Condividi
Test Medicina 2020: cosa cambia a causa Coronavirus?
Condividi su

Test Medicina 2020: cosa cambia a causa Coronavirus?

Di Chiara Greco
pubblicato il 24 giugno

A settembre ci sarà il test d’ingresso di Medicina 2020. Ma cosa cambierà rispetto agli scorsi anni e quali sono le novità del Miur? Ve lo spieghiamo in questo articolo!

Test Medicina 2020: cosa cambia a causa Coronavirus?

Test d’ingresso Medicina 2020: cosa cambierà a settembre

A causa del Coronavirus cambierà anche qualcosa sul test d’ingresso per Medicina 2020. A causa dell’alto numero di candidati che ogni anno tentano di ottenere un posto in una delle facoltà in Italia, il Miur ha dovuto prendere alcune decisioni per garantire lo svolgimento del test di settembre in tutta sicurezza. Tra un’ipotesi e l’altra alla fine si è arrivati ad una soluzione che permetterà ai futuri medici di poter sostenere la prova di ammissione in presenza. Vediamo insieme cosa cambierà rispetto ai prossimi anni!

Non perdere:

test-medicina-2020

Novità Test Medicina 2020: come si svolgerà a settembre?

Erano tante le ipotesi circolate nelle ultime settimane: dall’esame online a un test in più sessioni. Ma il Miur sembra essere arrivato ad una soluzione molto più pratica e semplice per tutti: il test d’ingresso per Medicina 2020 si terrà in presenza e in un’unica sessione ma con una grande differenza. Gli studenti non dovranno presentarsi nell’ateneo indicato come prima preferenza nella domanda di ammissione ma dovranno sostenere il test nell’ateneo più vicino alla città di residenza. Questa organizzazione permetterà agli atenei di tenere sotto controllo il numero degli studenti, permettendo una facile distribuzione del numero dei candiati per ateneo, in rispetto delle norme di sicurezza.

Quali sono gli altri cambiamenti per settembre?

Se la situazione dovesse evolversi per il meglio, con una riduzione del numero di contagi in Italia, allora il Miur non avrebbe bisogno di cambiare ulteriormente le misure prese in considerazione per settembre. Probabilmente verranno stilate delle direttive specifiche per i candidati e per garantire la sicurezza della loro salute con l’uso di mascherine o la misurazione della febbre all’ingresso dell’ateneo. Ma, finora, non è stato espresso nulla in merito quindi dobbiamo aspettare che il Ministero faccia ulteriori comunicazioni più specifiche. È probabile che questo aspetto venga affidato alle singole università e quindi sarà compito vostro provvedere ad informarvi per capire quali saranno le direttive da seguire per sostenere il test in sicurezza.

Leggi anche:

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in News Test d'Ingresso Test d'Ingresso