Condividi
Maturità 2020: le scuse per giustificare ai genitori l’esame andato male
Condividi su

Maturità 2020: le scuse per giustificare ai genitori l’esame andato male

Di Chiara Greco
pubblicato il 07 luglio

Avete preso un brutto voto alla Maturità 2020 ma non sapete come dirlo ai vostri genitori? Abbiamo preparato alcune scuse pronte per l’uso!

Maturità 2020: le scuse per giustificare ai genitori l’esame andato male

Esame Maturità 2020: consigli e scuse per giustificare un brutto voto

Capita spesso di non riuscire ad ottenere il risultato desiderato, soprattutto davanti ad una prova così importante come quella della Maturità 2020. Possono essere diversi i motivi per cui si ottiene un voto più basso di quello previsto, e spesso non dipendono solo dalla performance degli studenti. Ma come si fa a spiegare questo ai genitori che non fanno altro che aspettarsi il massimo dai propri figli? Ve ne parliamo in questo articolo, dove vi suggeriremo anche alcune scuse per giustificare un voto basso all’Esame di Stato 2020.

brutto voto maturità 2020

Brutto voto alla Maturità 2020: quando dirlo ai genitori?

Quando si riceve un brutto voto sono due i problemi da affrontare nell’immediato: capire perché è andata così male e dirlo ai genitori. Se il primo punto è più facile, perché è un discorso che dovete fare solo con voi stessi, il secondo punto è più complesso perché richiede una buona capacità di discussione e comunicazione con i propri genitori. In generale vi consigliamo di non temporeggiare e non tergiversare sulla cosa, perché potrebbe rivelarsi solo un danno per voi. Per questo vi consigliamo di essere sinceri e diretti sin dall’inizio.

Come giustificare un brutto voto alla Maturità? Le scuse

Per comunicare ai genitori una notizia così scomoda come un brutto voto alla Maturità 2020 bisogna trovare il modo giusto e spesso non è così facile. Ecco perché abbiamo preparato per voi alcune scuse pronte per l’uso: non dovete fare altro che scegliere quella che vi piace e vi rispecchia di più:

  • i geni non vengono mai premiati. Ricordate ai vostri genitori che i grandi geni della storia, tipo Albert Einstein, non hanno mai avuto bei voti a scuola: utilizzare una scusa così con loro potrebbe addolcire la pillola e far capire che in realtà il problema non siete voi ma è sono i docenti che non riescono a premiarvi correttamente
  • la sincerità sopra tutto. Ammettete di aver commesso alcuni errori e di non aver dato il massimo: se vi va bene i vostri genitori potrebbero apprezzare tanto il vostro tentativo di non inventare scuse e potrebbero prenderla meglio di quanto crediate
  • non so proprio cosa sia successo. Di solito, dare la colpa sempre agli altri non è un gesto così maturo ma in questo caso dovreste scaricare tutte le colpe ai prof e non è un problema: dite ai vostri genitori che voi avete dato il massimo ma non sapete proprio come mai i professori hanno deciso di darvi un voto così basso
  • l’unione fa la forza. Questa è la scusa del due meglio di uno: dite ai vostri genitori che l’intera classe ha avuto un voto più basso di quello aspettato e che i commissari sono stati molto cattivi con tutti voi, magari in questo modo non decideranno di dare la colpa a voi per l’esame andato male
  • l’emozione ha giocato brutti scherzi. Si sa: l’emozione è sempre un grosso problema in queste occasioni perché non è facile da controllare e non è facile prevedere il suo arrivo

Leggi anche:

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità