Condividi
Primo giorno di scuola 2020 posticipato al 24 settembre: ecco in quali regioni
Condividi su

Primo giorno di scuola 2020 posticipato al 24 settembre: ecco in quali regioni

Di Chiara Greco
pubblicato il 06 luglio

In Puglia e Campania si rientrerà a scuola il 24 settembre: la decisione è stata presa per motivi ben precisi ma potrebbero non essere le uniche regioni dove il primo giorno di scuola 2020 sarà posticipato!

Primo giorno di scuola 2020 posticipato al 24 settembre: ecco in quali regioni

Primo giorno scuola 2020: perché in Puglia e in Campania si rientra il 24 settembre

Con l’ultimo decreto scuola, il Miur aveva deciso di unificare la data del primo giorno di scuola per tutte le regioni al 14 settembre 2020, fatta eccezione della provincia di Bolzano dove si rientrerà l’8 settembre 2020. Puglia e Campania hanno posticipato il rientro a scuola al 24 settembre e questa decisione è stata presa dalle giunte regionali per motivi ben precisi, ma potrebbero non essere le uniche regioni ad aver scelto di aprire le scuole dopo la data stabilita dal Miur. In questo articolo vi spieghiamo i motivi di questo slittamento e quali sono le altre regioni che potrebbero seguire l’esempio della Puglia e della Campania.

Ponti e vacanze nel prossimo anno scolastico? Ecco il calendario scolastico 2020-2021 con tutte le festività.

Non perdere:

primo giorno scuola 2020 puglia campania

Puglia, si rientra a scuola il 24 settembre: motivi

Una delle prime regioni che ha deciso di cambiare la data del primo giorno di scuola rispetto a quella stabilita dal Miur nella conferenza Stato-Regioni è stata la Puglia. Il motivo di questo slittamento di 10 giorni della data di inizio delle lezioni è legato alle elezioni regionali, che si terranno tra il 20 e il 21 settembre. Per evitare quindi di chiudere le scuole dopo meno di 10 giorni dall’inizio, la regione ha preferito posticipare direttamente la data, facendo slittare così anche l’ultimo giorno di scuola, fissato per l’11 giugno 2021.

Primo giorno di scuola in Campania: perché si rientra il 24

Anche il governatore della Campania Vincenzo De Luca ha espresso la sua volontà di posticipare la data di rientro a scuola al 24 settembre. A differenza della Puglia, però, in questo caso si tratta di una decisione di protesta contro quanto scelto dal Miur durante la conferenza Stato-Regioni. De Luca non ha firmato il Piano scuola 2020/2021 perché contro le misure prese dalla ministra Azzolina in accordo con le altre Regioni, e per questo motivo vorrebbe posticipare la data dell’inizio delle lezioni. Poi in Campania, come in Puglia, dovrebbero tenersi le elezioni regionali il 20 settembre e questo quindi potrebbe essere un altro motivo per cui si rientrerà a scuola in ritardo rispetto alle altre regioni.

Primo giorno di scuola 2020: in quali regioni non si rientra il 14 settembre

Insieme a Puglia e Campania – e la provincia di Bolzano – sarebbero altre le regioni che forse non seguiranno le direttive del Miur sul primo giorno di scuola. Toscana ed Emilia Romagna hanno pubblicato il loro calendario scolastico già qualche mese fa e avevano programmato il primo giorno di scuola per il 15 settembre, il Friuli Venezia Giulia ha invece indicato la data del 16 settembre per il rientro a scuola. Anche dopo la conferenza Stato-Regioni, le date non sono state modificate e questo lascia presumere che probabilmente non seguiranno le direttive nazionali. Ma è ancora tutto da vedere, visto che la Ministra Azzolina punta a unificare la data del primo giorno di scuola per tutte le regioni al 14 settembre, senza deroghe.

Leggi anche:

(Credits immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola