Prima Prova Maturità 2018: qual è l’autore meno amato dagli studenti?
Condividi su

Prima Prova Maturità 2018: qual è l’autore meno amato dagli studenti?

Di Isabelle Giacometti
pubblicato il 13 giugno

Maturità 2018? Ecco quali sono i nomi che gli studenti non vorrebbero trovare sulla traccia di Prima Prova.

Prima Prova Maturità 2018: qual è l’autore meno amato dagli studenti?

Maturità 2018, esame di Italiano: quale autore gli studenti non vogliono in Prima Prova

Mancano pochi giorni alla Prima Prova di Maturità 2018 e gran parte dei maturandi sta facendo scongiuri affinché non esca lautore per l’analisi del testo che più odiano. Trovare il 20 giugno gli autori che più si amano e si sono studiati sarebbe un super colpo di fortuna: anche chi non vuole affrontare le altre tracce di Prima Prova perché odia scrivere i temi o il saggio breve, potrà cimentarsi nella comprensione di una poesia o brano in prosa. I maturandi, quindi, continuano a fare le loro ipotesi: quale scrittore o poeta sperano di non dover affrontare nelle tracce della Prima Prova? Scoprite con noi di ScuolaZoo qual è l’autore più odiato (e temuto) della prova di italiano di Maturità 2018.

Le ultime news sulla Maturità:

Se hai davvero paura che esca una traccia troppo difficile, allora non ti resta che studiare! Tranquillo: ti aiutiamo noi con le nostre guide a tracce e svolgimenti di Prima Prova:

 

 

Prima Prova 2018: l’autore più odiato della Maturità 

Ogni maturando, anche quello la cui materia preferita è italiano e ha deciso di laurearsi in lettere già dalla prima elementare, spera di non incontrare qualche poeta o scrittore alla Prima Prova 2018.
Dal Miur non si sa ancora nulla sull’autore scelto per le tracce dell’esame d’italiano, ma di certo gli studenti temono di trovare alla Maturità 2018 un nome poco conosciuto, come avvenuto alla Prima Prova 2017.
Un’altra paura dei maturandi è quella di dover affrontare un autore non ancora scelto dal Miur per l’esame di Stato o ancora un autore contemporaneo non studiato in aula o non presente nei testi di italiano.
I nomi degli autori più odiati e temuti dell’esame di Stato 2018 non sono pochi:

  • Magris: l’autore più odiato della Maturità 2017, fa il suo ritorno anche per la Prima Prova 2018. Riusciranno gli studenti a evitarlo anche questa volta?
  • Marinetti: nessun autore futurista è mai uscito in Prima Prova… che la Maturità 2018 sia la volta buona con il massimo esponente di questa corrente letteraria?
  • Foscolo: sembra incredibile, ma il Miur non ha mai scelto Foscolo come autore dell’analisi del testo alla Maturità degli anni passati. E i maturandi sperano che rimanga rintanato “nei sepolcri” più bui, lontano dalle tracce di Maturità 2018.
  • Baricco: molti studenti hanno letto qualche suo libro, ma sarebbero in grado di affrontare un autore così attuale all’esame di italiano della Maturità 2018?
  • Caproni: essendo uscito alla Maturità 2017 è assai improbabile trovare anche quest’anno una sua poesia come traccia dell’analisi del testo, tuttavia, grazie all’ultimo esame di Stato, entra nel club degli autori più odiati dagli studenti.

Non sei sicuro di fare l’analisi del testo? Ecco le altre tracce probabili per la Maturità 2018:

(Crediti immagini: Pixabay)

Isabelle Giacometti
20 anni, mille progetti e il resto della vita per realizzarli. Scrivere è diventata una passione dal primo tema in cui ho preso 'ottimo' alle elementari... da cocca della maestra a giornalista direi che è un bel salto di qualità! Adoro il rosa e l'autunno, non vivo senza caffè e senza penna. Una frase che mi rappresenta? "Omnes optimi insani sunt" ovvero "tutti i migliori sono matti", ovviamente in latino, da brava (ex) classicista. Laurea in progress.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità