Condividi
Come entrare nel mondo del lavoro senza esperienza: 12 errori comuni da evitare per essere un candidato ideale
Condividi su

Come entrare nel mondo del lavoro senza esperienza: 12 errori comuni da evitare per essere un candidato ideale

Di Alice Giusti
pubblicato il 08 maggio

È arrivato anche per te il momento di metterti alla ricerca di un impiego, ma non hai esperienza e non sai da che parte iniziare? Ecco quali sono gli errori da non commettere secondo gli esperti di Randstad.

Come entrare nel mondo del lavoro senza esperienza: 12 errori comuni da evitare per essere un candidato ideale

Come iniziare a lavorare senza esperienza: i consigli di Randstad

Entrare nel mondo del lavoro senza avere esperienza sembra un’impresa sempre più difficile: quanti annunci di lavoro troviamo per stage rivolti a giovani che però richiedono 7 anni d’esperienza lavorativa più una lunga lista di skills e competenze eterogenee che neanche un manager ha? Tuttavia, non è il caso di lasciarsi scoraggiare: se hai appena finito di studiare e vuoi iniziare a lavorare, le opportunità ci sono, basta saperle cogliere e preparare una strategia efficace. Dopotutto, la ricerca di lavoro è essa stessa un lavoro. A darti una mano in questa sfida, c’è Randstad – tra le aziende più importanti nel mondo della ricerca, selezione e formazione delle risorse umane – che ti suggerisce alcune importanti dritte sugli errori da evitare assolutamente quando cerchi un primo impiego.

consigli-mondo-lavoro-giovani

Conoscere il mondo del lavoro: i 12 errori da non fare mai 

Iniziare a conoscere il mondo del lavoro può non essere così facile, ma con qualche accortezza e suggerimento, farsi strada in questa jungla fatta di CV, colloqui e aziende, sarà sicuramente un percorso in discesa. Ecco gli errori da evitare quando si cerca lavoro:

  1. Creare un CV standard, lungo e non personalizzato.
  2. Commettere errori grammaticali nel CV.
  3. Inviare lo stesso CV/lettera di motivazione a tutti i datori di lavoro.
  4. Mentire nel CV o al colloquio.
  5. Candidarti a qualsiasi offerta lavorativa anche se non è linea con tue capacità/qualifiche.
  6. Scrivere una lettera motivazionale che ripeta le stesse identiche cose del CV.
  7. Non informarti sull’azienda prima di andare a fare un colloquio.
  8. Non andare preparati sulle possibili domande a un colloquio.
  9. Non curare il personal branding.
  10. Non fare networking.
  11. Non analizzare le offerte lavorative per capire come migliorare le proprie competenze.
  12. Perdere fiducia in sé stessi.

Leggi anche:

(Foto Credits: Pixabay)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in Orientamento Professionale Orientamento