Condividi
Esame Orale Maturità 2019: novità, tutto su tesina, alternanza e domande del colloquio
Condividi su

Esame Orale Maturità 2019: novità, tutto su tesina, alternanza e domande del colloquio

Di Sofia Batini
pubblicato il 03 dicembre

Orale Maturità 2019: è arrivato il momento di scoprire quando iniziano gli esami orali dell’Esame di Stato. Ecco tutto quello che c’è da sapere sul colloquio, le domande frequenti e le novità della Riforma.

Esame Orale Maturità 2019: novità, tutto su tesina, alternanza e domande del colloquio

Orali Esame di Maturità 2019: tutto sul colloquio, le domande e novità della Riforma

Sembra presto per pensare all’Orale di Maturità 2019, ma invece non è così. A causa della Riforma dell’Esame di Stato decisa dal MIUR e dal Ministro Bussetti bisogna prepararsi in tempo per capire cosa cambia. La tesina infatti non ci sarà più, sembra che i commissari esterni all’orale potranno fare delle domande libere e che ampio spazio sarà dato all’esperienza di alternanza scuola-lavoro, all’educazione civica e all’analisi del testo. Il Miur non ha ancora definito tutti i dettagli dell’orale, ma ecco le prime informazioni sulle domande di Costituzione ed Educazione alla Cittadinanza:

Senza farsi prendere dal panico noi di ScuolaZoo siamo qui per voi e abbiamo cercato di fare un po’ di chiarezza su tutto quello che ci aspetterà per l’Orale di Maturità 2019! Vediamo tutto insieme!

Volete conoscere tutte le modifiche all’Esame di Stato introdotte dal Miur? Le trovate qui:

orale-maturità-2019-date-domande-punteggio-novità-riforma-miur (2)

Orale Maturità 2019: le novità della Riforma

Tanto per cominciare vediamo quali sono le novità inerenti l’esame orale di Maturità 2019 decise dal MIUR:

  • Alternanza scuola-lavoro: la tesina classica non ci sarà più, ma dovrete comunque realizzare una presentazione o una relazione sul tema.
  • Domande dei professori: rispondere ai quesiti della commissione nelle materie di cui i docenti hanno l’abilitazione all’insegnamento;
  • Analizzare testi, documenti, esperienze, progetti e problemi: così facendo la commissione esterna potrà valutare la vostra competenza complessiva e verificare anche il linguaggio specifico per ogni materia che utilizzerete. Qui per approfondire: Maturità 2019, analisi del testo anche all’orale: come funziona e cosa sapere
  • Domande di Cittadinanza e Costituzione: la riforma del Miur ha introdotto all’esame orale di Maturità 2019 anche argomenti di educazione civica! Qui per saperne di più: Riforma Miur esame di Stato 2019: educazione civica all’orale di Maturità

Tesina Orale Maturità 2019 addio: cosa cambia

Il Miur e il Ministro Bussetti hanno preso una decisione ben precisa: all’Orale di Maturità 2019 non ci sarà più la tesina. Quella che per molti era stata una sorta di ancora di salvataggio per poter “indirizzare” i professori a fare le domande più semplici possibili, ora sparisce. Si poteva approfondire degli argomenti che esulavano dal percorso scolastico privilegiando un approfondimenti multidisciplinare, ma ora invece cambia tutto. Al suo posto ci sarà una tesina sull’alternanza scuola-lavoro?

Per sapere tutto leggi qui:

Alternanza Scuola-Lavoro all’Orale di Maturità 2019

Ci sono ancora parecchie zone d’ombra sul ruolo dell’alternanza scuola lavoro alla Maturità 2019. Le specifiche, a detta del MIUR e di Bussetti, arriveranno a febbraio anche se per ora pare certo che non sarà un requisito fondamentale per l’ammissione all’Esame di Stato. Tuttavia all’Orale di Maturità potrebbe esserci una tesina sull’alternanza scuola-lavoro. Insomma, per ora dobbiamo accontentarci di questo, ma non appena avremo notizie più certe vi faremo sapere!

Se avete dubbi su come fare una relazione sull’alternanza scuola-lavoro, non perdete:

Date orali Maturità 2019: quando iniziano e quando finiscono

Mentre le date degli scritti sono stabilite dal Miur, le date degli orali sono stabilite dalla commissione, così come gli orari. Il giorno della prima prova (il 19 giugno 2019) , in genere, viene estratta la classe e la lettera da cui si inizierà a interrogare, procedendo poi in ordine alfabetico. Chiedete quindi ai professori le date degli orali e informatevi dopo la Prima Prova sulla lettera estratta! Indicativamente, comunque, gli Orali di Maturità 2019 potrebbero iniziare già il 22 giugno 2019. 

Esame orale Maturità 2019: quanto dura e come funziona

L’esame orale di Maturità è una sorta di maxi interrogazione davanti alla commissione, in cui saranno verificate le vostre conoscenze sul programma di quinta superiore, in particolare nelle materie presenti in commissione. In pratica, sarete voi, seduti su una sedia, davanti ai professori che compongono la commissione e dovrete rispondere alle domande di ciascun professore. Il colloquio dura in genere una quarantina di minuti ed è strutturato in tre fasi:

  • Domande: dopo l’esposizione della tesina, un commissario inizierà a porvi alcune domande, partendo in genere direttamente dalla tesina oppure affrontando un argomento collaterale. Uno a uno tutti i commissari vi interrogheranno sulle loro materie: le domande possono vertere su tutto il programma e non solo sugli argomenti inerenti la vostra tesina.
  • Correzione degli scritti: infine, i professori dovranno mostrarvi gli scritti e i punteggi presi, così che potrete analizzare con loro gli eventuali errori e potranno farvi delle domande per farvi correggere gli sbagli nel compito.

Orale Maturità 2019: domande frequenti e materie

Tutti i commissari interni ed esterni vi faranno domande libere sulle materie da loro insegnante (un insegnante di italiano, ad esempio, non può farti domande di matematica). Questo vuol dire, però, che un professore che insegna italiano e latino potrà porvi domande di italiano e latino, così come il prof di storia e filosofia potrà interrogarvi su entrambe le materie. In particolare:

  • Riguardate gli argomenti presenti in seconda e prima prova: avete commesso qualche errore? All’esame orale vi sarà data la possibilità di correggerlo, quindi giocate d’astuzia e arrivate preparati per evitare di commettere due volte lo stesso errore.
  • Preparate degli argomenti a piacere per ogni materia, così da non andare nel panico o non essere esaustivi se un professore vi lascia scegliere l’argomento di cui parlare.
  • Informatevi su quali materie insegnano i commissari, presidente incluso, così da non arrivare impreparati all’esame, essendovi scordati di ripassare uno dei programmi. Il presidente può o non può intervenire, ma è bene sapere quale materia insegna per evitare figuracce!
  • Informatevi dai vostri professori interni su chi sono i commissari esterni, così da capire che tipi di insegnanti sono. Il top è riuscire a contattare qualche studente che ha questi insegnanti, così da capire anche quali sono gli argomenti più gettonati nelle loro interrogazioni e il loro modo di interrogare.

Domande a piacere all’Orale di Maturità 2019: come affrontarle

La novità che serpeggia tra i corridoi del MIUR è che all’Orale di Maturità 2019 potrebbero arrivare delle domande a piacere. I membri della commissione esterna ed interna potrebbero decidere di farvi delle domande a loro piacimento su argomenti anche che esulano dal classico percorso scolastico. Meglio dare un’occhiata all’attualità e alla cultura generale insomma!

Orali Maturità 2019: come prepararsi

Oltre ai consigli che vi abbiamo già dato nel paragrafo precedente, è importante prepararsi all’orale, seguendo anche queste dritte:

  • Preparate una tabella di marcia: avere un programma per lo studio diviso in giorni per il ripasso dell’esame è fondamentale. In questo modo, potrete suddividervi equamente lo studio ed essere sicuri di non scordarvi niente.
  • Usate schemi, mappe concettuali e riassunti preparati durante l’anno per ripassare.
  • Studiate con un compagno per il ripasso finale. Un’idea funzionale è quella di fare il ripasso finale insieme a un compagno di classe con il quale sapete che potete studiare bene, scambiandosi domande e dubbi e simulando una sorta di orale.
  • Andate a vedere gli esami dei vostri compagni. A meno che siate i primi, potrete andare ad assistere agli orali dei compagni per capire come si svolge l’esame e il tipo di domande proposte. Per i più ansiosi può essere un’arma a doppio taglio: se le interrogazioni saranno abbastanza semplici, tirerete un sospiro di sollievo; in caso contrario…
  • Non morite sui libri! Stabilitevi degli orari e trovate dei momenti per rilassarvi e riposarvi. Il rischio è di arrivare completamente stanchissimi e non concentrati all’esame a causa del troppo studio e delle tensione! Se riuscite, non studiate il giorno prima dell’esame. Se invece, come sempre accade, vi ritroverete con gli ultimi programmi da visionare, programmate almeno di lasciarvi la serata libera.
  • Mangiate bene: il cibo aiuta molto anche nella concentrazione e nell’arrivare all’esame con le giuste energie! Prediligete frutta e verdura, cibi ricchi di magnesio, snack salutari e leggeri e non esagerate con tè e caffè (meglio le tisane per rilassarsi). Evitate le sbornie: non vorrete arrivare all’esame orale con le occhiaie e i sintomi di un hungover!

Maturità 2019: consigli per affrontare il colloquio orale

Ecco infine anche qualche consiglio per affrontare al meglio il giorno dell’orale e concludere in bellezza l’Esame di Maturità!

  • Fate una bella colazione e con calma: vi darà le energie giuste per affrontare l’orale!
  • Attenzione all’abbigliamento: preparate gli abiti da indossare il giorno prima. Ok, fa caldo, ma attenzione a non sembrare già in partenza per il mare! Meglio evitare top, scollature profonde (per le ragazze), bermuda (per i ragazzi), canottiere e ciabatte.
  • Non arrivate in ritardo: arrivate con un certo anticipo, dato che a volte le commissioni iniziano non appena arriva il primo candidato… non è certo bello arrivare trafelati e a corsa rischiando di perdere il vostro turno!
  • Non abbiate troppa ansia: cercate di scaricarla parlando con un amico, familiare o ascoltando musica che vi trasmetta energia positiva.
  • Decidete autonomamente se far entrare qualcuno a vedervi o meno: dovete essere al massimo della tranquillità possibile, quindi non vi fate mettere pressione su questo punto.
  • Quando esponete la tesina, cercate di guardare tutti i professori per coinvolgerli.
  • Cercate di rispondere a tutte le domande, anche quelle che vi sembra di non sapere (o non sapete), provando ad arrivarci con il ragionamento (vedrete che poi il prof vi darà una mano).
  • Cercate di avere un atteggiamento sicuro: l’esposizione decisa aiuta molto soprattutto nella percezione che i professori hanno del vostro sapere. Ovviamente, si accorgeranno se sparate cavolate, ma in genere un atteggiamento sicuro denota preparazione.

Esame orale Maturità 2019: il punteggio

Per quanto riguarda il punteggio dell’Esame Orale di Maturità 2019, cambiano anche i punteggi delle prove, incluso quello del colloquio. In generale i punti assegnati totali all’Orale di  Maturità 2019 saranno 20, così come quelli ottenibili in Prima e Seconda Prova. È stato infatti diminuito il peso complessivo dell’Esame (che vale 60 punti invece dei precedenti 75), mentre aumentano i crediti scolastici accumulati nel triennio, che passano da 25 a 40.

Non perdere anche:

Leggi altri articoli in Maturità