Condividi
Riassunto Il fu Mattia Pascal: tutti i capitoli e i personaggi
Condividi su

Riassunto Il fu Mattia Pascal: tutti i capitoli e i personaggi

Di Selena
pubblicato il 28 luglio
in Scuola

Il Fu Mattia Pascal di Pirandello è un’opera fondamentale: l’hai letta vero? Se non ci sei riuscito, ecco il riassunto capitolo per capitolo e l’analisi dei personaggi. (Sì, ti stiamo salvando!)

Riassunto Il fu Mattia Pascal: tutti i capitoli e i personaggi

Riassunto Il fu Mattia Pascal

A scuola, per un compito in classe, o per le vacanze estive, potrebbe capitarvi di dover leggere il romanzo Il Fu Mattia Pascal. Ci sono diversi aspetti che i professori possono richiedervi di analizzare in questo libro: dal riassunto capitolo per capitolo, passando per i l’analisi dei personaggi, fino ad arrivare al commento (per non parlare del fatto che molto spesso viene richiesta direttamente la scheda libro e allora occorre affrontare tutti questi aspetti dell’analisi del romanzo di Luigi Pirandello).
Per aiutarvi noi della redazione di ScuolaZoo vi forniamo un riassunto e una analisi dei personaggi in modo da poter arrivare preparati a qualsivoglia domanda o test dobbiate affrontare.

Se cerchi una traccia svolta su Pirandello e il Fu Mattia Pascal, ecco quella svolta per le simulazioni di Prima Prova:

Leggi anche:

