Condividi
Seconda Prova 2019 Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio: traccia geometri, svolgimento
Condividi su

Seconda Prova 2019 Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio: traccia geometri, svolgimento

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 20 maggio

Seconda Prova Maturità 2019: cosa sapere sulla traccia per l’Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio, svolgimento e soluzioni.

Seconda Prova 2019 Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio: traccia geometri, svolgimento

Seconda Prova Maturità 2019: traccia e svolgimento per l’Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio (geometri)

La Seconda Prova è stato uno step duro da affrontare ovviamente anche per gli studenti dell’Istituto Tecnico in Costruzioni, Ambiente e Territorio l Maturità 2019. La struttura della traccia ovviamente si basa sulle materie scelte dal Miur, ma quest’anno c’è però una novità: la traccia multidisciplinare, ampliamente spiegata tramite le simulazioni. Non bisogna però farsi prendere dall’ansia: ecco infatti qui ad aiutarvi nella preparazione della traccia di Seconda Prova 2019 di Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio, segnalandovi cosa studiare, come prepararsi, com’è la struttura e come funzionano punteggi e griglia di valutazione.

istituto tecnico costruzioni maturità 2019 seconda prova

Foto: Public Domain Pictures

Traccia Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio Seconda Prova 2019

Seconda Prova 2019 in Costruzioni, Ambiente e Territorio: materie esame Maturità

Il Miur ha stabilito che la Seconda Prova 2019 per l’Istituto Tecnico di Costruzioni, Ambiente e Territorio, per quanto riguarda tutte e tre le articolazioni avrà come oggetto le materie: per Costruzioni, Ambiente e Territorio saranno Progettazione, Costruzioni e Impianti e Geopedologia, Economia ed Estimo; per quanto riguarda l’opzione Tecnologie del Legno nelle Costruzioni ecco Tecnologie Del Legno Nelle Costruzioni e Progettazione, Costruzioni e Impianti; gli studenti dell’articolazione Geotecnico si cimenteranno in Tecnologie Gestione del Territorio e Ambiente e Geologia e Geologia Applicata.

Maturità 2019, Seconda Prova Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio: struttura della nuova traccia

Secondo il regolamento del Miur la Seconda Prova dell’Istituto Tecnico di Costruzioni, Ambiente e Territorio alla nuova Maturità 2019 sarà così strutturata:

  • Prima parte: tutti i candidati dovranno svolgerla nella sua interezza. La prova prevede una delle seguenti tipologie per quanto riguarda Costruzioni, Ambiente e Territorio: a) Soluzione, in manufatti edilizi di modesta entità, di problematiche relative alla progettazione in riferimento a nuove costruzioni e/o al recupero del patrimonio edilizio esistente; b) Risoluzione di problemi estimativi con riferimento a casi pratici e professionali inerenti i beni immobili e i diritti che li riguardano; c) Analisi ed elaborazioni dei dati del rilievo per la risoluzione di casi professionali. Per l’opzione Tecnologie del Legno nelle Costruzioni invece le tipologie saranno: a) Soluzione, in manufatti edilizi di modesta entità, di problematiche relative alla progettazione in riferimento a nuove costruzioni e/o al recupero del patrimonio edilizio esistente; b) Individuazione e predisposizione delle fasi per la realizzazione di un prodotto; c) Analisi tecnologico-tecniche relative alla progettazione e al dimensionamento di prodotti/elementi dell’edilizia. Infine per l’articolazione Geotecnico i tipi di prova prevederanno: a) Risoluzione di problematiche relative alla progettazione di interventi di difesa del suolo, discariche o smaltimento di rifiuti a partire da casi pratici, anche eventualmente in riferimento alla valutazione di impatto ambientale; b) Analisi ed elaborazioni dei dati cartografici per la risoluzione di casi progettuali professionali.
    c) Risoluzione di problematiche relative alla progettazione di coltivazioni minerarie o cave e al recupero ambientale delle stesse; d) Elaborazione di un progetto finalizzato alla realizzazione di una galleria a partire da casi pratici.
  • Seconda parte: saranno presenti quesiti tra cui scegliere a seconda delle indicazioni contenute nella traccia. In questa parte dell’esame avrete dunque la possibilità di tralasciare quelle domande che sembreranno più ostiche.

Seconda Prova Istituto Tecnico in Costruzioni, Ambiente e Territorio Multidisciplinare

Per la traccia dell’unico indirizzo dell’Istituto Tecnico in Costruzioni, Ambiente e Territorio la scelta ricadrà sulle due materie prima citate e sarà chiesto allo studente di concentrarsi su attività di situazioni operative professionali in ambito edilizio e territoriale (competenze progettuali, topografiche, estimative, geologiche e cartografiche a seconda dell’opzione o articolazione). Il Miur inoltre non dà indicazioni circa la possibilità di una traccia mista.

