Condividi
Voto Maturità 2019: nuovi punteggi, quanto valgono le prove e sufficienza
Condividi su

Voto Maturità 2019: nuovi punteggi, quanto valgono le prove e sufficienza

Di Alessio Cappuccio
pubblicato il 21 giugno

La Maturità 2019 presenta tantissime novità: tra queste anche quelle relative ai punteggi delle due Prove e del colloquio. Ecco cosa sapere per prendere la sufficienza all’Esame di Stato!

Voto Maturità 2019: nuovi punteggi, quanto valgono le prove e sufficienza

Maturità 2019: come funziona il voto del nuovo Esame di Stato

La Maturità 2019 ha sconvolto tutti i maturandi a causa dei numerosi cambiamenti e, oltre alla struttura delle prove, cambia anche il voto, o meglio, come vengono assegnati i punteggi. Dopo la Riforma del Miur, infatti, e l’eliminazione della Terza Prova, i punteggi di Prima, Seconda Prova e orale sono stati modificati rispetto agli scorsi anni e si è deciso di diminuire il “peso” totale dell’Esame sul voto finale rispetto al percorso scolastico, aumentando il numero di crediti acquisibili durante il triennio. Non ci state capendo più niente? Vediamo insieme tutti i dettagli per capire quali sono i nuovi criteri per ottenere la sufficienza e capire qual è il nostro voto di Maturità 2019!

punteggi

Foto: Wikipedia – Procsilas Moscas

Esame di Maturità 2019: i punteggi delle prove

Ecco lo specchietto riassuntivo dei nuovi punteggi, come stabiliti dal Miur per la nuova Maturità:

  • Credito scolastico: 40 punti
  • Prima Prova: 20 punti
  • Seconda Prova: 20 punti
  • Orale: 20 punti
  • Bonus: 5 punti (che verranno dati se si è stati ammessi con almeno 30 crediti e se durante le prove si è arrivati almeno a 50 punti)
  • Totale: 100 punti

Punteggi Maturità 2019: come sono cambiati rispetto agli scorsi anni

Come sicuramente ricorderete – in fondo non è passato così tanto tempo – l’esame di Maturità attribuiva un certo punteggio a ognuna delle fasi. Lo riepiloghiamo brevemente per far capire meglio il cambiamento avvenuto con la riforma del Miur.

  • I crediti scolastici relativi al triennio finale valevano in tutto 25 punti, ed erano così divisi: 8 punti per il terzo e il quarto anno e 9 per il quinto.
  • Le prove scritte prevedevano 45 punti: 15 per la Prima, 15 per la Seconda e 15 per la Terza.
  • L’orale dava diritto a un massimo di 30 punti
  • Bonus di 5 punti massimi.
  • Totale: 100 punti

Voto Esame di Stato 2019: come arrivare alla sufficienza

Veniamo ora all’informazione che farà gola a tutti coloro che aspirano semplicemente a passare l’esame senza fare troppi sforzi, o che hanno qualche dubbio sulle proprie capacità. Insomma, a quanti punti bisogna arrivare per garantirsi la sufficienza?

Ancora una volta il punteggio minimo per diplomarsi è di 60/100.

E se invece volete sapere come verranno valutate le prove, bisogna considerare che sono in preparazione delle vere e proprie griglie di valutazione con riferimenti numerici e criteri oggettivi in modo da rendere quest’operazione il più uniforme possibile.

Per approfondire:

Foto Copertina: Pixabay

Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per sempre allo studio con la laurea. Nella vita, però, mai dire mai!
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità