Condividi
Tracce Maturità 2020: tema svolto sugli incendi in Australia
Condividi su

Tracce Maturità 2020: tema svolto sugli incendi in Australia

Di Chiara Greco
pubblicato il 20 gennaio

Esame Maturità 2020: traccia svolta sull’incendio in Australia con suggerimenti per la Prima Prova.

Tracce Maturità 2020: tema svolto sugli incendi in Australia

Tracce Maturità 2020: tema svolto e spunti sugli incendi in Australia

Il dramma degli incendi in Australia ha sconvolto tutto il mondo che, con il fiato sospeso e l’angoscia nel cuore, ha osservato il dramma degli abitanti di quelle terre. Trattandosi di un argomento di attualità di grande interesse, il Miur potrebbe decidere di elaborare una Traccia di Maturità 2020 su questo tema, chiedendo agli studenti di mettere nero su bianco una riflessione su ciò che è successo, anche in ottica di quanto detto in classe sulla questione del clima e dei cambiamenti climatici. Per l’Australia, sono stati diversi i tentativi di salvataggio e di recupero della situazione, ma questa crisi ha dimostrato che quando la natura prende il controllo, la situazione non è assolutamente gestibile dall’essere umano.

Trovate qui tutti gli argomenti di attualità che potrebbero uscire alla Maturità 2020:

incendio-autralia-tracce

Traccia d’attualità svolta per la Maturità 2020 sull’Australia e gli incendi

Tra le tracce di Maturità 2020 potrebbe essercene una che vi chiederà di parlare degli incendi in Australia e della crisi climatica che si è dovuto affrontare negli ultimi mesi.

Ecco un esempio di svolgimento:

Introduzione tema sugli incendi in Australia

Il mondo ha affrontato una delle crisi climatiche più critiche degli ultimi tempi: gli incendi in Australia. La popolazione globale ha osservato con il fiato sospeso lo svolgersi degli avvenimenti perché, seppur a migliaia di chilometri di distanza da noi, le fiamme che hanno avvolto l’Australia, un continente apparentemente troppo lontano, si sono trasformate in roghi che avvolgevano l’intero pianeta. E così l’intero mondo, unendosi in questa causa comune, ha deciso di aiutare le popolazioni australiane donando ciò che si poteva: diverse associazioni di foundraising sono nate proprio per combattere gli incendi, altre invece si sono dedicate interamente a questa causa, come la WIRES Wildlife Rescue e la Australian Red Cross, tra le più famose. Negli ultimi giorni la situazione degli incendi sembrerebbe essere migliorata o, almeno, è stata resa più gestibile, grazie anche alle diverse piogge che hanno aiutato gli operatori dei vigili del fuoco a placare le fiamme, ridimensionando così i danni.

Svolgimento traccia sugli incendi in Australia

Mentre l’Australia bruciava e si diffondevano le diverse foto e video del dramma che si stava svolgendo in quella terra “lontana”, tutto il mondo è sembrato coinvolto dalla situazione, tanto che si è mossa una macchina di salvataggio che ha toccato tutti i punti più remoti della Terra. Il mondo forse non è un mondo così brutto, si è pensato in quegli attimi, ma solo se le persone insieme riescono a fare qualcosa di veramente buono. Negli ultimi anni la questione del clima è diventata sempre più centrale nei tanti dibattiti istituzionali e scientifici, ma fino ad adesso non è mai stata toccata effettivamente con mano. Gli incendi in Australia hanno messo in evidenza il fatto che la crisi climatica è una cosa reale e, per quanto i “grandi” si rifiutano di collaborare con il resto del mondo per evitare di arrivare al punto di non ritorno, alla fine l’essere umano, per sopravvivenza o per amore verso la propria casa, sa che è il momento di fare realmente qualcosa.

Ogni anno, in diverse zone dell’Australia, scoppiano incendi dovuti al forte caldo e alle stagioni secche. Quest’anno è stato molto particolare perché ci sono stati diversi fenomeni chiamati “dry lightning” cioè dei fulmini che, andando a colpire zone rese aride dalle temperature molto alte, sono state la scintilla che ha fatto scatenare i primi roghi. L’uomo, in tutto ciò, non è del tutto innocente, visto che in diverse zone sono state fermate circa 24 persone mentre stavano appiccando degli incendi. I danni causati dagli incendi in Australia non sono ancora quantificabili pienamente, ma i primi numeri sono molto sconcertanti: 28 persone sono rimaste uccise, circa 3000 case sono state distrutte e abbandonate, più di 7 milioni di ettari di terreno sono andati a fuoco. I dati più drammatici riguardano la fauna e gli animali: mezzo miliardo di esseri animali, di diverse specie, sono bruciate insieme a tutto il resto.

Conclusione tema sugli incendi in Australia

Le immagini degli australiani che salvavano i koala intrappolati sugli alberi e i video di coloro che riprendevano il divampare delle fiamme rimarranno per diverso tempo impressi nella memoria di chi ha vissuto questi mesi di dramma. Ma la cosa che rimarrà per sempre fissata nella memoria comune è la perdita della biodiversità presente nelle terre australiane, tra animali e piante. Si tratta di numeri spaventosi, che non fanno altro che avvalorare la tesi secondo cui il cambiamento climatico può effettivamente spazzare via la vita sulla terra. Gli incendi in Australia sono stati un ammonimento per tutti coloro che non credono ancora alla crisi del clima e sono stati una triste conferma dei fatti per coloro che invece lottano tutti i giorni.

(Foto Credits: Instagram WWF International e Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Prima Prova Maturità Maturità