Il Fu Mattia Pascal: riassunto di tutti i capitoli

  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 1.
    Il libro inzia con una prefazione in cui Mattia Pascal spiega di voler raccontare le sue vicende che però potranno essere lette solo 50 anni dopo la sua terza morte. Ci introduce così alla sua vita e spiega che, per 2 anni, ha lavorato in una Biblioteca da cui, inizialmente, non era particolarmente affascinato.
    Solo dopo, infatti, ha capito che nella scrittura c’è qualcosa di importante e ha deciso di scrivere la sua storia perchè: “Io sono morto, sì, già due volte, ma la prima per errore, la seconda…sentirete!”
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 2.
    Si tratta della seconda premessa in cui Mattia spiega che per scrivere il libro ha seguito il consiglio di un amico, il Reverendo Don Eligio, e si è rifugiato in una chiesa sconsacrata. Qui inizia una sorta di digressione su Copernico, maledicendolo, perchè da quando l’uomo sa che la Terra gira senza saperne il motivo, tutto ha una importanza relativa.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 3: La casa e la Talpa.
    Inizia finalemente il racconto. La narrazione ha inizio quando Mattia ha 4 anni e suo padre viene improvvisamente a mancare. La famiglia viveva a Miragno, paesino immaginario ligure, e dopo la morte del padre, la madre affida tutto ad un amministratore chiamato Malagna che lucra e specula sulle loro disgrazie.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 4: Fu così.
    In questo capitolo Malagna è descritto come un uomo grasso, rude, sempre sudato e tozzo. Dopo la morte della moglie Guendalina si sposa con una giovane ragazza, Oliva, che conosceva bene Mattia. Malagna, però, inizia a maltrattare male anche Oliva perché non riesce a dargli un erede e si mette in cerca una moglie nuova che possa dargli figli. Mette gli occhi su tale Romilda, sua nipote, amica di Pomino. Pomino, intimo amico di Mattia e di suo fratekki Roberto, chiede così aiuto ai due per far sì che Malagna lasci in pace Romilda. Nel tentativo di salvarla però Romilda si innamora di Mattia e i due cominciano una relazione clandestina. Un giorno la ragazza chiede a Mattia di portarla via e di fuggire lontano insieme. Il protagonista ci pensa, ma qualche giorno dopo riceve una lettera da Romilda in cui gli chiede di lasciarla in pace. A spiegare cosa è successo ci pensa Oliva: Romilda è incinta e, dato che si pensa sia di Malagna, la donna vuole il divorzio. A questo punto Mattia è costretto a spiegare che il figlio non è di Malagna, ma suo.
    Tra Mattia e Oliva scatta un’attrazione, i due hanno una relazione, Oliva resta incinta a sua volta e così Malagna decide di tenerla con sé obbligando Mattia Pascal a sposare Romilda, con sommo disappunto della madre della ragazza, la vedova Pescatore.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 5: La Maturazione. <
    La situazione a casa di Mattia Pascal è critica. Romilda è inquieta, Mattia non trova lavoro, la mamma del giovane è chiusa in se stessa e si teme che possa essere maltrattata da Romilda e dalla vedova Pescatore… La situazione si evolve quando una zia porta via da casa la mamma di Mattia, dopo una violenta lite tra Mattia e la suocera, la vedova Pescatore.  A quel punto Mattia esce di casa e incontra Pomino che gli offre un posto di lavoro come bibliotecario.
    Il lavoro però è noioso e così, vedendo molti topi in biblioteca, il giovane decide di scrivere un’istanza al Comune per avere dei gatti che possano fare strage di topi. Dopo aver visto realizzata la sua richiesta, decide di iniziare a leggere libri di filosfia. Quando legge va al mare e sente su di sè il peso dell’immobilità della sua vita. Dopo qualche tempo Mattia diventa padre di due gemelle: la prima muore subito, la seconda invece morirà dopo un anno, in contemporanea con la mamma di Mattia. Questo doppio lutto stravolge il ragazzo che, quando riceve 500 lire dal fratello per il funerale decide di partire innescando la serie di eventi che darà origine alla sua prima morte.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 6: Tic Tac…
    Mattia con quei soldi va a Montecarlo al casinò, scappando dalla sua vita. Qui osserva i giocatori e inizia a puntare sua volta, facendosi prendere dalla febbre del gioco. Qualcosa che lo porta a vincere in continuazione. Accumolata una buona dose di denaro, e dopo la morte di un suo compagno giocatore, torna a Nizza con ottantaduemila lire.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 7: Cambio treno.
    Mattia è in treno e non sa cosa fare: tornare a casa con la moglie e la suocera oppure no. Nell’incertezza scende dal treno, compra un giornale e legge la notizia della sua morte.
    In sua assenza a Miragno era stato ripescato il corpo senza vita di un uomo che, secondo la moglie Romilda e la vedova Pescatore, era proprio Mattia. Dalla rabbia iniziale Mattia vede la possibilità offertagli dal caso: ora che è “morto” non ha più obblighi.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 8: Adriano Meis.
    Mattia comincia così la sua vita nuova e anche nell’aspetto fisico cambia. Sceglie così persino un nuovo nome: Adriano Meis. Mattia si immagina tutto, si costruisce una vita passata, una infanzia, una adolescenza vissuta tra Argentina e Italia…dapprima è entusiasta, ma dopo un po’ capisce che senza documenti non può lavorare, non può fare nulla e così si accorge di come la sua libertà è in realtà fittizia, come la sua identità.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 9: Un po’ di nebbia.
    Mattia inizia a invidiare le persone normali, non può possedere nulla e vive in camere di albergo. Non ha amici se non un ospite di una trattoria in cui si reca. Si tratta del Cavalier Tito Lenzi, ma parlando si accorge che l’uomo gli sta mentendo. A quel punto Mattia si rende conto che, oltre a non poter possedere oggetti, non può nemmeno avere amici. Tornato nell’albergo parlando con un canarino dichiara: “Io dovevo vivere, vivere, vivere…”
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 10: “Acquasantiera e portacenere”. Mattia va a Roma e affitta una stanza da una famiglia. Nella casa, vivono il signor Paleari, sua figlia Adriana, il cognato Terenzio e una inquilina, Silvia Caporale, insegnante di pianoforte sola e triste.  Il signor Paleari è ossessionato dal pensiero della morte e legato al paranormale. Una notte Mattia per errore poggia la cenere di una sigaretta nell’acquasantiera che aveva in camera e il giorno dopo l’acquasantiera viene sostituita con un portacenere. Questa immagine torna durante i discorsi del signor Paleari quando, parlando di Roma, dichiara che i Papi l’avevano trasformata in un’acquasantiera, gli italiani in un posacenere.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 11: Guardando il fiume.
    Mattia si sente sempre più a disagio in casa Paleari. La sera fissa il fiume che gli sembra il percorso nero e tortuoso della sua vita. Spesso vede Adriana che annaffia i fiori e spera che lei volga il suo sguardo verso di lui. Intanto la signorina Caporale si innamora di Mattia, ma lui è attratto da Adriana. Una notte Mattia scopre che Terenzio, cognato di Adriana, e Silvia Caporale sono amanti.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 12: L’occhio e papiano.
    Il capitolo si apre con la descrizione di Terenzio, tornato a Roma, che interroga Mattia sul suo passato. Vorrebbe scappare, ma non lo fa perchè ama Adriana. Una sera la signorina Caporale si sfoga con Mattia dicendogli che si sente brutta e vecchia e che il suo amante Terenzio sta cercando di convincere Adriana a sposarlo. La vita prosegue fino a quando a casa a Roma sbuca un certo “Spagnolo”, personaggio conosciuto da Mattia al Casinò. Per non farsi riconsocere così Mattia si fa operare all’occhio per levarsi il difetto di strabismo e sperare di essere meno riconoscibile.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 13: Il Lanternino.
    Dopo l’operazione Mattia deve rimanere al buio e nella “prigionia” post intervento vuole disperatamente il conforto di Adriana. Una volta guarito Il signor Paleari cerca di coinvolgere Mattia in una seduta spiritica per introdurlo alla lanterninosofia.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 14: Le prodezze di Max.
    Alla seduta partecipa anche Adriana e la donna, insieme a Mattia sono convinti che sia una frode, ma questo gli permette di tenersi la mano. Sera dopo sera le sedute continuano e avvengono sempre episodi strani che inducono uno stato d’ansia in Mattia che pensa sia lo spirito del cadavere che è stato scambiato per lui. In tutto questo però Mattia una sera riesce a baciare Adriana.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 15: Io e l’ombra mia.
    Ci avviciniamo alla fine e Mattia fa alcune considerazioni dopo aver tolto le bende per l’operazione all’occhio. Di notte riflettiamo su cosa facciamo di giorno e ci stupiamo di ogni sciocchezza. Così come se si fosse risvegliato ora che vede nuovamente la luce, Mattia si pente di aver baciato Adriana e ripercorre mentalmente il percorso che lo ha portato fino a quel momento. Per colpa della sua identità finta è diventato l’ombra di un uomo. Adriana interrompe i suoi pensieri portandogli il conto del dottore e Mattia si accorge che qualcuno gli ha rubato dodicimila lire. Sicuramente è stato il fratello di Terenzio durante la seduta spiritica. Mattia ne parla con Adriana, ma le fa promettere di non dire nulla perchè alla fine, riflettendo, si rende conto che non esiste nemmeno per la legge. Mattia prende in considerazione l’idea di andare via.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 16: Il ritratto di Minerva.
    Dopo una passeggiata Mattia scopre che Adriana ha spifferato del furto e si pensa subito a Scipione, fratello di Terenzio. Per mettere calma Mattia mente e dice che ha trovato i soldi, ma Adriana non gli crede. Durante un appuntamento a casa del Marchese Giglio D’Auletta, Mattia si intrattiene a chiacchiare con una certa Pepita per far arrabbiare Adriana sperando che l’amore che prova per lui svanisca. Pepita intanto sta aspettando un pittore che deve fare il ritratto di Minerva, la sua cagnolina, ma quando l’artista arriva litiga con Mattia che sconvolto se ne va. Per sfuggire alla sua situazione decide di far credere a tutti di essersi suicidato e lancia dal Ponte Margherita il proprio cappello e il bastone lasciando nei pressi un biglietto d’addio firmato Adriano Meis.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 17.
    Mattia staziona un po’ a Pisa e si sente nuovamente libero immaginando come si saranno sentiti i membri della famiglia alla notizia. Quando esce sul giornale la notizia del suo suicidio, Mattia parte verso Oneglia, in Liguria, per far visita al fratello Roberto. I due si ritrovano, con grande stupore di Berto e gli spiega che Romilda si è sposata con Pomino quindi lui può tornare a Miragno perchè il suo matrimonio sarà annullato per legge.
  • Il Fu Mattia Pascal Riassunto Capitolo 18.
    Mattia parte per Miragno in treno, ma si sente nervoso e arrabbiato. Arrivato a casa sua tutti lo guardano come un fantasma. Mattia scopre che Romilda e Pomino hanno avuto un figlio, si infuria e dichiara di non voler tornare a vivere con la moglie così si trasferisce a casa della zia e ricomincia a lavorare da bibliotecario. A chi gli chiede il suo nome risponde: “Io sono il fu Mattia Pascal”.

