Condividi
Maturità 2018 errore del Miur nella versione di Greco: cosa succede ora
Condividi su

Maturità 2018 errore del Miur nella versione di Greco: cosa succede ora

Di Chiara Greco
pubblicato il 21 giugno

Errore nella Seconda Prova di greco per il liceo classico: cosa succederà adesso?

Maturità 2018 errore del Miur nella versione di Greco: cosa succede ora

Seconda Prova Greco Maturità 2018: errore nella traccia del Miur

La Prima Prova e la Seconda Prova della Maturità 2018 sembravano esser andate lisce come l’olio ma ci sbagliavamo! A qualche ora dalla fine della Seconda Prova si è trovato l’inghippo nella versione di greco per il Liceo Classico, che quest’anno si è trovato la traccia su Aristotele con un pezzo tratto dall’Etica nicomachea. L’errore commesso dal Miur (se confermato), apparentemente banale, avrebbe reso la traduzione di greco ancora più difficile, tanto quasi da comprometterla. Vediamo insieme cosa è successo e se cambierà qualcosa dopo questa segnalazione!

Il Miur ha smentito l’errore del Miur nella versione di greco? Ecco cosa sapere e la traduzione della versione di Aristotele:

Versione greco Seconda Prova 2018: qual è l’errore?

Dopo la fine della Seconda Prova del liceo classico, un sedicente professore di greco ha segnalato, come riportato da Panorama, che nella versione inserita dal Miur nel plico c’era un errore. Si tratterebbe di un punto messo nel posto sbagliato perché compare dopo un soggetto, andando a separare quest’ultimo dal verbo. La piccola svista ha creato tantissimi problemi ai numerosi maturandi del liceo classico, già alle prese con un pezzo non così facile, per via del fatto che l’opera scelta di Aristotele fosse tratta da un suo libro di appunti per i discepoli. Trattandosi di note personali, le frasi scritte dall’autore greco erano sconnesse e poco precise.

Errore Versione Greco Seconda Prova: cosa succede ora

I docenti di greco, che hanno provato a risolvere la traccia, non si sono accorti subito dell’errore ma, svolgendo la prova, hanno notato che in un punto la traduzione fosse particolarmente difficile e qualcosa non quadrava. Il docente, che ha subito segnalato l’errore, ha richiamato gli addetti ai lavori del Miur, sostenendo che per una prova così importante sarebbe stato opportuno fare attenzione all’edizione da cui si prendeva la versione, così da sceglierne una precisa e senza errori. Ora cosa succederà? Sicuramente la Seconda Prova non si può rifare, ma supponiamo che i docenti terranno conto del disguido durante la correzione, così che questo errore non pesi sulla valutazione complessiva della prova.

Se non volete perdervi tutte le tracce svolte e le soluzioni per tutte le scuole della Seconda Prova leggete qui:

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità