L’Europa cambia volto: 1980-1989

Nel corso degli anni di formazione dell’Unione Europea era in corso la Guerra Fredda. Il continente era diviso in due blocchi d’influenza, uno controllato dagli Stati Uniti e l’altro dall’Unione Sovietica. Ma ciò non ferma l’Unione che vede l’arrivo di nuovi Paesi membri: la Grecia nel 1981, poi Portogallo e Spagna nel 1986. In quest’anno si firma l’Atto unico europeo, finalizzato a rendere ancora più fluido il mercato tra i paesi. Tutto però cambia i 9 novembre 1989, quando fu abbattuto il muro di Berlino e l’Europa si accingeva a cambiare definitivamente volto.

La rinascita dell’Europa: 1990-1999

Gli anni ’90 sono una vera e propria rinascita per l’Unione Europea: il crollo dell’Unione Sovietica riapre i giochi e nuovi stati si avvicinano alla sfera d’influenza europea. In questi anni vengono firmati i trattati più importanti:

  • Trattato di Maastricht sull’Unione europea (1993)
  • Trattato di Amsterdam (1999)

Vengono abolite tutte le frontiere con l’adozione di Schengen e nuovi paesi si aggiungono alla lista: Austria, Finlandia e Svezia.

L’Europa dei giorni nostri: 2000-oggi

L’euro diventa la moneta unica utilizzata da diversi paesi europei così da rendere ancora più facile lo scambio delle merci e la circolazione dei cittadini. In questi anni l’Unione affronta diverse sfide importanti: la lotta al terrorismo, in particolare dopo l’attentato dell’11 settembre 2001, e la crisi economica del 2008. Nel 2009 viene firmato il trattato di Lisbona che costituisce ufficialmente la nascita dell Comunità Europea e conferisce nuovi poteri al Parlamento. In questi anni viene istituita anche l’Unione Bancaria, attraverso la figura della BCE, e nel 2012 l’Europa vince il Premio Nobel per la Pace.

Cronologia dell’Unione Europea: gli eventi e le date più importanti

Ecco una lista delle date più importanti per l’Europa con gli eventi da ricordare:

  • 7 Maggio – 11 Maggio 1948. Primo congresso d’Europa nell’Aia
  • 5 Maggio 194. Creazione del Consiglio d’Europa con l’obiettivo di promuovere la democrazia e i diritti umani
  • 9 Maggio 1950. Dichiarazione di Schuman, ministro degli esteri francese, in cui viene spiegato il progetto di cooperazione tra paesi europei. Questa data viene tutt’oggi ricordata come Festa dell’Europa
  • 18 aprile 1951. I sei paesi fondatori firmano il primo trattato per creare un’istitutzione di cooperazione tra Paesi europei
  • 1952. Nasce la Corte di Giustizia Europea
  • 25 Marzo 1957. Firma del Trattato di Roma
  • 25 Marzo 1957. Istituzione del Fondo Sociale Europeo destinato a migliorare le condizioni di vita dei lavoratori
  • 7 gennaio 1958. Walter Hallstein diventa il primo presidente della Commissione europea
  • 19 Marzo 1958. Creazione del Parlamento Europeo, inizialmente chiamato Assemblea Europea
  • 15 aprile 1958. Primo regolamento sulle lingue ufficiali dell’Unione Europea
  • 1 luglio 1968. Nasce l’Unione Doganale Europea che abolisce i dazi sulle merci di scambio tra i paesi membri
  • 1 dicembre – 02 dicembre 1969. Istituzione del Mercato Unico delle Merci: persone, merci e servizi e capitali possono circolare liberamente nel mercato interno europeo
  • 9 dicembre 1974. Istituzione del Consiglio Europeo dove i capi di stato possono discutere informalmente tra di loro delle più svariate questioni politiche, economiche e sociali
  • 7 giugno – 10 giugno 1979. Prime elezioni europee
  • 14 giugno 1985. Accordo di Schengen: abolizione delle frontiere tra paesi europei
  • 29 Maggio 1986. Viene issata per la prima volta la Bandiera Europea
  • 1 aprile 1992. L’Unione Europea costituisce il primo Ufficio per gli aiuti umanitari
  • 1 gennaio 1993. Nascita del Mercato Unico Europeo
  • 12 ottobre 1993. Inaugurazione dell’edificio del Parlamento a Bruxelles
  • 1 novembre 1993. Trattato di Maasricht
  • 17 giugno 1997. Trattato di Amsterdam
  • 1 giugno 1998. Nascita della Banca Centrale Europea (BCE)
  • 7 dicembre 2000. Firma della Carta dei Diritti Fondamentali che riconosce ai cittadini e ai residenti dell’UE determinati diritti
  • 26 Febbraio 2001. Trattato di Nizza
  • 1 gennaio 2002. Adozione dell’euro
  • 1 dicembre 2009. Trattato di Lisbona
  • 12 dicembre 2015. Accordo di Parigi per il clima
  • 31 gennaio 2020. Brexit: il Regno Unito lascia l’Unione Europea

Leggi anche:

(Credits copertina: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola