Condividi
Il tema storico torna alla Maturità 2020
Condividi su

Il tema storico torna alla Maturità 2020

Di Alice Giusti
pubblicato il 28 ottobre

Tra le tracce di Prima Prova, ci sarà obbligatoriamente la storia: sono queste le ultime novità del Miur.

Il tema storico torna alla Maturità 2020

Di cosa parliamo:

  • Il tema storico era una traccia del vecchio Esame di Stato (la ex tipologia C), eliminata dal Ministro Bussetti con la riforma della Maturità per l’anno 2018-2019.
  • Le nuove tipologie di Prima Prova sono tre: analisi del testo, testo argomentativo e tema di attualità.

Ministro Fioramonti: “Abbiamo reintrodotto la traccia di storia come tipologia B”

È da qualche settimana che si parla delle novità in merito alla Maturità 2020 e, in particolar modo, dell’eliminazione delle buste dell’orale e del ritorno della traccia di storia. Il Ministro Fioramonti ha confermato che l’Esame di Stato non sarà stravolto, ma ci saranno delle piccole modifiche, e una riguarda proprio la Prima Prova: il tema storico torna, ma all’interno delle nuove tipologie di traccia inserite con la riforma della Maturità dello scorso anno. Cosa significa questo? Non sarà reintrodotta la vecchia tipologia C, destinata esclusivamente al tema di storia, ma uno dei tre testi argomentativi (tipologia B) sarà obbligatoriamente a carattere storico. Il motivo? Il Ministro dell’Istruzione ha accolto il manifesto promosso da Liliana Segre, Andrea Cammileri e Andrea Giardina per la valorizzazione della materia. «Non potevo ignorare il manifesto firmato da una parte rilevante della società italiana. E ne ho condiviso la preoccupazione di fondo: solo la conoscenza del passato può permetterci di costruire il futuro», ha detto il Ministro in un’intervista esclusiva di Repubblica.

prima-prova-2020-tema-storico

Cosa cambia in Prima Prova 2020?

Nell’intervista rilasciata a Repubblica, il Ministro chiarisce che: «Siamo riusciti a reintrodurre la traccia storica sotto la prova di tipo B, che prevede l’analisi e la produzione di un testo argomentativo. La nostra nuova clausola dispone che una delle tre tracce incluse nella prova di tipo B sia obbligatoriamente dedicata alla storia». Cosa cambia quindi rispetto allo scorso anno? La traccia storica era solo una possibilità, adesso diventa obbligatoria: «Prima la commissione poteva scegliere se dedicare le tracce alla storia o alla filosofia, all’economia o alla tecnica, alla letteratura o all’arte. La storia era facoltativa, non obbligatoria».

Il ritorno del tema storico è il primo passo per il rafforzamento dell’insegnamento della disciplina

Tuttavia, il ritorno della storia alla Maturità è solo il primo tassello di un percorso che vede il rafforzamento dell’insegnamento della storia, visto che in passato il tema storico era la traccia meno scelta. Al momento non si parla di aumentare le ore di storia a scuola, ma di migliorarne l’insegnamento rendendolo più attuale e non solo nozionistico. «La storia non può essere solo una sequela di date e battaglie da mandare a memoria, ma il racconto di un’evoluzione umana in ambiti che ancora ci riguardano come il processo sociale, la conquista dei diritti, la partecipazione demografica», ha spiegato Fioramonti a Repubblica.

Leggi anche:

(Foto Credits: Pixabay)

Alice Giusti
Aspirante Jane Austen sin dalla tenera età, vivo con la valigia sempre pronta. Oggi Londra, domani Parigi, viaggio fisicamente o con la mente, basta un po’ di buona musica, un classico o una serie tv storica per farmi sognare. Appassionata di tutto ciò che è British, per vivere scrivo e mi piace talmente tanto che alla fine, mi sa, scrivo per vivere.
Leggi altri articoli in News Maturità Maturità