Condividi
Maturità 2019: quali studenti non avranno le buste all’orale?
Condividi su

Maturità 2019: quali studenti non avranno le buste all’orale?

Di Selena
pubblicato il 25 maggio

Qualche studente non è sottoposto all’estrazione delle buste chiuse per l’Orale di Maturità 2019: perché e di chi si tratta!

Maturità 2019: quali studenti non avranno le buste all’orale?

Maturità 2019, colloquio orale con le buste: chi potrà evitarle?

Quest’anno, per la Maturità 2019, è difficile trovare qualcosa che non faccia paura. Gli studenti sono terrorizzati da tutte le novità apportate dalla Riforma del MIUR per l’Esame di Stato in arrivo e quindi anche il colloquio orale, che un tempo era considerato come l’ultimo step, quasi il più facile, per chiudere le Prove di Maturità, diventa fonte di panico. Come ormai avrete capito l’Orale di Maturità 2019 prenderà il via grazie a degli argomenti misteriosi che si trovano all’interno di una busta speciale preparata dalla commissione e quindi, addio tesina classica! Questa regola delle buste però sembra non valere per tutti. Alcuni studenti che affronteranno la Maturità 2019, infatti, non inizieranno il colloquio con l’estrazione delle buste. Come mai? Perché sono esenti? E soprattutto a chi spetta questa possibilità? Cerchiamo di capirlo insieme.

Il Miur annuncerà i commissari con un video? Ecco cosa sapere:

Se vuoi conoscere le ultime news del MIUR sull’Orale 2019 trovi tutto qui:

buste-colloquio-maturità-2019-studenti-esentati (2)

Buste Colloquio Maturità 2019: i candidati che non le avranno

L’Orale di Maturità 2019 prenderà il via con una serie di buste misteriose al cui interno sono stati inseriti degli argomenti scelti dalla commissione, basandosi sul famoso documento del 15 maggio. Ogni candidato in sede di colloquio vedrà aprirsi la busta e subito dopo scoprirà da che argomento cominciare il proprio esame Orale. Ci potrà essere un’immagine, un testo, un documento particolare… e partendo da quello spunto il candidato, sollecitato dalle domande della commissione, dovrà cercare di collegare quante più materie possibili. Poi ci sarà la presentazione di una relazione sull‘alternanza scuola lavoro, delle domande su Cittadinanza e Costituzione e poi la discussione inerente lo svolgimento delle prove scritte. Non vale però per tutti gli studenti. I maturandi con DSA, ossia con disturbi specifici dell’apprendimento, sono infatti esenti dal sorteggio delle buste. Per loro il Colloquio di Maturità 2019 comincerà con un argomento proposto dalla commissione basandosi sul loro Piano Didattico Personalizzato. Questi studenti infatti hanno un programma leggermente diverso da quello degli altri maturandi e per loro, agire con delle buste chiuse e delle domande a sorpresa che spazino da un argomento all’altro potrebbe essere complicato da gestire. Non per mancanza di studio o di conoscenza, ma semplicemente perché chi soffre di un disturbo specifico dell’apprendimento può avere una metodologia di apprendimento diversa da quella degli altri.

(Fonte immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità