Condividi
Biografia di Shakespeare: vita del Bardo ed elenco opere
Condividi su

Biografia di Shakespeare: vita del Bardo ed elenco opere

Di Giulio Romano
pubblicato il 05 marzo

Se a scuola state studiando Shakespeare, in questo articolo trovate la biografia e l’elenco completo delle sue opere per superare l’interrogazione o con un bel voto.

Biografia di Shakespeare: vita del Bardo ed elenco opere

Vita e opere di Shakespeare spiegate facili

Tra i tanti autori studiati a scuola, William Shakespeare è sicuramente uno dei più famosi, almeno quando si affronta, in italiano o in inglese, letteratura straniera. Il Bardo, questo è il suo celebre soprannome, è una sorta di Dante made in England, poeta e drammaturgo per eccellenza del Regno Unito. Da Romeo e Giulietta ad Amleto, dal Mercante di Venezia a Sogno di una notte di mezza estate, le tragedie e le commedie shakespeariane sono da secoli tra le opere più lette, studiate e interpretate a teatro e al cinema. Se i prof vi hanno dato da studiare la biografia di Shakespeare e tutte le sue opere, di seguito trovate il riassunto della sua vita e l’elenco delle sue tragedie, commedie, poesie e drammi storici.

sonetti-shakespeare

Biografia di Shakespeare: riassunto della vita del Bardo 

Grande poeta e drammaturgo inglese, Shakespeare nasce a Stratford-upon-Avon in una data compresa tra il 23 ed il 26 aprile del 1564: terzo di otto figli, sopravvive anche alla peste che colpisce la sua cittadina, ma non la sua famiglia. È figlio di benestanti inglesi: il padre è una un facoltoso mercante di pellami mentre la madre si fregia del blasone di un casato della piccola nobiltà terriera.

Per alcuni biografi Shakespeare frequenta la King’s New School, istituto gratuito per i maschi della cittadina, dedicato a Edoardo VI e fondato dalla Gilda della Santa Croce, poco distante dalla sua dimora: qui apprende il latino e studia assiduamente numerosi classici, anche se riceve numerose punizioni corporali. Probabilmente per qualche anno lavora anche alle dipendenze del padre nel suo negozio.

Nel 1582 sposa Anne Hathaway, bella ragazza di umili origini, proveniente da una famiglia contadina: gli darà tre figli. Intanto lo scrittore ha già intrapreso la carriera teatrale, cominciando a scrivere numerosi testi, tanto da avere in pochi anni già una cospicua produzione. Tuttavia, dal 1585 al 1592 si sa poco della sua vita, tanto che questo periodo viene definito Lost Years: ci sono varie teorie su ciò che fa il famoso drammaturgo in questo periodo, dall’insegnante di campagna alla più accreditata ipotesi dello stalliere presso un teatro londinese, per cominciare la scalata della sua carriera artistica.

Diversi documenti del 1592 ci informano del successo di Shakespeare in ambito teatrale: sappiamo che alcune sue opere sono già state rappresentate dalle compagnie dei conti di Derby, di Pembroke e del Sussex; si ha notizia, inoltre, della rappresentazione il 3 marzo 1592 della prima parte dell’Enrico VI. La fama delle opere di Shakespeare è in ascesa vertiginosa, tanto da attirare gelosie dei suoi colleghi più anziani manifestate in alcuni scritti dell’epoca.

L’anno dopo invece, con la chiusura dei teatri a causa della peste, pubblica due poemetti, Venere e Adone e Il ratto di Lucrezia.

Nel 1594, con coraggio e lungimiranza, investe tutti i suoi beni nella fondazione (o partecipazione) di una compagnia teatrale: The Lord Chamberlain’s Men (tradotto: Servi del Lord Ciambellano), della quale facevano parte anche Richard Burbage e William Kempe. La compagnia esordisce sulla scena storica con un documento che ne attesta un’apparizione per la regina Elisabetta I, nel periodo natalizio. In seguito, i considerevoli guadagni provenienti da queste rappresentazioni gli consentono fra l’altro di essere comproprietario dei due teatri più importanti di Londra: il Globe Theatre e il Blackfriars. Acquista anche un podere a Stratford, e si fregia del titolo di gentleman, che acquisisce per sé e per i suoi discendenti.

La sua fama diviene nel tempo così grande che Giacomo I, nuovo monarca, adotta la sua compagnia, facendogli acquisire il titolo di The King’s Men: è così amministratore della compagnia reale, oltre che drammaturgo ed attore. Nel 1611 si ritira dalla scena londinese, per tornare nella sua Stratford: in questi anni abbiamo pochi documenti su di lui, e la sua produzione termina nel 1613. Muore il giorno del suo compleanno, il 23 aprile del 1616: è sepolto nel coro della Holy Trinity Church, la chiesa parrocchiale di Stratford.

Opere di Shakespeare: elenco e cronologia di tragedie e commedie

Le opere di Shakespeare sono tante e appartengono a generi diversi: tragedia, commedia, tragicommedia e dramma storico. Scrisse anche dei Sonetti. Ecco l’elenco completo.

Tragedie di Shakespeare

  • Tito Andronico (1589-1593)
  • Romeo e Giulietta (1594-1597)
  • Riccardo II (1594-1595)
  • Giulio Cesare (1589-1599) 
  • Amleto (1600-1601)
  • Troilo e Cressida (1601-1602)
  • Otello (1602-1611)
  • Re Lear (1605-1606)
  • Macbeth (1605-1608)
  • Antonio e Cleopatra (1606-1608)
  • Timone d’Atene (1604-1610)
  • Ciambelino (1607-1610)

 Commedie di Shakespeare

  • La commedia degli errori (1590-1594)
  • La bisbetica domata (1590-1594)
  • Pene d’amore perdute (1594-1597)
  • Sogno di una notte di mezza estate (1594-1597)
  • Il Mercante di Venezia (1596-1598)
  • Molto rumore per nulla (1598-1599)
  • Come vi piace (1599-1600)
  • La dodicesima notte, o quel che volete (1600)
  • Le allegre comari di Windsor (1600-1601)
  • Tutto è bene quel che finisce bene (1594-1609)
  • Misura per Misura (1601-1604)
  • Il racconto d’inverno (1608-16011)
  • La Tempesta (1611)

Dramma storico

  • Enrico VI, parte I (1588-1592)
  • Enrico VI, parte II (1588 -1592)
  • Enrico VI, parte III (1588 -1592)
  • Riccardo III (1591-1594)
  • I due gentiluomini di Verona (1590-1596)
  • Re Giovanni (1590-1597)
  • Enrico IV, parte I (1596-1597)
  • Enrico IV, parte II (1507-1599)
  • Enrico V (1559)
  • Enrico VIII (1612-1613)

Sonetti e poemetti

  • Venere e Adone (1592-1592) – poemetto
  • Lo stupro di Lucrezia (1593-1594) – poemetto
  • La fenice e la tortora (1600-1601) – poesie
  • Sonetti (1582-1608) – sonetti

Altro

  • Pericle, principe di Tiro (1607-1608 ) – dramma romantico
  • I due nobili congiunti (1613) – tragicommedia

(Foto Credits: Wikipedia)

Giulio Romano
Ciao ragazzi, sono Giulio! Studente di Medicina e Staff Scuolazoo, sono anche un appassionato di fitness e cinematografia, passione che approfondisco nel tempo libero. Amo anche viaggiare e scrivere, trovando le due cose così vicine tra loro tanto da toccarsi: cosa sarebbe la scrittura se non un viaggio dentro un mondo immaginario e dentro noi stessi?
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola