Condividi
Maturità 2019, commissari esterni: le domande che possono farti
Condividi su

Maturità 2019, commissari esterni: le domande che possono farti

Di Selena
pubblicato il 20 maggio

Cosa possono chiedervi i membri della commissione esterna alla Maturità 2019? Ecco tutto quello che occorre sapere a riguardo!

Maturità 2019, commissari esterni: le domande che possono farti

Commissari Esterni Maturità 2019: che domande possono fare?

Quanto terrore per la Maturità 2019. E quanto panico per i commissari esterni con i quali ci si dovrà confrontare durante l’Esame di Stato post Riforma del MIUR e del Ministro Bussetti. Quali domande possono fare i membri della commissione esterna? Su che argomenti possono interrogarvi e soprattutto perché? Al perché non c’è una risposta: provate a interrogare gli dei in stile Mago Merlino e se scoprite come mai bisogna sottostare a questo particolare meccanismo dateci un fischio. Per tutte le altre domande invece noi di ScuolaZoo siamo pronti a cercare di dare una risposta!

Non perdere anche:

domande-commissari-esterni-maturità-2019 (1)

Domande commissari esterni Maturità 2019: materie e argomenti possibili

Sappiamo che confrontarsi  con i commissari esterni alla Maturità 2019 è un ostacolo non da poco. Dovrete rispondere a domande fatte da professori che non vi conoscono e che non sanno quindi come si è svolto il vostro percorso scolastico in questi anni. Eppure…ci tocca!

A proposito delle domande che vi possono fare i commissari esterni durante il Colloquio Orale della Maturità 2019 possiamo darvi qualche dritta. La prima cosa da sapere è ogni commissario esterno potrà farvi domande solo inerenti alla materia o alle materie di cui ha l’abilitazione all’insegnamento. Le domande potranno riguardare il programma di tutto l’ultimo anno scolastico della materia in questione. Gli argomenti sui cui verteranno le domande sono quelli che i vostri professori hanno indicato come svolti nel famigerato documento del 15 maggio.

Domande Commissari esterni 2019: le novità con la Riforma della Maturità

L’orale, che cambia con la Riforma della Maturità, tuttavia, sarà molto più collegiale rispetto agli scorsi anni. Cosa significa? Il candidato dovrà parlare dei contenuti contenuti nella busta scelta con un approccio multidisciplinare. Questo significa che al contrario di quanto avveniva prima, non si farà un’interrogazione separata con ogni commissario, ma ogni prof interverrà con domande e considerazioni sulla propria materia mentre il maturando esamina il documento che gli è stato sottoposto.

Inoltre, i commissari esterni vi potranno anche fare delle domande su Cittadinanza e Costituzione e vi chiederanno di raccontare quindi la vostra storia personale sul percorso di Alternanza Scuola-Lavoro svolto durante l’anno.

Infine i commissari esterni, se hanno corretto delle prove scritte, vi potrebbero porre anche delle domande in merito alla prova, magari facendovi correggere degli errori. Il consiglio che vi diamo quindi è quello di ripassare il più possibile tutto e di ragionare su tutti i possibili collegamenti tra le materie.

(Fonte Immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità