Condividi
Articolo 1 Costituzione: testo, analisi e spiegazione
Condividi su

Articolo 1 Costituzione: testo, analisi e spiegazione

Di Chiara Greco
pubblicato il 13 maggio

Costituzione, articolo 1: sei alla ricerca di una spiegazione facile del primo articolo? Ti trovi nel posto giusto!

Articolo 1 Costituzione: testo, analisi e spiegazione

Costituzione e Cittadinanza: articolo 1 spiegato facile con testo e analisi

Tra gli argomenti di Maturità 2020 c’è anche la Costituzione, che rientra nell’ultima parte del colloquio orale. Una delle possibili domande da parte della commissione potrebbe riguardare la spiegazione di uno degli articoli fondamentali della nostra Costituzione. In questo articolo vi parleremo del primo articolo, il più importante: troverete il testo integrale, la spiegazione facile del contenuto dell’articolo con l’analisi delle parole utlizzate e del loro valore.

Costituzione

(credits immagine: Wikipedia)

Articolo 1 Costituzione: testo integrale

Prima di fare l’analisi dell’articolo, ecco il testo:

«L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro. La sovranità appartiene al popolo, che la esercita nelle forme e nei limiti della Costituzione».

 Articolo 1: spiegazione del primo punto della Costituzione

Il primo articolo della Costituzione definisce il tipo di governo che vige in Italia, cioé la Repubblica democratica, e inquadra il lavoro come il mezzo che garantisce l’uguaglianza dei cittadini e il loro sviluppo personale. Il popolo esercita la propria sovranità eleggendo i suoi rappresentanti al governo e può appellarsi a pratiche, come il referendum, per far valere il proprio status di sovrano, da esercitare nei limiti e nei modi previsti dalla Costituzione stessa.

Analisi della Costituzione: articolo 1

L’articolo uno mette in chiaro diversi punti fondamentali sulla Repubblica Italiana: la democrazia, il lavoro, l’uguaglianza dei cittadini e il loro sviluppo. Il primo è frutto del referendum del 1946, quando gli italiani decisero di cambiare forma di governo, abbandonando la monarchia. L’Italia dopo la guerra sarebbe quindi diventata una repubblica democratica rappresentativa, in cui tutti i cittadini possono partecipare al governoattraverso diversi istituti e meccanismi previsti dall’ordinamento della Repubblica, come le elezioni. Il lavoro, invece, definisce il mezzo messo a disposizione di ogni individuo per affermarsi come attore sociale della democrazia e come mezzo per definire l’identità di ogni persona. Il lavoro di ogni cittadino contribuisce alla crescita e allo sviluppo del Paese e delle persone.

Leggi anche:

(Credits immagini: Wikipedia)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola