Condividi
Rientro a scuola settembre 2020: ecco tutte le misure previste
Condividi su

Rientro a scuola settembre 2020: ecco tutte le misure previste

Di Chiara Greco
pubblicato il 29 maggio

A settembre si dovrebbe tornare a fare lezione in presenza ma bisognerà rispettare delle misure di sicurezza ben precise: scopri quali sono e che cosa ha detto il Miur!

Rientro a scuola settembre 2020: ecco tutte le misure previste

Primo giorno di scuola 2020: le misure di sicurezza per il rientro

Il Comitato Tecnico Scientifico e il Miur hanno redatto un documento dove sono indicate tutte le misure di sicurezza per il rientro a scuola a settembre 2020. La Ministra Azzolina aveva anticipato l’uscita di queste misure già settimana scorsa con un post su Instagram e ieri sono state pubblicate sul sito ufficiale del Ministero. In che modo sarà il primo giorno di scuola 2020 e come si farà lezione da settembre per evitare un ritorno dei contagi da Coronavirus? Vi spieghiamo in maniera semplice e veloce il documento del CTS.

Non perdere:

misure sicurezza rientro scuola

Ritorno a scuola 2020: cos’ha detto il CTS

Il documento sulle misure di sicurezza da adottare per il rientro a scuola da settembre 2020 sarà il riferimento principale per ogni istituto, che avrà poi il compito di adattarele alla proria realtà scolastica. Il CTS ha dato delle linee guida da seguire: non si tratta di proposte o suggerimenti, ma sono delle vere e proprie direttive che vanno seguite con accortezza e precisione. Le decisioni prese dal Miur e dal CTS per mantenere la sicurezza nelle scuole sono state decise alla luce della situazione epidemiologica attuale. Non è escluso, quindi, che si possano apportare delle modifiche successive a questo documento in base all’andamento dei contagi nei prossimi mesi.

Misure di sicurezza per il rientro a scuola: quali sono?

A settembre si ritornerà tra i banchi di scuola ma la situazione sarà ben diversa da come l’abbiamo lasciata prima della didattica a distanza. Per garantire la sicurezza degli alunni e dei professori, ecco le misure di sicurezza da mettere in atto sin dal primo giorno di scuola:

  • distanziamento sociale: riorganizzazione delle classi e dei locali scolastici, con misure di prevenzione per l’assembramento di persone
  • ingresso e uscita differenziati: rimodulazione degli orari in cui inzieranno e finiranno le lezioni
  • presenza dei genitori ridotta al minimo
  • uso della struttura finalizzato solo alle lezioni e alle attività scolastiche

Come verranno sistemate le aule?

Per permettere il distanziamento sociale, si dovranno rimodulare tutte le aule e la disposizione dei banchi. Il Comitato Tecnico Scientifico raccomanda di mantenere una distanza di almeno 1 metro tra una persona e l’altra. Le zone della cattedra e della lavagna, considerate di maggior passaggio e interazione, dovranno essere rimodulate per garantire comunque la distanza tra alunno e docente di almeno 1 metro. In caso di impossibilità di queste misure il CTS consiglia di organizzare le lezioni a turni o con la didattica a distanza, in quest’ultimo caso da preferire solo per le scuole medie e superiori.

Sicurezza negli spazi comuni

Per gli spazi comuni, come corridoi o laboratori, il CTS raccomanda di garantire la distanza di un metro tra le persone e quindi di regoalre l’affollamento in base a questo fattore. Le altre misure:

  • nei corridoi e nelle aree di passaggio, si dovranno organizzare dei percorsi ad hoc per garantire il mantenimento delle distanze.
  • tutte le attività sportive scolastiche dovranno svolgersi preferibilmente all’aperto e, se non è possibile, viene consigliato di far arieggiare le palestre dopo ogni utilizzo e di mantenere la distanza di almeno 2 metri durante le attività (nelle prime fasi del rientro a scuola sono sconsigliate le attività di gruppo)
  • per la mensa scolastica è fondamentale mantenere il distanziamento, organizzare la gestione dei tempi del pasto, e fornire (se possibile) dei lunch box individuali

Misure igienico-sanitarie per l’ambiente e personale: quali sono?

Oltre a dare delle direttive per riorganizzare tutte le strutture per mettere in pratica le misure di sicurezze, il Miur ha fornito delle indicazioni ben precise per sanificare gli ambienti e per garantire l’igiene delle persone che frequenteranno la scuola da settembre.

Misure d’igiene per l’ambiente scolastico

Le scuole dovranno essere sanificate in maniera approfondita prima del rientro degli alunni e del personale scolastico. Dopo la riapertura, si dovrà garantire una pulizia ordinaria quotidiana, da effettuare dopo l’uscita degli alunni. Se dovesse presentarsi un caso di Coronavirus a scuola, si raccomanda la pulizia straordinaria nei luoghi frequentati dalle persone contagiate.

Misure d’igiene personale

Mantenere l’igiene personale è il primo passo per rientrare a scuola in sicurezza. Ecco quali sono le misure da adottare:

  • igienizzazione delle mani con prodotti igienizzanti a soluzione alcolica (forniti attraverso dispenser) che verranno messi a disposizione dalla scuola
  • igiene delle mani prima dell’ingresso in classe, va bene anche il lavaggio con acqua e sapone
  • mascherina scolastica in dotazione dalla scuola per tutti i docenti e personale scolastico
  • mascherina scolastica individuale per tutti gli alunni (va bene sia quella chirurgica, che quella di produzione artigianale) – le mascherine potranno non essere indossate in alcuni locali, come la mensa o la palestra

Misure di sicurezza per gli studenti con disabilità

Il rientro a scuola degli studenti con disabilità dovrà essere regolato in base alla numerosità, alla tipologia di disabilità, alle risorse professionali specificatamente dedicate, garantendo in via prioritaria la didattica in presenza. Le mascherine non sono obbligatorie per gli studenti con una forma di disabilità non compatibile all’uso delle protezioni. Il personale di assistenza ai disabili che non può mantenere il metro di distanza dovrà prendere ulteriori precauzioni, oltre alla mascherina, con l’uso di guanti in nitrile e dispositivi di protezione per occhi, viso e mucose.

Primo giorno di scuola 2020: indicazioni generali

Il comitato tecnico scientifico ha fornito le basi per permettere un rientro a scuola in sicurezza. Resta comunque il fatto che tutti coloro che faranno rientro nelle scuole a settembre, non devono presentare queste situazioni:

  • assenza di sintomi legati alla Covid-19: problemi respiratori o temperatura corporea superiore a 37.5°C anche nei tre giorni precedenti
  • non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni
  • non essere stati a contatto con persone positive negli ultimi 14 giorni

Non sarà necessario misurare la temperatura all’ingresso della scuola, quindi ogni persona sarà responsabile di rispettare le misure richieste in maniera autonoma. Tutti i soggetti che dovessero manifestare dei sintomi a scuola, verranno messi subito in isolamento e verranno affidati al personale sanitario locale.

Misure di sicurezza per la scuola: come verranno organizzate le strutture

Il CTS ha osservato che diverse scuole in Italia non possono garantire il distanziamento sociale, che è una delle misure base da adottare per un rientro a scuola in sicurezza. Tenendo conto di questa criticità, il Miur e il Comitato Tecnico Scientifico chiedono di procedere in questi modi:

  • mappatura delle scuole e dei locali scolastici con un’analisi della popolazione scolastica che solitamente occupa l’istituto (studenti, insegnanti, collaboratori scolastici e personale amministrativo)
  • rimodulazione degli orari di lezione in base al numero di persone che possono occupare i locali senza creare assembramento
  • adozione della didattica a distanza come elemento integrativo (e non sostitutivo) nei casi in cui non è possibile organizzare le lezioni a turni o permettere il rientro delle classi al completo in sicurezza

Leggi anche:

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Scuola