Condividi
Tema svolto sul Coronavirus e come ha cambiato la nostra vita
Condividi su

Tema svolto sul Coronavirus e come ha cambiato la nostra vita

Di Chiara Greco
pubblicato il 31 marzo

Tema svolto sul Coronavirus: riflessioni, idee ed esempio da cui prendere spunto per un compito.

Tema svolto sul Coronavirus e come ha cambiato la nostra vita

Coronavirus: tema svolto per tutte le scuole

Il Coronavirus ha cambiato le nostre vite e questo ormai è un dato di fatto tangibile anche in questo periodo. La scuola, le attività che prima venivano svolte nel tempo libero: tutto è cambiato. Il virus ci ha messo a tu per tu con uno stile di vita a cui nessuno era abituato. E, volendo o no, tutti sono costretti a seguirlo, anche se spesso risulta difficile mantenere sempre la stessa positività e costanza. Quando tutto questo sarà finito, troveremo la giusta forza per andare avanti ma forse nessuno tornerà veramente alla normalità. In questo articolo abbiamo svolto per voi un tema da cui potete prendere spunto e ricavare idee per una riflessione su come il Coronavirus ha cambiato (e cambierà) la vita delle persone.

Qui trovi spunto per una traccia simile:

Se invece non vi va di prendere spunto da un tema già scritto, ma volete fare tutto da soli, trovate qui dei consigli super utili per svolgerlo:

tema coronavirus scuola

Tema svolto sul Coronavirus: scaletta con spunti e idee

In un tema di attualità di questo tipo, l’obiettivo è trattare l’argomento con consapevolezza senza cadere in digressioni personali, se non quelle che riguardano gli argomenti più vicini a voi. Non c’è bisogno di spiegare cos’è successo in queste settimane come se foste dei cronisti ma dovete addentrarvi in sfere più personali, parlando di ciò che avete sperimentato voi in queste settimane. Ecco un esempio di scaletta da cui potete prendere spunto:

  • Introduzione. È l’apertura del vostro tema, qui potete decidere di fare una breve spiegazione di ciò che andrete a raccontare nello svolgimento, ad esempio quali sono gli aspetti che vi hanno colpito di più del cambiamento e se la gente riuscirà a ritornare ad una vita normale
  • Svolgimento. Le idee e gli spunti sono tanti: partite da quelli più vicini a voi: le scuole chiuse, le lezioni a distanza, l’impossibilità di vedersi con gli amici per mangiare una pizza o di uscire con la vostra comitiva. Poi ponetevi questa domanda: si ritornerà al mondo di prima? Sicuramente sarà un lungo processo
  • Conclusione. In questa parte del testo date spazio alla vostra riflessione personale

Traccia sul Coronavirus: tema svolto

Qui trovate un esempio di traccia svolta su come il Coronavirus ha cambiato le nostre vite.

Introduzione

Quando tutto passerà e sentiremo parlare di Coronavirus, tutti noi faranno un salto indietro nel tempo e rivivranno ciò che sta succedendo in questi giorni. L’intero globo è stato investito da una piaga che sembra la trama di un film fantascientifico che introduce un’apocalisse di zombie o una conquista della Terra da parte degli alieni. Ma è tutto reale. Fortunatamente non ci sono orde di zombie pronte ad invadere le strade, ma il virus fa lo stesso paura e il fatto che sia invisibile lo rende ancora più temibile. Quando tutto questo sarà finito, tutti saremo profondamente cambiati e “tornare alla vita di prima” non sarà possibile.

Svolgimento

Man mano che passano le settimane, ci stiamo abituando ad una vita che nessuno avrebbe mai pensato di vivere: tutti in casa, uscite vietate se non per casi di estrema necessità, famiglie spezzate dalla perdita di una persona cara e la paura di poter essere tra i contagiati. Il Coronavirus è diventato una minaccia globale, costringendo tutti a cambiare. Per ora si parla di abitudini, e quelle fortunatamente potranno ritornare a quelle di prima non appena si uscirà dall’emergenza. Ma noi, nella nostra interiorità, potremmo tornare a quelli che eravamo prima? La risposta purtroppo è no. Diversi psicologi ed esperti si sono espressi in merito e hanno paragonato il trauma del Coronavirus a quello che i nostri nonni o bisnonni hanno subito durante la guerra. È una situazione che ti stravolge la vita e non permette a noi esseri umani di mettere un semplice punto e girare pagina, dimenticando tutto ciò che abbiamo passato. Man mano che abbiamo abbandonato le nostre abitudini e la nostra libertà per garantire la sicurezza di tutti, abbiamo creato dei piccoli tasselli che sono incastonati nostra mente e che difficilmente andranno via. Questa crisi ci ha spinto a riflettere su tutte le cose che ritenevamo normali o semplici, come uscire per fare la spesa, andare a prendere una pizza con gli amici, e ci ha fatto capire che in determinate condizioni non sono né scontate, né tantomeno facili da realizzarsi. Un po’ come i reduci di guerra, noi saremo la generazione che verrà cambiata dal virus e che avrà il compito di tenere viva questa memoria per evitare che una situazione del genere possa verificarsi di nuovo in futuro.

Conclusione

Il virus ci ha cambiato dentro e fuori. Tornare alla vita quotidiana sarà difficile ma con il tempo si potrà fare. Ritornare quelli di prima sarà impossibile ma sarà importante fare tesoro di ciò che abbiamo imparato, del valore che abbiamo dato alle piccole cose e dell’importanza di alcune ricchezze che in questo periodo si sono rivelate fondamentali per andare avanti, come i rapporti umani, la solidarietà e il senso civico e comune, per capire che forse questo cambiamento, infondo, non è per nulla negativo.

Leggi anche:

(Credits immagini: Unsplash)

Chiara Greco
Abitante del mondo in tutte le sue forme e i suoi colori. Sono una studentessa, si spera, alla fine del suo percorso universitario in mediazione linguistica e culturale. Il mio hobby principale è cercare di rendere i miei sogni una realtà concreta, per questo ho deciso di buttarmi in questa avventura come scrittrice (ancora alle prime armi e che ha ancora tanto da imparare). Il filo delle mie passioni traccia trame e disegni impensabili e senza confini: scrittura, lettura, cucina, cinema, musica, scienza, fisica, viaggi
Leggi altri articoli in Suggerimenti Scuola Scuola