Condividi
Lorenzo Fioramonti al MIUR: il nuovo programma per scuola e università del Ministro dell’Istruzione
Condividi su

Lorenzo Fioramonti al MIUR: il nuovo programma per scuola e università del Ministro dell’Istruzione

Di Selena
pubblicato il 05 settembre

Lorenzo Fioramonti prende le redini di un mondo, quello della scuola, che ha una serie di problematiche e insoddisfazioni diffuse da placare. Ecco le novità e il programma del nuovo Ministro dell’Istruzione.

Lorenzo Fioramonti al MIUR: il nuovo programma per scuola e università del Ministro dell’Istruzione

MIUR, scuola e università: tutti i cambiamenti in programma del Ministro Fioramonti

Dopo pochi mesi dal suo insediamento, proprio ora che avevamo iniziato a capire un po’ il modo di ragionare e di pensare di Marco Bussetti, al Governo c’è stato un repentino cambio di rotta e il nuovo Ministro dell’Istruzione è Lorenzo Fioramonti. Per via della crisi di Governo scatenata ad agosto dall’ex Ministro Matteo Salvini, la “cordata” giallo verde tra Lega e M5S è saltata e ora il Governo si è ricreato sulle ceneri delle vecchie elezioni con un accordo di poteri tra Partito Democratico e Movimento 5 Stelle. L’asse giallo-rosso, così è stato chiamato dai giornalisti, vede così l’assegnazione di nuove poltrone in Parlamento e, per la conduzione del MIUR è stato scelto proprio Lorenzo Fioramonti che, fino a poco tempo fa, era il Vice-Ministro del MIUR sotto Bussetti. Anche se non lo avete mai sentito nominare quindi, in realtà lui era lì e ha già fatto un po’ di gavetta, se così la vogliamo chiamare. Ora la domanda che tutti gli studenti si pongono, giustamente, è come cambierà la scuola e l’università con il suo avvento. Noi di ScuolaZoo abbiamo cercato di raccogliere un po’ di informazioni a riguardo e vediamo allora insieme quali sono le principali novità che il ministro Fioramonti apporterà.

Fioramonti al posto di Bussetti: tutte le novità di scuola e università

Come abbiamo anticipato queste sono ore piuttosto concitate per quanto riguarda il futuro non solo della scuola, ma di tutto il Governo. A noi, come ovvio, interessa principalmente capire quali saranno i cambiamenti che il nuovo Ministro Fioramonti apporterà alla scuola e all’università. Dividendo il tutto per punti cerchiamo quindi fare un po’ la quadra della situazione anche se, su molti argomenti, ancora il Ministro non si è pronunciato.

Università: cosa cambia con Fioramonti?

Il neo ministro sembra avere le idee chiare, soprattutto per quanto riguarda i finanziamenti alle Università, agli istituti di alta formazione e alla ricerca. Due miliardi da investire qui e nella scuola o si dimette. Sono questi gli ultimi “diktat” del nuovo capo del MIUR che sembra piuttosto fermo nelle sue decisioni.

Test Medicina obbligatorio o no? La posizione del Ministro Fioramonti

Su questo tema il nuovo ministro dell’Istruzione ancora non si è pronunciato. Ovviamente sarà uno dei temi cardine che andranno affrontati, ma per ora il MIUR rimane immobile e non prende posizione sull’obbligatorietà o meno del Test Medicina. Per approfondire, leggete:

Scuole elementari, medie e superiori: i cambiamenti del MIUR con Fioramonti

Appena è stato eletto, nonostante si sia detto “sorpreso” della nomina, Fioramonti aveva già chiare in mente delle modifiche, a suo dire necessarie, alla scuola. L’essere rimasto (metaforicamente) a girovagare nei corridoi mentre Bussetti si occupava di tutto e le sue proposte invece venivano bocciate dalla Lega ha fatto sì che ora il nuovo Ministro abbia un elenco di proposte interessanti come:

  • introdurre tassa sulle merendine, sulle bevande zuccherate e sui biglietti aerei
  • eliminare le classi “pollaio” cioè troppo affollate e non superare le 21 unità come succede in Germania dove studiano i suoi figli
  • maggiore attenzione alla sostenibilità ambientale (che potrebbe diventare materia di studio)
  • scuola multidisciplinare con materie nuove e creative, “svecchiando” quelle tradizionali
  • migliorare la sicurezza degli edifici

Cosa decide il nuovo Ministro per le prove Invalsi? Sono obbligatorie o no?

Sul delicatissimo tema delle Prove Invalsi, che spacca da sempre l’Italia, il nuovo staff del MIUR ancora non si è pronunciato e molto probabilmente aspetterà un po’ prima di prendere posizione. Noi ovviamente vi aggiorneremo in merito.

Educazioni Civica sì o no? La decisione del nuovo Ministro Fioramonti

Discorso diverso invece per quanto riguarda l’inserimento di Educazione Civica come materia formativa nelle scuole. Su questo il nuovo Ministro non ha dubbi: si farà. L’idea di Fioramonti è quella di una scuola che aiuti gli studenti ad imparare ad essere cittadini attivi e collaborativi. Dall’educazione civica quindi parte proprio la formazione dei futuri uomini e donne di domani e, per il nuovo Ministro, è fondamentale educare i giovani al meglio. Per approfondire:

Maturità 2020, cosa cambierà con il nuovo Ministro Fioramonti?

Non sappiamo ancora bene, invece, quali sono le novità che il MIUR vorrebbe introdurre in merito alla Maturità 2020. Molto probabilmente, ve lo diciamo già, per quest’anno le cose non cambieranno per evitare di dare ulteriore affanno ai maturandi, ma è probabile che qualche modifica verrà apportata. Bisogna capire (e lo scopriremo nel tempo) se questo nuovo format dell’esame di stato era nelle corde anche di Fioramonti o ha dovuto accettarlo in quanto deciso esclusivamente da Bussetti e dalla Lega.

Professori e personale scolastico: le novità del Ministro Fioramonti

Ultimo punto piuttosto hot per il nuovo ministro Fioramonti riguarda proprio il personale scolastico. Tra le idee chiare che ha c’è infatti la necessità di ridurre nettamente i precari del mondo universitario, scolastico e docente. I professori e gli insegnanti, come ha dichiarato in un’intervista al Corriere, devono tornare ad essere figure autorevoli al centro della narrazione scolastica e di sviluppo del Paese, con una nuova dignità e un compenso economico nuovo e pari. Fioramonti sta rimettendo mano al decreto salvaprecari, a quanto pare, nella speranza di migliorarlo e farlo approvare il prima possibile.

(Fonte Immagini Facebook)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Scuola