Condividi
Prove Invalsi Maturità 2019: perché sono obbligatorie?
Condividi su

Prove Invalsi Maturità 2019: perché sono obbligatorie?

Di Selena
pubblicato il 15 marzo

Le Prove Invalsi 2019 di Maturità non sono un requisito di accesso all’Esame di Stato, ma sono comunque obbligatorie, perché? Ecco la risposta alle vostre domande!

Prove Invalsi Maturità 2019: perché sono obbligatorie?

Maturità 2019: perché le prove Invalsi sono obbligatorie?

I maturandi 2019 stanno affrontando l’avvicinarsi inesorabile della Maturità 2019 che, con la riforma voluta dal ministro Bussetti e dal Miur, è notevolmente cambiata rispetto all’anno scorso. Oltre alla ansia per l’esame di stato i ragazzi di quinta superiore sono anche alle prese con le  Prove Invalsi di matematica, italiano e inglese 2019. In una finestra temporale che va dal 4 al 30 marzo 2019 infatti tutti gli studenti dovranno affrontare questo testo che, sebbene non sia un requisito per l’ammissione alla Maturità 2019 resta obbligatorio. Ma perché? Come mai le Invalsi 2019 di quinta superiore sono obbligatorie? Cerchiamo di rispondere insieme a questo quesito che sta attanagliando moltissimi studenti.

invalsi-maturità-2019-obbligatorie (2)

Prove Invalsi Maturità 2019: i cambiamenti con la riforma del MIUR

Le Prove Invalsi, secondo il decreto legislativo 62/2017 erano considerate un requisito di ammissione all’esame di Stato, ma, a oggi, non è più così. Grazie al Decreto Milleproroghe voluto dal Governo la condizione di requisito fondamentale per l’ammissione alla Maturità 2019 delle Prove Invalsi è stato posticipato. Allo stesso modo i risultati ottenuti alle prove Invalsi di Maturità 2019 non faranno media. Eppure le Invalsi restano obbligatorie e quindi tutti gli studenti sono chiamati a sostenerle anche se sono slegate dall’esame di Maturità e dalla valutazione finale delle materie coinvolte (Matematica, Italiano e Inglese).

Perché le Prove Invalsi di Maturità 2019 sono obbligatorie

Il motivo per cui le prove Invalsi sono obbligatorie, anche se non sono un requisito di ammissione alla Maturità 2019 è legato al fatto che le prove Invalsi sono previste dalla legge e di conseguenza le scuole non possono non dare la possibilità agli studenti di svolgerle. Le Prove Invalsi di Maturità 2019 sono obbligatorie quindi perché sono fondamentali per monitorare e valutare la qualità del sistema scolastico al fine di trovare tutte le criticità e cercare di risolverle. Dal 4 al 30 marzo 2019 quindi tutti i maturandi sono chiamati a svolgere le prove Invalsi di quinta superiore per valutare le conoscenze di italiano, matematica e inglese. Come sappiamo le Invalsi 2019 verranno svolte al computer in una, due o tre giornate a seconda di quanto hanno deciso i singoli istituti.

Invalsi Maturità 2019: cosa fare se si è assenti

Le Prove, come abbiamo detto, non fanno media per l’esame di Maturità 2019 e la valutazione verrà espressa a livello descrittivo e consegnate al momento del diploma insieme al curriculum dello studente. Qualora nei giorni delle Invalsi di Maturità 2019 siate assenti perché malati o impegnati altrove non è un problema perché sono organizzate delle sessioni aggiuntive quindi dei giorni extra in cui svolgere le Invalsi perché, come ormai avrete capito, le Prove sono obbligatorie!

Se volete capire meglio cosa fare in caso di assenza alle Prove Invalsi 2019 leggete qui:

(Fonte Immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità