Condividi
Coronavirus, circolare Miur: come proteggersi e indicazioni per gli studenti
Condividi su

Coronavirus, circolare Miur: come proteggersi e indicazioni per gli studenti

Di Chiara Greco
pubblicato il 03 febbraio

Coronavirus: il Miur ha diffuso una circolare per studenti e universitari in cui spiega come prevenire ed evitare il contagio.

Coronavirus, circolare Miur: come proteggersi e indicazioni per gli studenti

Coronavirus: le indicazioni del Miur per gli studenti a scuola e in università

Il Coronavirus 2019-nCoV ha generato un panico di carattere internazionale: nonostante l’Italia per ora sia fuori pericolo – i due contagiati sono stati individuati tempestivamente così da evitare la diffusione del virus tra le persone che sono state in contatto con loro – il Ministero dell’Istruzione ha comunque deciso di far girare una circolare esplicativa per studenti che frequentano gli istituti scolastici e universitari. Oltre alle indicazioni su come prevenire la diffsione del virus, attraverso semplici pratiche che dovrebbero essere messe in atto anche nella stagione influenzale, fornisce delle indicazioni per coloro che hanno viaggiato in Cina nelle ultime settimane o sono entrati in contatto con turisti provenienti dalle zone principali di contagio.

È uscita una nuova circolare del Miur sul Covid-19:

come-prevenire-coronavirus-miur-studenti-universitari

Come difendersi dal Coronavirus: indicazioni per gli studenti

C’è da preoccuparsi per il Coronavirus 2019-nCoV? Di base non troppo: l’Italia ha gestito in maniera eccellente l’emergenza dei due turisti cinesi che soggiornavano a Roma nella scorsa settimana e, dopo diversi giorni di osservazione di tutti coloro che sono entrati in contatto con la coppia, si è potuto tirare un sospiro di sollievo: nessuno è stato contagiato o manifesta dei sintomi legati al virus. Questo però non fa diminuire lo stato di allerta. È per questo motivo che il Miur ha deciso di dare alcune indicazioni agli studenti italiani. Ecco come fare prevenzione:

  • lavarsi le mani
  • proteggersi la bocca e il naso quando si fa uno starnuto o la tosse
  • gettare subito i fazzoletti di carta usati
  • evitare di stare in stretto contatto con le persone che manifestano sintomi influenzali
  • mantenere pulite tutte le superfici

Indicazioni per gli studenti che sono stati in Cina

Gli scambi tra la Cina e l’Italia sono tantissimi, soprattutto per gli studenti universitari che studiano lingue straniere e decidono di fare un’esperienza all’estero in Cina. Per questo motivo, il Miur ha indicato alcune pratiche da mettere in atto se si è stati in Cina nell’ultime due settimane:

  • monitorare il proprio stato di salute (i sintomi legati al virus sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie)
  • assicurarsi di non aver viaggiato con persone che hanno contratto il coronavirus (in questo caso chiamare il 1500 per sottoporsi ai controlli preventivi)

Cosa fare in caso di comparsa dei sintomi?

Ecco le tre cose da fare se iniziate a vedere la comparsa dei sintomi tipici del Coronavirus:

  • chiamare il numero di emergenza 1500
  • recarsi presso i centri regionali di riferimento
  • evitare contatti stretti con le persone finché non si è sicuri della diagnosi

Indicazioni per studenti che sono in Cina o si recheranno lì in questo periodo

Il Ministero sconsiglia fortemente i viaggi in quella regione in questi giorni però per gli studenti italiani che si trovano in Cina e nelle altre zone colpite dal virus per motivi di studio, queste sono le indicazioni da seguire:

  • evitare di recarsi in mercati alimentari dove sono presenti animali vivi
  • evitare il contatto con persone che presentano sintomi legati al virus
  • lavarsi frequentemente le mani
  • contattare il Consolato o l’Ambasciata in caso di emergenza
  • rivolgersi ad un medico in caso di manifestazione di sintomi legati al virus

Leggi anche:

(Credits immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola