Condividi
Orientamento universitario: 7 dritte per scegliere il corso di laurea giusto per te
Condividi su

Orientamento universitario: 7 dritte per scegliere il corso di laurea giusto per te

Di Alice Giusti
pubblicato il 16 marzo

Non hai ancora la più pallida idea di quale corso di laurea scegliere dopo il diploma? Abbiamo alcuni consigli super pratici per aiutarti.

Orientamento universitario: 7 dritte per scegliere il corso di laurea giusto per te

Quale corso di laurea è meglio per me? Una guida pratica all’orientamento universitario

Scegliere l’università, a meno che non si abbiano chiare le idee su cosa si voglia fare da grande (es. mi iscrivo a Medicina perché voglio fare il chirurgo), può creare non pochi dubbi, domande e ripensamenti. Meglio seguire un corso di laurea che mi appassioni del tutto o che mi dia più opportunità lavorative? Meglio andare a studiare lontano da casa o no? È preferibile fare un’esperienza di studio all’estero durante l’università oppure finire il più velocemente possibile per entrare subito nel mondo del lavoro? Insomma le domande sono tante, ma cerchiamo di darvi qualche dritta utile per orientarvi tra le mille università e facoltà.

orientamento-universitario-escp

Foto di Ivan Samkov da Pexels

Come scelgo l’università?

L’università è una delle grandi scelte che si compiono nella vita e quindi è normale avere paure e indecisioni. La cosa bella è che nessuno ti vieta di cambiare percorso se ti accorgi di aver fatto una scelta sbagliata (quindi, keep calm!) oppure di intraprendere strade lavorative diverse da quelle per cui hai studiato (almeno in molti casi). Ci sono competenze, infatti, che si adattano a qualsiasi ambito (dal saper gestire grandi moli di informazioni all’avere una mente elastica, fino alla voglia costante di imparare cose nuove), quindi non avere paura di sbagliare. Detto questo, però, ecco qualche consiglio per fare una scelta consapevole.

  1. Parti da te stesso. Sembra un consiglio banale, ma troppo spesso si è influenzati dalle aspettative degli altri (genitori in primis), dai giudizi delle persone (“questa cosa non serve a niente” o “solo i geni possono farlo”) o dai propri limiti mentali. L’unico modo per scegliere l’università è quello di chiedersi perché si vuole frequentare (es. solo per cultura o per essere formati al lavoro), quali sono i nostri obiettivi di lavoro futuro e gli ambiti che ci appassionano di più. Rispondendo a questi tre punti, puoi iniziare a trovare una sintesi e informarti sulle università che rispondono alle tue esigenze e scartarne altre.
  2. Chiediti sempre quanto per te la lontananza da casa sia importante. Un fattore importante nella scelta del corso di laurea è anche l’ateneo in cui si studia. Ci sta, infatti, che alcuni corsi siano attivati solo in una città oppure che alcuni abbiano delle caratteristiche particolari rispetto ad altri omonimi. Tuttavia, chiediti sempre, prima di intraprendere la vita da fuori sede, se ti senti pronto a vivere lontano da casa per lunghi periodi di tempo e quanto questo incida sulle finanze tue e della tua famiglia. Se, invece, hai scelto a priori l’idea di studiare vicino casa, pensa al fatto che vivere un’esperienza universitaria da fuori sede è qualcosa di unico, da cui imparerai moltissimo e che ti renderà indipendente.
  3. Chiediti se preferisci studiare in italiano o in un’altra lingua. Non dare per scontato di studiare in lingua italiana. Se punti a una carriera internazionale, ad esempio, studiare in inglese può darti davvero una marcia in più (anche se ovviamente potrà essere ancora più impegnativo, ma mai scoraggiarsi!). Una via di mezzo è scegliere un corso di laurea in italiano, ma in un ateneo che offre anche programmi in lingue straniere da poter inserire nel tuo piano di studi.
  4. Cerca di capire come si svolgono le lezioni. Lezioni frontali, appelli ed esami… siamo sicuri che funzioni sempre così? Ci sono atenei o scuole come le Business School in cui si prediligono lezioni pratiche, incentrate sul lavoro di squadra, l’interazione e la risoluzione di casi reali come se ti trovassi a lavorare in azienda.
  5. Fai una ricerca sui professori e sugli ex alumni. Anche capire il background di chi insegna nel tuo corso di laurea è importante per valutare la qualità dell’insegnamento. Uno sguardo agli ex studenti, invece, può darti un’idea su quante persone siano riuscite ad avere un bel percorso post-laurea dopo aver frequentato quell’ateneo.
  6. Valuta le opportunità di stage e di contatti con le aziende. La maggior parte dei giovani frequenta l’università per trovare lavoro subito dopo quindi, nella scelta di un corso di laurea, è molto importante capire anche quali sono le possibilità di stage e le partnership con le aziende (anche se nessuna università o Business School ti garantisce mai un posto… tutto dipende da te!)
  7. Verifica quali sono i programmi internazionali a cui puoi partecipare. Se hai una vena internazionalistica o comunque vuoi raccogliere il meglio di quello che l’università può offrirti, verifica anche quali sono i programmi di studio e tirocinio all’estero a cui puoi partecipare.

Un’alternativa alle università? Le Business School come ESCP

Se nei punti precedenti hai risposto che:

  • vorresti frequentare un’università con l’obiettivo di trovare poi un lavoro
  • sei disposto a vivere lontano da casa
  • vorresti studiare non solo in italiano, ma anche in altre lingue
  • sogni corsi pratici al posto di ore interminabili passate solamente sui libri di teoria
  • ti piacerebbe studiare con professori che in precedenza hanno lavorato nel campo della materia che insegnano (es. manager d’azienda)
  • pensi che svolgere un buon tirocinio durante l’università sia una grande opportunità per aprirti le porte del lavoro futuro
  • non vedi l’ora di fare esperienze di studio anche all’estero

puoi considerare l’iscrizione a una Business School, che si differenzia da una classica università proprio per queste caratteristiche. 

La Business School ESCP, ad esempio, è tra le più importanti in Europa e offre ai neo diplomati il Bachelor in Management, che ha una durata di 3 anni e permette di studiare in 3 città europee diverse su 5 campus disponibili (Torino, Parigi, Londra, Madrid e Berlino).
I corsi di studio – che spaziano dall’economia, alle lingue straniere, fino alle materie umanistiche e sociali – sono principalmente in lingua inglese, ma ci sono classi anche in francese, tedesco e spagnolo. Il 98% di chi frequenta il Bachelor of Management di ESCP trova lavoro dopo la laurea. 

Orientamento universitario: come fare la giusta scelta

Se volete capire come fare una giusta scelta per il vostro futuro, leggete anche questi articoli:

(Foto copertina di Charlotte May da Pexels)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in Orientamento Universitario Orientamento