Seconda Prova Istituto Tecnico in Costruzioni, Ambiente e Territorio: indicazioni generali e punteggio

In generale, la Seconda Prova per l’Istituto Tecnico Costruzioni, Ambiente e Territorio durerà dalle sei alle otto ore. Lo scopo è quello di verificare le seguenti capacità dei maturandi.

articolazione Costruzioni, Ambiente e Territorio –  Progettazione, Costruzioni e Impianti:

  • Essere in grado di analizzare le problematiche tecniche, urbanistiche e amministrative in relazione a manufatti di modeste entità e formulare proposte progettuali adeguate alle diverse tipologie edilizie e che rispettino le normative, intervenendo eventualmente anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia.
  • Applicare i criteri e le tecniche più idonee nei casi di recupero e riutilizzo di edifici preesistenti di modesta entità.
  • Individuare le problematiche, i criteri e le soluzioni tecniche da adottare per una progettazione edilizia sostenibile.

articolazione Costruzioni, Ambiente e Territorio –  Geopedologia, Economia ed Estimo:

  • Risolvere casi pratici di stima, avendo la capacità di assumere, giustificare ed elaborare i dati secondo i principi dell’Estimo, conoscendo le regole della matematica, del calcolo finanziario e delle procedure estimative, giungendo a conclusioni motivate e complete con l’uso di un linguaggio corretto.

opzione Tecnologie del Legno nelle Costruzioni – Progettazione, costruzioni e impianti:

  • Analizzare le problematiche tecniche, urbanistiche e amministrative in relazione a manufatti di modeste entità.
  • Formulare proposte progettuali adeguate alle diverse tipologie edilizie e che rispettino le normative, intervenendo eventualmente anche nelle problematiche connesse al risparmio energetico nell’edilizia.

opzione Tecnologie del Legno nelle Costruzioni – Tecnologie del Legno nelle Costruzioni:

  • Saper applicare i criteri per una progettazione edilizia sostenibile proponendo le soluzioni più opportune per il risparmio energetico, nel rispetto delle normative sulla tutela dell’ambiente.
  • Analizzare le problematiche tecniche (legate a connessioni, stratigrafie, e così via) relative a strutture in legno di modeste entità e formulare proposte progettuali che rispettino le normative intervenendo anche nel miglioramento della resistenza al fuoco delle strutture stesse.
  • Redigere il progetto generale e di dettaglio delle tipologie strutturali di prevalente impiego nelle costruzioni in legno e saper procedere al dimensionamento di elementi costruttivi in legno semplici nonché al calcolo della trasmittanza termica di un elemento composito costruttivo significativo (quale parete, solaio, copertura, e così via.).

articolazione Geotecnico – Tecnologie Gestione del Territorio e Ambiente :

  • Risolvere casi pratici relativi alla progettazione di coltivazioni minerarie, cave o gallerie, analizzando e valutando l’influenza delle condizioni geologiche, utilizzando gli strumenti matematici appropriati e le rappresentazioni cartografiche idonee all’elaborazione del progetto e implementando le metodologie adeguate per l’elaborazione dei dati forniti.
  • Formulare proposte progettuali adeguate al fine di elaborare il recupero ambientale della coltivazione facendo riferimento alla normativa vigente.

articolazione Geotecnico – Geologia e Geologia Applicata:

  • Risolvere casi pratici relativi a problemi legati alla difesa del suolo utilizzando gli strumenti dell’ingegneria naturalistica e i principi della pianificazione territoriale.
  • Saper produrre partendo dall’analisi di casi reali gli elaborati tecnico-grafici di supporto alla pianificazione territoriale.
  • Formulare proposte progettuali adeguate alle diverse tipologie geologiche e che rispettino la normativa vigente.
  • Individuare le problematiche, le criticità e le soluzioni tecniche da adottare per una progettazione territoriale sostenibile, intervenendo anche nelle situazioni relative alla valutazione di impatto ambientale.

Griglia di valutazione Seconda Prova Istituto in Costruzioni, Ambiente e Territorio

Nella correzione della Seconda Prova di Maturità, i professori avranno a disposizione una griglia di valutazione che servirà per assegnare il punteggio in alcune categorie, e che è uguale per le tre articolazioni:

  • Padronanza delle conoscenze disciplinari relative ai nuclei fondanti della disciplina: 5
  • Padronanza delle competenze tecnico-professionali specifiche di indirizzo rispetto agli obiettivi della prova, con particolare riferimento all’analisi e comprensione dei casi e/o delle situazioni problematiche proposte e alle metodologie utilizzate nella loro risoluzione: 8
  • Completezza nello svolgimento della traccia, coerenza/correttezza dei risultati e degli elaborati tecnici e/o tecnico-grafici prodotti: 4
  • Capacità di argomentare, di collegare e di sintetizzare le informazioni in modo chiaro ed esauriente, utilizzando con pertinenza i diversi linguaggi specifici: 3

Esercitazioni Seconda Prova 2019 Costruzioni, Ambiente e Territorio: le simulazioni del Miur

Se non volete arrivare impreparati alla Seconda Prova è bene che proviate a esercitarvi allo scopo di interiorizzare come saranno strutturate le tracce e quali saranno gli elementi in gioco, così da non trovare brutte sorprese. Per fortuna il Miur ha preparato delle simulazioni per aiutare i maturandi a capire come sono fatte le tracce, in modo da sapere bene come risolverle il giorno dell’esame. Ecco i link alle prove simulate ufficiali:

Foto Copertina: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Seconda Prova Maturità Maturità