Condividi
Coronavirus in Italia, la guida per studenti: aggiornamenti, cosa sapere e come comportarsi
Condividi su

Coronavirus in Italia, la guida per studenti: aggiornamenti, cosa sapere e come comportarsi

Di Alice Giusti
pubblicato il 24 febbraio

Non riesci bene a capire cosa sta succedendo a causa del Coronavirus? Abbiamo messo insieme tutte le notizie più importanti per gli studenti e continueremo ad aggiornarti.

Coronavirus in Italia, la guida per studenti: aggiornamenti, cosa sapere e come comportarsi

Coronavirus: tutto quello che devi sapere per non andare nel panico e affrontare bene la situazione

In queste ore, c’è un bel po’ di panico in giro a causa del Coronavirus: troppe informazioni in giro, spesso non confermate, opinioni discordanti… insomma, capire cosa sta succedendo può non essere facile e, per evitare di andare nel panico, abbiamo pensato di mettere insieme tutte le informazioni che abbiamo al momento e creare una guida utile a tutti gli studenti e le studentesse d’Italia, in particolare per coloro che vivono o si trovano nelle regioni del Nord, maggiormente colpite dalle misure precauzionali e dove sono presenti casi di contagio. Ovviamente, le informazioni sono in continuo aggiornamento.

In particolare in quest’articolo troverete tutte le info su:

  • Scuole e università chiuse (dove sono, per quanto tempo)
  • Possibili lezioni a distanza e recupero assenze
  • Stop gite e scioperi
  • Cosa fare se siete studenti fuori sede
  • Rimborsi del treno per chi rinuncia a viaggiare
  • Altre misure prese regione per regione
  • Comportamenti consigliati
  • Numeri da chiamare
  • Dettagli su cos’è il virus e dati per una ricerca o un tema scolastico

Tutte le misure per le scuole e le università

Nella maggior parte delle Regioni del Nord le scuole sono state chiuse fino al 1 marzo. Si valuterà poi, se estendere tali misure alla settimana successiva.

Scuole e università chiuse fino al 1 marzo

Le regioni coinvolte sono:

  • Lombardia (scuole e università chiuse)
  • Piemonte (scuole e università chiuse)
  • Veneto (scuole e università chiuse)
  • Emilia Romagna (scuole e università chiuse)
  • Friuli Venezia Giulia (scuole e università chiuse)
  • Trentino Alto Adige (scuole e università chiuse)
  • Liguria (chiusa solo l’Università di Genova)

Qui trovate l’elenco completo in aggiornamento sulle scuole chiuse per Coronavirus:

Stop gite

Il Miur, a partire da domenica 23 febbraio, 2020, ha sospeso uscite didattiche e viaggi d’istruzione in tutta Italia per mete sia nel nostro Paese che all’estero. La Ministra è al momento impegnata in una task force per fornire informazioni più precise su periodi di sospensione e modalità.

Qui per approfondire:

Stop scioperi

Il Garante ha chiesto la sospensione degli scioperi fino al 31 marzo per evitare manifestazioni con partecipazione di massa. A livello scolastico, potrebbe quindi essere sospeso lo sciopero dei docenti previsto per il 6 marzo e lo sciopero generale indetto per il 9 marzo.

Qui per approfondire:

Lezioni a distanza

Il Miur, sempre nella task force in atto il 24 febbraio, sta elaborando misure per permettere alle scuole coinvolte dallo stop obbligatorio di poter continuare a fare lezione, anche a distanza. Seguiranno aggiornamenti.

per approfondire:

Cosa succede in caso di assenze prolungate?

Un problema che si pone con questa sospensione speciale riguarda cosa succederà per le assenze scolastiche e la durata della scuola. Per quanto riguarda le assenze, essendo una questione di salute pubblica, il Miur potrebbe anche varare un provvedimento speciale per non contare le assenze di questo periodo (ma al momento non ci sono news ufficiali). Inoltre, l’istituzione delle lezioni a distanza potrebbe risolvere il problema. Per quanto riguarda invece la durata della scuola (devono esserci almeno 200 giorni di scuola), possiamo pensare a diversi possibili scenari:

  • provvedimento speciale del Miur di deroga alla norma vigente (si fanno meno di 200 giorni ma per motivi più importanti di salute pubblica)
  • verranno ridotti ponti o feste successive oppure si rimanderà l’ultimo giorno di scuola a data successiva
  • lezioni a distanza funzionanti sostituiranno la presenza a scuola

Tuttavia, al momento, si tratta solo di ipotesi da noi elaborate: non ci sono notizie ufficiali da parte del Miur, quindi capiremo solo nei prossimi giorni quali sono le misure previste. Non farti prendere dall’ansia.

Cosa fare se studi fuori sede al Nord e vuoi rientrare a casa

Se abiti in una delle zone rosse (i comuni del Lodigiano al centro del focolaio e Vo’ Euganeo in Veneto) al momento non puoi tornare a casa né uscire dal paese in cui vivi. Segui le disposizioni delle autorità in loco. Se, invece, ti trovi nel resto delle zone in cui si sono verificati casi di contagio, verifica le ordinanze della regione dalla quale provieni e valuta se e come tornare a casa magari chiamando prima il tuo medico di base o sentendo il parere delle autorità sanitarie competenti.

Qui tutti i dettagli:

Biglietto rimborsato per chi rinuncia a viaggiare

Vista la situazione d’emergenza, Trenitalia e Italo hanno deciso di rimborsare il biglietto del treno per chi rinuncia a viaggiare e ha prenotato entro il 23 febbraio 2020. Il rimborso va chiesto entro domenica 1 marzo. Trovate qui tutte le informazioni sulle procedure. 

Attività chiuse e aperte al Nord: i provvedimenti presi regione per regione

Oltre alle scuole e alle università chiuse, vediamo quali disposizioni sono state prese regione per regione.

Lombardia

Zona rossa (Bertonico, Casalpusterlengo, Castiglione D’Adda, Codogno, Fombio, Maleo, San Fiorano, Somaglia, Terranova dei Passerini)

In quest’area è disposta la quarantena per 14 giorni. La maggior parte delle attività sono chiuse e vietate manifestazioni e agglomerati di persone. Non si può né entrare né uscire dai paesi. Previsti posti di blocco in entrata e uscita.

Resto della Lombardia

  • sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, eventi e forme di riunione in luogo pubblico o privato (es. concerti, spettacoli teatrali, partite o eventi sportivi, manifestazioni, cortei, conferenze, convegni e congressi)
  • chiusura musei e altri istituti e luoghi di cultura (come cinema o biblioteche)
  • sospensione concorsi pubblici
  • bar, locali notturni e qualsiasi altro esercizio di intrattenimento aperto al pubblico sono chiusi dalle ore 18.00 alle ore 6.00
  • sospensione messe religiose
  • chiuso il Duomo di Milano
  • funerali e matrimoni solo con parenti stretti

Veneto

Zona rossa (Vo Euganeo) – vedi misure per zona rossa in Lombardia

Resto del Veneto

  • sospensione Carnevale di Venezia
  • stop a manifestazioni pubbliche e private
  • chiusura musei
  • stop a messe

Piemonte

  • sospensione Carnevale di Ivrea
  • stop a tutti gli eventi e le manifestazioni culturali, ludiche e sportive, all’aperto e al chiuso, che prevedono l’assembramento di persone
  • stop ad attività religiose ma non a messe
  • funerali e matrimoni solo con parenti stretti

Friuli Venezia Giulia

  • sospensione manifestazioni culturali e sportive
  • chiusura musei
  • accesso alle chiese solo per preghiera personale

Liguria

  • divieto di accesso a mense scolastiche (tranne per chi abita negli studentati)
  • chiusura fiere stagionali

Come evitare il contagio? Cosa fare e divieti

Per evitare il contagio ci sono alcune norme da seguire (senza andare nel panico), così come consigliato dal Ministero della Salute. In particolare:

  • lavati spesso le mani per più di 20 secondi con sapone o con alcol
  • non toccarti viso, naso e occhi con le mani
  • copri occhi e naso se starnutisci o tossisci
  • getta via i fazzoletti sporchi e starnutisci proteggendoti la bocca con i gomiti flessi
  • non prendere farmaci antivirali né antibiotici a meno che non siano prescritti dal medico
  • pulisci le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol
  • usa la mascherina solo se sospetti di essere ammalato o assisti persone malate
  • evitare il contatto ravvicinato con soggetti che presentano sintomi da febbre o tosse
  • i prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi
  • contatta il numero verde 1500 se hai la febbre o tosse e sei tornato dalla Cina o dalle zone di focolaio negli ultimi 14 giorni (non andare al pronto soccorso!)
  • Gli animali da compagnia non diffondono il Coronavirus

cornavirus-ministro-salute

Numeri utili da chiamare

In caso di sintomatologia e dubbio di poter aver contratto il virus, chiamate in quest’ordine:

  • il vostro medico di base
  • il 112 o il 1500 (non andate al pronto soccorso)
  • in caso di sintomi sospetti, ogni regione ha messo anche a disposizione un proprio numero verde
    Veneto: 800.46.23.40
    – Lombardia: 800.89.45.45
    Marche: 800.93.66.77
    Piemonte: 800 333 444

Informazioni sul Coronavirus: cosa sapere per scrivere un tema

Se invece vuoi sapere da dov’è arrivato il Coronavirus, dove sono i casi di contagio e avere spunti per scrivere una ricerca o un tema scolastico trovate qui tutte le info utili:

(Foto Credits: Pixabay e salute.gov.it)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Scuola