Condividi
Traccia Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari Seconda Prova Maturità 2019
Condividi su

Traccia Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari Seconda Prova Maturità 2019

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 20 giugno

Maturità 2019, cosa sapere sulla Seconda Prova per l’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari: struttura della traccia, come viene valutata e simulazioni d’esame per esercitarsi.

Traccia Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari Seconda Prova Maturità 2019

Seconda Prova Maturità 2019: tracce e aggiornamenti sull’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari

E alla fine è andato anche il secondo scritto dell’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari! Gli studenti hanno affrontato la Seconda Prova di Maturità 2019 e la commissione ha presentato una traccia differente a seconda delle materie d’indirizzo scelte dal Miur. Anche se l’ansia per  la traccia multidisciplinare, new entry della riforma del Miur, si è fatta sentire. Ecco tutto quello che vi serve sapere sulla traccia di Seconda Prova 2019 di Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari.

maturità 2019 istituto professionale servizi sociosanitari traccia

Foto: PxHere

Seconda Prova 2019 in Servizi Socio-Sanitari: materie esame Maturità

Il Miur ha stabilito che la Seconda Prova 2019 per l’Istituto Professionale di Servizi Socio-Sanitari, considerando le articolazioni e opzioni, avrà come oggetto le materie: per l’indirizzo Servizi Socio-Sanitari saranno Igiene e Cultura Medico-Sanitaria e Psicologia Generale ed Applicata; per quanto riguarda l’articolazione Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie – Ottico ecco Esercitazioni di Optometria e Anatomia, Fisiopatologia oculare e Igiene; gli studenti dell’articolazione Arti Ausiliarie delle Professioni Sanitarie – Odontotecnico , invece, si cimenteranno in Scienze dei Materiali Dentali e Laboratorio e Esercitazioni di Laboratorio di Odontotecnica.

Maturità 2019, Seconda Prova Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari: struttura della nuova traccia

Secondo il regolamento del Miur la Seconda Prova dell’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari alla nuova Maturità 2019 sarà così strutturata:

  • Prima parte: tutti i candidati dovranno svolgerla nella sua interezza. La prova prevede una delle seguenti tipologie per quanto riguarda tutte e tre le opzioni/articolazioni: a) definizione, analisi ed elaborazione di un tema relativo al percorso professionale anche sulla base di documenti, tabelle e dati; b) analisi e soluzione di problematiche della propria area professionale; c) individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto.
  • Seconda parte: saranno presenti quesiti tra cui scegliere a seconda delle indicazioni contenute nella traccia. In questa parte dell’esame avrete dunque la possibilità di tralasciare quelle domande che sembreranno più ostiche.

Seconda Prova Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari Multidisciplinare

Per la traccia dell’unico indirizzo dell’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari la scelta ricadrà sulle due materie prima citate e sarà chiesto allo studente di concentrarsi su situazioni operative della filiera di servizio e richiede al candidato attività di analisi, scelta, decisione sullo svolgimento dei servizi. Il Miur inoltre non dà indicazioni circa la possibilità di una traccia mista.

Seconda Prova Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari: indicazioni generali e punteggio

In generale, la Seconda Prova per l’Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari durerà dalle sei alle otto ore. Lo scopo è quello di verificare le seguenti capacità dei maturandi.

Psicologia Generale e Applicata:

  • Utilizzare gli strumenti culturali e metodologici necessari nell’ambito socio-sanitario.
  • Realizzare azioni e progetti ludici e di animazione in collaborazione con altre figure professionali per soggetti, minori, diversamente abili e anziani.
  • Proporre modelli di intervento adeguati alle problematiche.
  • Realizzare azioni a sostegno e a favore dei soggetti fragili.

Igiene e Cultura Medico-Sanitaria:

  • Individuare e descrivere sintomi e conseguenze delle malattie cronico-degenerative, genetiche, traumatiche e i loro fattori di rischio.
  • Descrivere e analizzare i percorsi riabilitativi, i test e le scale valutative delle patologie.
  • Conoscere stili di vita rispettosi delle norme igieniche, di una corretta alimentazione, della sicurezza, e a tutela del diritto alla salute e al benessere delle persone.
  • Saper descrivere e distinguere le competenze delle principali figure professionali in ambito socio-sanitario, nella differenziazione di ruoli e responsabilità.

Esercitazioni di Optometria:

  • Eseguire e interpretare test per la valutazione della visione binoculare
  • Determinare e registrare l’acuità visiva.
  • Misurare ametropie sferiche e astigmatiche con metodiche oggettive e soggettive.
  • Individuare dei criteri correttivi per il soggetto presbite.
  • Organizzare uno studio Optometrico con riferimento alla sicurezza del luogo di lavoro.

Anatomia, Fisiopatologia oculare e Igiene:

  • Applicare le norme di igiene e prevenzione delle malattie.
  • Correlare strutture e funzioni del sistema ottico con le patologie che compromettono la visione.
  • Interpretare i risultati dei test visivi e delle immagini ricavate dagli strumenti di indagine.
  • Riconoscere le caratteristiche essenziali della patologia al fine di orientare l’utente verso competenti Enti pubblici e privati (competenti strutture professionali).

Scienze dei Materiali Dentali e Laboratorio:

  • Applicare le metodologie e le tecniche della gestione per progetti.
  • Descrivere le tecniche di lavorazione necessarie a costruire tutti i tipi di protesi: provvisoria, fissa e mobile.
  • Redigere relazioni tecniche e documentazione professionale con specifico linguaggio.

Esercitazioni di Laboratorio di Odontotecnica:

  • Utilizzare le tecniche di lavorazione necessarie a costruire tutti i tipi di protesi: provvisoria, fissa e mobile.
  • Applicare la normativa del settore con riferimento alle norme di igiene e sicurezza del lavoro e di prevenzione degli infortuni.
  • Interpretare le schede tecniche.
  • Interpretare le prescrizioni cliniche.
  • Redigere relazioni tecniche e documentazione professionale con specifico linguaggio.

Griglia di valutazione Seconda Prova Istituto Professionale Servizi Socio-Sanitari

Nella correzione della Seconda Prova di Maturità, i professori avranno a disposizione una griglia di valutazione che servirà per assegnare il punteggio in alcune categorie, e che è uguale per le tre articolazioni:

  • Padronanza delle conoscenze disciplinari relative ai nuclei fondanti della/e disciplina/e caratterizzante/i l’indirizzo di studi: 6 (5 per Servizi Socio-Sanitari)
  • Padronanza delle competenze professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova , con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie teorico/pratiche utilizzate nella loro risoluzione: 7
  • Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza nell’elaborazione: 4
  • Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi specifici: 3

Esercitazioni Seconda Prova 2019 Servizi Socio-Sanitari: le simulazioni del Miur

Se non volete arrivare impreparati alla Seconda Prova è bene che proviate a esercitarvi allo scopo di interiorizzare come saranno strutturate le tracce e quali saranno gli elementi in gioco, così da non trovare brutte sorprese. Per fortuna il Miur ha preparato delle simulazioni per aiutare i maturandi a capire come sono fatte le tracce, in modo da sapere bene come risolverle il giorno dell’esame. Ecco i link alle prove simulate ufficiali:

Foto Copertina: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Seconda Prova Maturità Maturità