Condividi
Esame orale terza media: come funziona e gli argomenti
Condividi su

Esame orale terza media: come funziona e gli argomenti

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 06 giugno

L’orale dell’Esame di Terza Media 2018 ti spaventa? Non hai ancora terminato la tesina? Non sai che domande possono farti? Ecco cosa sapere sul colloquio di Terza Media e come prepararti!

Esame orale terza media: come funziona e gli argomenti

Esame terza media orale: cosa sapere

Manca sempre meno all’Esame di Terza Media 2018 e, oltre agli scritti, a preoccupare gli studenti è l’orale, in quanto è il momento di affrontare tutti i professori su tutto il programma di Terza Media. Si tratta infatti di un colloquio pluridisciplinare, incentrato sulla discussione della tesina, ma non circoscritto a questa (purtroppo!). Quali sono le domande dell’esame oraleQuanto duraCome si svolge? Essere un po’ in ansia è del tutto normale. Se anche tu sei molto preoccupato perché si tratta del primo vero esame, quindi, è tutto normale: non c’è bisogno di andare nel panico (per quanto capiamo che ci sia tutta la giusta emozione del caso)! Si tratta di un rito di passaggio che compiono migliaia di studenti ogni anno, e davvero non è mai morto nessuno né sono avvenuti incidenti imbarazzanti.
Cerchiamo di capire insieme tutto quello che devi sapere e come cambia il colloquio con il nuovo Esame di Terza Media.

Esami di terza media 2018: le date dell’orale

Ora che sei più rilassato arriviamo alle informazioni burocratiche. Quando si svolgerà la prova orale? La decisione spetta alla commissione perché per gli Esami di Terza Media il Miur si limita a stabilire le tempistiche delle Prove Invalsi. L’unica certezza è che il colloquio si svolgerà alla fine degli scritti (di solito dopo almeno uno o due giorni di pausa per consentirti di ripassare).

Come funzionano gli esami orali di terza media: gli argomenti delle domande

La prima cosa che devi tenere a mente per capire come funziona l’esame orale di terza media è quanto dura: tra i 15 e i 30 minuti. Si tratta di una durata più che accettabile: un lasso di tempo che soggettivamente potrebbe sembrare infinito, ma che oggettivamente non è poi lunghissimo. Per questo se svolgerai una tesina approfondita e la saprai ben spiegare avrai fatto la maggior parte del lavoro, e in ogni caso dovresti riuscire a veicolare almeno in parte anche le successive domande della commissione.
Ecco, abbiamo detto la parola magica: domande! Quali sono le domande che la commissione potrebbe farti?
Per prima cosa sappi che dovrai ripassare tutto il programma scolastico affrontato durante l’anno, perché tutti gli insegnanti – ma proprio tutti! – potranno farti una domanda sulla loro materia. Potrebbero collegarsi alla tua tesina, ma non è una scelta obbligata, per cui nel tuo ripasso cerca di fissare bene a mente i concetti chiave della materie che porti e prova ad ampliare i tuoi orizzonti anche perché, stando al decreto ministeriale sul Nuovo Esame di Terza Media, il colloquio deve verificare le “capacità di argomentazione, di risoluzione di problemi, di pensiero critico e riflessivo, di collegamento organico e significativo tra le varie discipline di studio.”
Infine ricordati che da quest’anno”il colloquio tiene conto anche dei livelli di padronanza delle competenze connesse all’insegnamento di Cittadinanza e Costituzione“, quindi dai un’occhiata anche al libro di Educazione Civica.

Come consiglio spassionato possiamo dirti di provare a fare delle sedute di ripasso di un’ora per materia, dedicate a un argomento diverso, altrimenti ti annoierai e stancherai molto velocemente.

Esame orale terza media: la tesina

Come sapranno bene gli studenti che quest’anno sono stati seguiti assiduamente dai loro insegnanti, la stesura di una tesina particolareggiata non è obbligatoria: molto dipende da quanto ti richiede la commissione.

Tesina Esame Terza Media: un esempio

In ogni casose porterai una tesina dovrai partire da un argomento ben definito – prendiamo per esempio la Seconda Guerra Mondiale – e fare alcuni collegamenti sulla base delle materie studiate in classe. Nel nostro caso si parlerà ovviamente degli eventi storici, ma anche delle correnti artistiche del periodo (letteratura, musica e storia dell’arte) , si potrà preparare un discorso in inglese sottolineando il ruolo della Gran Bretagna e degli Stati Uniti, parlare dell’energia atomica usata per la bomba, descrivere il Giappone bombardato in geografia e persino affrontare la nascita di una legge in diritto.

Come abbiamo detto non è necessario scrivere per intero la tesina – per quanto lo consigliamo se non altro per fissare bene in mente i concetti – mentre sarà indispensabile portare almeno una mappa concettuale. Se poi vuoi proprio fare una bella figura, allaora prepara una breve presentazione, magari in Power Point o con un programma simile (nel caso abbiate dubbi sulla compatibilità portate a scuola il vostro computer).

Non hai ancora terminato la tesina di Terza Media? Ecco qui la guida che ti risolverà ogni problema:

Colloquio pluridisciplinare esame terza media: come funziona il voto

Il voto finale della prova orale della terza media verrà deciso in maniera collegiale al termine della prova tenendo presente che “il colloquio è finalizzato a valutare il livello di acquisizione delle conoscenze abilità e competenze descritte nel profilo finale dello studente previsto dalle Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione.”
Alla fine però il voto con cui uscirete dalla scuola media sarà determinato dalla media matematica delle varie prove orali e scritte e del voto di ammissione. Se siete dei secchioni la lode del 10 e lode sarà decisa in maniera autonoma dalla commissione.

Esame Terza Media 2018: le guide per tutte le prove

Sei preoccupato per gli scritti degli Esami di Terza Media e non solo per la prova orale? Allora leggi le nostre maxi guide per affrontare al meglio le tracce:

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in Esame di Terza Media Terza Media