Condividi
Principi fondamentali della Costituzione italiana: gli articoli spiegati semplici
Condividi su

Principi fondamentali della Costituzione italiana: gli articoli spiegati semplici

Di Chiara Greco
pubblicato il 30 gennaio

Dovete studiare i Principi Fondamentali della Costituzione ma non sapete da dove partire? Noi di ScuolaZoo ve li abbiamo spiegati in parole semplici!

Principi fondamentali della Costituzione italiana: gli articoli spiegati semplici

Costituzione Italiana: i principi fondamentali con spiegazione facile

La Costituzione Italiana, entrata in vigore nel 1948, è il testo fondamentale della Repubblica Italiana. Infatti, viene studiata tantissimo a scuola nelle ore di diritto e, dopo la Riforma della Maturità 2019, potrà essere oggetto d’esame. È un testo strutturato in diverse parti e qui ci occuperemo della prima: i principi fondamentali. Quanto li conoscete? Non è scontato che tutti sappiano quali sono gli articoli che ne fanno parte e di cosa trattano. Perciò noi di ScuolaZoo vi spiegheremo in parole semplici quali sono gli articoli dei principi fondamentali e cosa dicono.

costituzione italiana principi fondamentali articoli 1 12 spiegati facile

Principi Fondamentali della Costituzione Italiana: cosa sono e caratteristiche

La parte iniziale della Costituzione riporta gli articoli che riguardano i principi fondamentali su cui si fonda la Repubblica Italiana. Gli articoli 1-12 spiegano quali sono le basi principali della Costituzione, in altre parole sono il fulcro dei fondamenti che definiscono il nostro Stato. Per questo motivo, questi articoli non potranno essere modificati in nessun modo, neanche quando la Costituzione viene revisionata. Ecco quali sono i principi fondamentali:

  1. Democraticità – art. 1, 1° comma
  2. Sovranità popolare – art. 1, 2° comma
  3. Inviolabilità dei diritti – art. 2
  4. Uguaglianza formale ed uguaglianza sostanziale – art. 3
  5. Diritto al lavoro – art. 4
  6. Riconoscimento delle autonomie locali – art. 5
  7. Tutela delle minoranze linguistiche – art. 6
  8. Libertà religiosa – art. 8
  9. Sviluppo della cultura, della tutela ambientale e del patrimonio storico ed artistico – art. 9
  10. Riconoscimento di collaborazioni internazionali – art. 10
  11. Ripudio della guerra come strumento di offesa – art. 11
  12. Struttura della bandiera italiana – art. 12

Principi Fondamentali Costituzione: articoli spiegati facile

Come abbiamo visto, gli articoli che fanno parte dei Principi sono 12 e ognuno di loro tratta di un tema differente che va a gettare le basi della Costituzione e dello Stato italiano. Questi articoli potrebbero essere visti come la carta d’identità della nostra repubblica. Ora ve li spiegheremo uno per uno in parole semplici.

Articolo 1 Costituzione: Democraticità e Sovranità popolare

Il primo articolo della Costituzione definisce il tipo di governo che vige in Italia, cioé la Repubblica democratica, e inquadra il lavoro come il mezzo che garantisce l’uguaglianza dei cittadini e il loro sviluppo personale. Il popolo esercita la propria sovranità eleggendo i suoi rappresentanti al governo e può appellarsi a pratiche, come il referendum, per far valere il proprio status di sovrano, da esercitare nei limiti e nei modi previsti dalla Costituzione stessa.

Articolo 2 Costituzione: Inviolabilità dei Diritti

I diritti inviolabili sono quelli legati alla natura umana e sono assoluti. Questi vengono riconosciuti al cittadino sia come singolo, nella sua persona, sia come collettività, quindi in forme di aggregazione. I diritti inviolabili non possono essere rinunciabili, venduti o non ammessi altrimenti si andrebbe in contrasto con la libertà personale prevista dall’articolo 1.

Articolo 3 Costituzione: Uguaglianza formale ed uguaglianza sostanziale

L’articolo 3 sancisce l’uguaglianza formale di tutti i cittadini, cioé l’uguaglianza davanti alla legge senza alcuna distinzione o discriminazione legate alla razza, religione, sesso, lingua, opinioni politiche, condizioni personali e sociali. Mentre la definizione di uguaglianza sostanziale si riferisce al fatto che lo Stato deve garantire la parità dei diritti, tenendo conto dei singoli soggetti. Ad esempio, le leggi sono uguali per tutti ma, nel caso in cui si tratta di minori o deboli, questi possono avere un trattamento differente.

Articolo 4 Costituzione: Diritto al lavoro

In questo articolo viene spiegato che lo Stato deve garantire a tutti il diritto di lavorare, creando le situazioni migliori per permettere ad ogni cittadino di poter godere di questo diritto. C’è però una particolarità: oltre a definire il dovere dello Stato, l’articolo 4 spiega qual è il dovere del cittadino in merito al lavoro. Egli deve svolgere un lavoro, incline alle proprie attitudini, che concorra a migliorare la società.

Articolo 5 Costituzione: Riconoscimento delle autonomie locali

Nell’articolo 5 si ribadisce che la Repubblica è solo una e non si può dividere. Viene riconosciuta però l’autonomia delle autorità locali, che hanno il compito di amministrare in modo diretto e specifico le diverse parti del territorio secondo le necessità di queste.

Articolo 6 Costituzione: Tutela delle minoranze linguistiche

Questo articolo è legato al periodo storico in cui la Costituzione è stata redatta: durante il Fascismo non erano conteplate le lingue straniere e bisognava italianizzare tutte le parole provenienti dall’estero. Con questo articolo, si è voluto superare il periodo di italianizzazione del Fascismo, evitando discriminazioni su base linguistica e tutelando le minoranze linguistiche presenti in Italia.

Articolo 7 e 8 Costituzione: Libertà religiosa

La Repubblica italiana è laica e non ha una religione di stato ufficiale. Con questo, viene garantito il diritto di poter professare qualsiasi credo senza discriminazione, né sostanziale né davanti alla legge. I Patti Lateranensi regolano il rapporto tra Stato e Chiesa.

Articolo 9 Costituzione: Sviluppo della cultura, della tutela ambientale e del patrimonio storico ed artistico

Con questo articolo, la Costituzione sancisce la libertà culturale assoluta e si fa promotrice, attraverso mezzi differenti, della cultura, dell’ambiente e del patrimonio artistico. Ciò significa che lo stato non può limitare la cultura e non può impedire di fare ricerca o di compiere attività culturali, anzi deve tutelare il patrimonio culturale già esistente e deve sfruttare tutti i mezzi per promuovere il progresso.

Articolo 10 Costituzione: Riconoscimento di collaborazioni internazionali

Con l’articolo 10 della Costituzione, l’Italia accetta di adeguarsi a tutte le norme generali del diritto internazionale in modo diretto. Lo straniero e la sua condizione devono essere regolati dalla Costituzione e dalla legge ordinaria, sempre rimanendo conforme a eventuali trattati internazionali. Nell’articolo 10 è citato il diritto d’asilo, cioè la condizione di cui può godere colui che nel suo paese non può esercitare le libertà fondamentali, sempre però rimanendo in linea con ciò che dice la legge italiana. Infine, si vieta l’estradizione per motivi politici.

Articolo 11 Costituzione: Ripudio della guerra come strumento di offesa

L’articolo 11 dichiara che l’Italia non utilizzerà mai lo strumento della guerra come mezzo di offensiva verso un altro paese. Limitando il divieto guerra come strumento di offesa, si ammette implicitamente che, in caso di difesa da attacco militare, l’Italia potrebbe ricorrere all’uso della forza, ammesso anche dal diritto internazionale solo in questo caso. Inoltre, l’Italia accetta eventuali limitazioni della sua sovranità per poter entrare a far parte di organizzazioni internazionali che promuovono la pace (es. l’ONU).

Articolo 12 Costituzione: Struttura della bandiera italiana

Tra i principi fondamentali c’è quello che definisce in che modo è strutturata la bandiera dell’Italia: un tricolore diviso in 3 parti uguali di colore verde, bianco e rosso.

(Credits Immagini: Wikipedia.it; Pixabay)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Copiare a Scuola Scuola