Il fu mattia pascal: i personaggi

Analizzando poi i personaggi principali de “Il fu Mattia Pascal” vediamo che ognuno di questi ha una sua particolare importanza.

  • Mattia Pascal / Adriano Meis: si tratta di un personaggio dimesso, insignificante salvo lo strabismo che lo rende particolare. Levandosi questo difetto con l’intervento diventa irriconoscibile e uguale a tutti gli altri allo stesso tempo. Fondamentalmente, a parte una grande pigirizia, è un uomo buono. La sua igniavia cambia quando deve fare qualcosa per salvarsi dalla situazione in cui si trova. Mattia però non riesce a superare tutte le difficoltà perchè non riesce a rinunciare veramente alla sua identità.
  • Zia Scolastica: è la zia di Mattia, una sorta di coscienza che aiuta sia la cognata che il nipote nei momenti di difficoltà cercando di aprire gli occhi ad entrambi.
  • Romilda: personaggio evidentemente insoddisfatto della sua condizione. Diventa infelice da subito dopo il matrimonio anche a causa della madre.
  • Oliva: una semplice ragazza di paese, molto onesta, sposata con Malagna. Mattia la corteggia e i due iniziano una relazione sessuale e Oliva, che non riusciva ad avere figli con il marito, resta incinta di Mattia Pascal, ma il figlio verrà cresciuto da Malagna come se fosse suo, regalando così una piccola rivincita alla povera Oliva.
  • Gianbattista Malagna: l’amico di vecchia data del padre di Mattia, amministratore delle ricchezze della famiglia Pascal dopo la morte. Uomo crudele con chi lo circonda, grasso, con lunghi baffi e pizzo, detto “La Talpa”. Malagna è un uomo egoista come nel caso di Oliva, ragazza che Mattia amava, ma che Malagna sposa e che poi viene maltrattata perchè non riesce, almeno in un primo momento, a rimanere incinta.
  • Anselmo Paleari: uomo completamente avulso dalla realtà, dedito all’esoterismo. Si affeziona a Mattia (Adriano Meis in quel caso) perchè ne percepisce la diversità e la stranezza. Anche lui è fuori dalla realtà.
  • La Vedova Pescatore: personaggio antagonista nella storia di Mattia Pascal in quanto tormenta la sua vita sentimentale. Cugina di Malagna viene chiamata “La Strega”, anche se il suo vero nome è Marianna Dondi. Non ama Mattia, per niente, e quando diventa sua suocera si scatena con mille cattiverie.
  • Terenzio Papiano: uomo spietato e pronto a fare qualsiasi cosa per i soldi, cognato di Adriana, cerca di sposarsi con lei quando muore la sorella per non perdere i soldi della dote. Durante la seduta spiritica è proprio lui infatti a rubare i soldi a Mattia.
  • Gerolamo Pomino: amico d’infanzia di Mattia Pascal, molto affezionato a Romilda Pescatore nonostante poi Mattia la prenda in sposa. Pomino non è arrabbiato, anzi, aiuta sempre Mattia. Quando dopo il periodo di sparizione, Mattia ritorna a casa, Pomino ha sposato Romilda.
  • Pinzone: Mattia Pascal, nel racconto ci dice che tutti lo chiamavano Pinzone ed era l’insegnante dei Pascal e complice nelle loro avventure. Era un maestro particolare, diciamo, in quanto faceva tutte filastrocche, sonetti e indovinelli.

 

(Foto: Cortesy of Einaudi)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in Scuola