Condividi
Maturità 2020: date, novità Miur, crediti, Invalsi, Prima e Seconda Prova
Condividi su

Maturità 2020: date, novità Miur, crediti, Invalsi, Prima e Seconda Prova

Di Chiara Greco
pubblicato il 11 luglio

Esame Maturità 2020: pronti? Scopri la guida all’esame di stato, tutto su Prima e Seconda Prova, Orale e nuovi criteri d’ammissione con le novità del Miur!

Maturità 2020: date, novità Miur, crediti, Invalsi, Prima e Seconda Prova

Esame Maturità 2020: tutto su prove scritte, orale e novità del Miur

Si apre un nuovo capitolo e questa volta i protagonisti sono i maturandi che affronteranno la Maturità 2020. Per loro sarà più facile capire come sono impostate le prove scritte, Prima e Seconda Prova, e il colloquio orale. Ci sono delle novità del Miur che sono state già annunciate ma che si attiveranno solo dal 2020, come il ruolo che giocheranno l’alternanza scuola lavoro e le Prove Invalsi sull’ammissione, quindi anche per il prossimo anno le sorprese non sono finite. Noi di ScuolaZoo siamo qui pronti per illustrarvi tutto ciò che riguarda la Maturità 2020, con le ultime novità dal Ministero e come sarà strutturato il prossimo esame di Stato.

Se nel frattempo vuoi avere delle delucidazioni sul voto di Maturità 2019 e sul ricorso:

maturità 2020

Date Maturità 2020: il possibile calendario

È ancora presto stabilire quando si svolgeranno la Prima Prova e la Seconda Prova, infatti il Miur solitamente annuncia le date ufficiali dell’Esame di stato nei primi mesi del nuovo anno scolastico, con un apposito decreto. Ci sono però delle possibili date nelle quali potrebbero svolgersi le prove scritte della Maturità 2020:

  • Prima Prova 2020: 17 giugno
  • Seconda Prova 2020: 18 giugno

Novità Maturità 2020: cosa cambierà

L’assetto dell’Esame di Stato 2020 rimarrà identico a quello scelto per quest’anno, salvo qualche eccezione. Il Miur ha già annunciato che per la Maturità 2020 ci saranno delle novità riguardanti l’alternanza scuola lavoro e le Prove Invalsi. Nello specifico, entrambe entreranno a far parte dei requisiti di ammissione all’esame di Maturità 2020. Partendo da questo presupposto, sarà obbligatorio per tutti gli studenti del quinto anno svolgere le ore richieste di alternanza e sostenere le Prove Invalsi programmate durante l’anno scolastico. Attualmente non si sa se la valutazione di queste due attività inciderà sul voto di ammissione, sicuramente questo punto verrà chiarito dal Miur successivamente.

Prima Prova 2020: tutto quello che devi sapere su data e struttura

Come vi abbiamo anticipato, la data della Prima Prova 2020 potrebbe essere il 17 giugno 2020, ma attendiamo una conferma dal Miur. La struttura della prova è uguale alla Maturità 2019: il Miur sceglie 7 tracce per le 3 tipologie testuali:

  • Tipologia A: analisi del testo (2 autori, 2 tracce);
  • Tipologia B: testo argomentativo (3 tracce);
  • Tipologia C: tema d’attualità (2 tracce).

Seconda Prova 2020: struttura della traccia e novità

La Seconda Prova 2020 non subirà grossi cambiamenti rispetto alla struttura scelta per quest’anno. Si tratterà di una traccia basata sulla materia (o materie, nel caso di prova multidisciplinare) caratterizzante l’indirizzo di studio. La materia scelta dal Miur per la Seconda Prova verrà comunicata solo qualche mese prima dell’esame, nel momento in cui si deciderà quali sono le materie esterne e quali invece le materie affidate ai docenti interni.

Orale Maturità 2020: come funziona il colloquio

La vera novità della Maturità 2019 è stato il colloquio orale: i maturandi hanno fatto da cavie ma se la sono cavata benissimo con la nuova struttura. Ecco come sarà:

  • 3 buste tra cui scegliere una da cui verranno estratti dei materiali per il discorso pluridisciplinare;
  • relazione sull‘alternanza scuola-lavoro;
  • revisione dei compiti scritti;
  • eventuali domande su Cittadinanza e Costituzione.

Crediti scolastici: quanti sono per la Maturità 2020

Anche gli studenti che affronteranno la Maturità 2020 dovranno fare i conti con la conversione dei crediti accumulati nel terzo anno, visto che il nuovo conteggio dei crediti formativi è entrato in vigore solo quest’anno. Di base, il numero massimo di crediti da raggiungere nei 3 anni è 40 mentre il numero minimo di crediti da avere per essere ammessi è 24.

Ammissione Maturità 2020: quanti crediti e quali sono i criteri

Una delle novità della Maturità 2020 sarà l‘ammissione, o meglio, i requisiti d’ammissione all’Esame di Stato. Ecco quali sono i criteri per essere ammessi:

  • raggiungere la sufficienza come voto finale;
  • aver totalizzato il numero minimo di presenze richieste per l’anno scolastico (frequenza di almeno 200 giorni di lezione, non superando i 3/4 di assenza alle lezioni);
  • Prova Invalsi, in questo caso non si sa ancora se basta aver svolto la prova o si deve ottenere anche la sufficienza;
  • aver frequentato tutte le ore richieste di alternanza scuola-lavoro.

Voto Maturità 2020: quanto valgono le prove e come si calcola

Con il cambio del conteggio dei crediti e delle prove, anche il voto di Maturità ha subito delle variazioni. La scala di valutazione è sempre centesimale, quindi il voto per superare l’esame di stato sarà incluso tra il 60 e il 100. Cambia però il punteggio di ogni prova e il peso dei crediti sulla valutazione complessiva:

  • Crediti: 40 punti;
  • Prima Prova 20 punti;
  • Seconda Prova 20 punti;
  • Orale: 20 punti.

(Credits Immagini: Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità