Condividi
Maturità 2020, elaborato scientifico: come svilupparlo per matematica e fisica
Condividi su

Maturità 2020, elaborato scientifico: come svilupparlo per matematica e fisica

Di Chiara Greco
pubblicato il 22 maggio

Come si scrive un elaborato finale di Maturità 2020 per il liceo scientifico? Vi diamo alcune dritte per fare uno scritto di matematica e fisica perfetto!

Maturità 2020, elaborato scientifico: come svilupparlo per matematica e fisica

Maturità 2020: tutto sull’elaborato per il liceo scientifico

L’elaborato di Maturità 2020 sarà il punto di partenza del colloquio orale e per questo motivo va scritto in modo accurato e preciso, così da fare subito colpo sulla commissione. Il tema su cui dovrà basarsi questo scritto sarà assegnato dal docente e riguarderà le materie d’indirizzo: nel caso del liceo scientifico, dovrà essere su un argomento di matematica e fisica. Ma che tipo di struttura deve avere un elaborato scientifico e che tipo di informazioni si possono inserire? Ve lo spieghiamo in parole semplici in questo articolo!

Non perdere:

maturità 2020 elaborato scientifico

Elaborato Maturità 2020: come scriverlo per lo scientifico

L’elaborato di Maturità 2020 per il liceo scientifico dovrà basarsi su due materie:

  • matematica
  • fisica

Ma come si gestisce un testo scritto basato su entrambe le discipline? Potete scegliere diversi modi in base all’argomento che vi viene assegnato dal docente (o dai docenti). Se il tema da sviluppare si presta bene sia in fisica che in matematica, potete approfondirlo su entrambi i fronti, mettendo in relazione le due discipline dove possibile. Se invece il collegamento tra le due materie risulta difficile, potete sviluppare il vostro tema prima in matematica e poi in fisica, o viceversa, dividendo l’elaborato in due parti diverse.

Orale Maturità 2020: cosa inserire nell’elaborato di matematica e fisica

Sicuramente il vostro elaborato, a differenza di chi dovrà svilupparlo per le materie umanistiche, dovrà contenere alcune formule, dati o schemi. Vi consigliamo di inserire quante più rappresentazioni grafiche possibili: ricordate sempre che gli elaborati di natura scientifica hanno bisogno di essere accompagnati sempre da formule che dimostrano l’argomento di cui state parlando, schemi o figure che rappresntano il tema sviluppato. Il primo errore da evitare è quello di scrivere un elaborato scientifico troppo discorsivo: siate quanto più asciutti e diretti con il linguaggio, tenendo conto che gli argomenti scientifici si prestano poco a metafore e giochi di scrittura creativa. Laddove potete, inserite sempre un esempio pratico relativo al discorso: se parlate delle funzioni non potete non inserirne alcune nel vostro elaborato per far capire su un piano pratico di cosa state parlando.

Maturità 2020: è possibile inserire immagini o foto nell’elaborato scientifico?

Questo dipende dalle indicazioni che vi vengono date dai professori. Nulla toglie, però, che possiate inserire qualche immagine per rendere il vostro scritto più scorrevole e leggero. Se state parlando delle teorie di un matematico o un fisico, potete inserire la sua foto. Oppure, se in fisica avete introdotto un discorso su un argomento di cui esistono delle rappresnetazioni grafiche o fotografie, potete inserirne qualcuna per rendere più dinamica la lettura. Ricordate sempre di citare le fonti e di tenere in conto solo dei materiali pubblicati su fonti ufficiali per essere sicuri di ciò che andate ad inserire nel vostro elaborato finale.

Leggi anche:

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi