Condividi
Gli studenti rivogliono la tesina e lanciano una petizione
Condividi su

Gli studenti rivogliono la tesina e lanciano una petizione

Di Selena
pubblicato il 24 ottobre

L’orale con le tre buste non piace a nessuno: i maturandi fanno una raccolta firme.

Gli studenti rivogliono la tesina e lanciano una petizione

Di cosa parliamo:

  • Fino alla Maturità 2018 gli studenti dovevano portare all’orale una tesina multidisciplinare
  • L’ex Ministro Bussetti, per l’Esame di Stato 2019, aveva creato la tecnica delle tre buste: ognuna di esse conteneva un argomento di cui parlare e che toccasse diverse materie.

La tesina torna all’orale di Maturità 2020?

Da quando l’ex Ministro Bussetti ha apportato delle modifiche alla Maturità, gli studenti hanno iniziato a ribellarsi. Prima c’è stata la “scomparsa” della Terza Prova e poi anche quella della tesina che per l’orale dell’Esame di Stato aiutava molto gli studenti a iniziare un discorso e “portare” i professori della commissione interna ed esterna a fare delle domande mirate. Con il cambio di Governo e l’avvento del nuovo Ministro Fioramonti i maturandi hanno colto la palla al balzo e hanno lanciato una petizione per far tornare la tesina all’orale di Maturità 2020.

tesina-orale-maturità-2020 (2)

Cosa pensa il MIUR della tesina

Il Ministro Fioramonti ha dichiarato di essere poco convinto della scelta delle buste per l’orale di Maturità 2020 e di stare lavorando per trovare un’idea diversa. Le famigerate tre buste contenenti un argomento multidisciplinare da cui i ragazzi dovevano iniziare a parlare non sono state molto apprezzate e gli studenti che dovranno affrontare la Maturità 2020 hanno deciso approfittare di questo spiraglio di luce per far valere il loro punto di vista.

La petizione

Come abbiamo detto, non appena gli studenti hanno capito che il Ministro Fioramonti era al lavoro con gli esperti del MIUR per cancellare le tre buste all’orale, hanno deciso di agire. L’idea è quella di convincere il Ministro a introdurre nuovamente la tesina durante il colloquio orale e a questo scopo hanno dato il via anche una petizione online da firmare (clicca qui). I firmatari non devono essere solo studenti, quindi potete invitare fratelli, amici e parenti a partecipare a questa raccolta firme. Secondo il creatore della petizione, un ragazzo di quinto anno, la tesina multidisciplinare è cruciale per aiutare i ragazzi a “rompere il ghiaccio” ed era comunque fondamentale  per dimostrare le conoscenze degli argomenti studiati durante l’anno senza ricorrere alle buste che creavano solo ulteriore tensione negli studenti. Nello specifico si legge: «A partire dal 2019 agli studenti è stata tolta la possibilità di portare la tesina all’orale di maturità. Considerato che di recente l’attuale Ministro dell’Istruzione Fioramonti non si è detto convinto della modalità delle buste, chiediamo che venga introdotta nuovamente la tesina multidisciplinare. Gli studenti potranno comunque dimostrare di conoscere i programmi scolastici e di saper collegare argomenti e materie».

Perché gli studenti e i professori sono a favore della petizione

Al momento in cui scriviamo, ossia a meno di 24 ore dalla sua pubblicazione, la petizione è stata firmata da 750 persone. Tra i commenti di chi ha condiviso la mozione, molti studenti sostengono che la tesina sia «più utile delle buste», «più facile» ma anche che dia «la possibilità di dimostrare le competenze che vengono acquisite dagli studenti». Ad esprimersi sono anche i docenti, contrari alla modalità quiz dell’Esame di Stato. «Da anni una seria ricerca multidisciplinare apre la mente di docenti e discenti. Ma va preparata, non indovinata a caso», scrive un’insegnante, mentre un’altra professoressa scrive: «Trovo giusto che gli studenti possano dimostrare le proprie competenze discutendo. Anche così si diventa maturi».

commento-petizione-maturita maturita-petizione-commento

Leggi anche:

(Fonte Immagini Pixabay)

Selena
Sono Selena, giornalista pubblicista appassionata di serie TV e di musica. Scrivo da quando ero bambina e, di nascosto, mi impossessavo della vecchia macchina da scrivere di mia mamma! Lavoro da 10 anni nel mondo del giornalismo e da qualche tempo conduco anche un programma radio.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità